Blade Runner 2049: l'universo del 1982 sarà omaggiato ed espanso

Denis Villeneuve non ha ricostruito il mondo di Ridley Scott da zero, lo ha omaggiato ed espanso per creare qualcosa di più grande.

speciale Blade Runner 2049: l'universo del 1982 sarà omaggiato ed espanso
Articolo a cura di

Nonostante sia diventata una grande moda degli ultimi tempi, fare un remake o un sequel di un grande classico del passato è una delle cose più difficili in assoluto per una casa di produzione di Hollywood. I motivi sono semplici da individuare: l'altissima qualità dei prodotti di partenza, i fan sfegatati che mal digeriscono nuovi prodotti "ispirati a...", il cambiamento del mercato, del botteghino e del linguaggio cinematografico. L'impresa si fa ancora più ardua quando il classico di cui si vuole continuare la storia è Blade Runner, il capolavoro Sci-Fi di Ridley Scott del 1982. Probabilmente nessuno di noi vorrebbe essere ora nei panni di Denis Villeneuve, l'acclamato regista di Prisoner e Arrival, che ha da portare a termine quella delicata missione chiamata Blade Runner 2049. Un sequel in piena regola che avrà certamente nuovi personaggi, ma che si scontrerà direttamente con il suo predecessore sul fronte visivo e immaginifico.

Universo espanso

Proprio il regista canadese ha spiegato al recente Comic-Con 2017 di San Diego come ha fatto a fare suo un mondo già creato in precedenza, con dettagli e atmosfere ben precise. "Dovevo cercare un modo per rendere quell'universo del tutto mio" ha spiegato Villeneuve, "dovevo trovare un modo per non sembrare un vandalo in una chiesa, intento a fare dei graffiti sui muri. È senza ombra di dubbio la sfida cinematografica più grande che mi sia mai capitata, prendere un mondo ben preciso, rielaborarlo e farlo tuo è un processo davvero strano. L'ho fatto una volta, non penso lo rifarò ancora." Questo significa che con il prossimo progetto Dune, remake di un altro grande classico, il regista sarà molto più fedele alla tradizione, del resto come la stessa parola "remake" lascia intendere bisogna ricalcare le vecchie orme.


Remake vs Sequel

Blade Runner 2049 sarà invece, lo ricordiamo ancora, un sequel, sarà "un'estensione" del mondo già visto nel 1982, per stessa ammissione degli sceneggiatori Hampton Fancher e Michael Green. "Il vecchio film per noi è stato come un giardino fiorito in cui cercare nuovi semi da piantare, e abbiamo trovato semi eccellenti. Quando vuoi celebrare e onorare qualcosa, l'unica cosa che devi fare è incorporarla nella tua idea e andare oltre, creare dell'altro attorno, altrimenti faresti soltanto un remake, il compitino per la scuola" ha detto Green. "Molte persone all'inizio dell'avventura erano convinte che rifacessimo tutto da zero, assolutamente no, avremmo disonorato qualcosa di meraviglioso. Abbiamo invece reso quel mondo più grande, da esplorare in diversi modi." Blade Runner 2049 arriverà nelle nostre sale il prossimo 5 ottobre, tenete duro.

Che voto dai a: Blade Runner 2049

Media Voto Utenti
Voti: 125
8.5
nd