Birds of Prey, le ultime novità sul cinecomic DC con Margot Robbie

Dalle ultime informazioni relative al casting alle sfide della sceneggiatrice, al servizio di un team up esclusivamente al femminile.

speciale Birds of Prey, le ultime novità sul cinecomic DC con Margot Robbie
INFORMAZIONI FILM
Articolo a cura di

Anche se i risultati al box office sono stati tutt'altro che deludenti, con una cifra incassata worldwide superiore ai 700 milioni di dollari, il Suicide Squad di David Ayer non ha avuto altrettanto riscontro positivo dalla critica, che all'uscita lo ha accolto molto tiepidamente, seguita dal responso del pubblico.
La Task Force X messa in piedi dalla DC Films non ha onestamente entusiasmato i più, e questo a causa di diversi rimaneggiamenti in fase di montaggio e a scelte stilistiche che volevano in qualche modo cavalcare il successo dei Guardiani della Galassia di casa Marvel Studios, senza per questo avvicinarvisi.
Tra gli elementi più riusciti del film però c'era senz'altro la Harley Quinn interpretata da Margot Robbie, che sappiamo tornerà in Suicide Squad 2 di Gavin O'Connor (The Accountant) e nell'attesissimo Birds of Prey, di cui sappiamo ancora pochissimo.
In queste ultime settimane sono però trapelate diverse, succose informazioni sul cinecomic DC al femminile, con curiosità relative al casting e semi-conferme di diversi rumor. Proviamo allora a fare il punto della situazione su uno dei progetti più interessanti di casa DC.

Sensuali e rapaci

La formula Birds of Prey, innanzitutto, è utilizzata direttamente nei fumetti e indica in italiano gli uccelli rapaci, volatili con atteggiamenti predatori, artigli affilati e talloni uncinati.
La definizione perfetta per un gruppo al femminile sensuale e aggressivo, come erano ad esempio le Arpie della mitologia greca. Il film non ha ancora una regista (e siamo certi sarà donna), ma la sceneggiatura del progetto è stata già affidata alle sapienti mani di Christina Hodson, tra i talenti attualmente più legati al DCEU, scelta dallo studio anche per scrivere la sceneggiatura del film standalone dedicato a Bat-Girl. All'attivo, il suo lavoro più importante è lo script di Bumblebee, lo spin-off dei Transformers in uscita a dicembre, ma il suo coinvolgimento nel solo movie di Bat-Girl aveva subito fatto pensare a una partecipazione di Barbara Gordon a Birds of Prey, cosa che invece - a quanto pare - non accadrà.
Nei fumetti, la Gordon ricopre il ruolo di Oracolo, parte che nel film sarà invece ricoperta nientemeno che dalla stessa Harley Quinn.
Ci sarà comunque un'altra Bat-girl: Cassandra Cain, che sarà parte integrante del team (come scrive The Wrap) e vestirà proprio i panni dell'eroina pipistrello. Ad affiancare la Quinn e la Cain troveremo anche Renee Montoya (detective di polizia lesbica), Cacciatrice e Black Canary, e proprio gli ultimi rumor riportati da Comicbookmovie parlerebbero di un inizio dei casting per queste parti, con i primi, interessanti nomi già trapelati. Per il ruolo di Cacciatrice, infatti, si parla di Alexandra Daddario, la bellissima e talentuosa attrice vista in film come Baywatch e in serie TV quali True Detective.
Per Black Canary, invece, i rumor parlano di due attrici. La prima è Jodie Comer, conosciuta soprattutto per la sua partecipazione alla serie Killing Eve, mentre la seconda è la richiesta Venessa Kirby, già rumoreggiata nel cast di Hobbs and Shaw (spin-off di Fast & Furious) e qui con ampie probabilità di ottenere una delle parti più importanti del progetto corale.
Parlando infine della sceneggiatura di Birds of Prey, attualmente in fase di stesura, la Hodson ha avuto modo di spiegare le sfide relative nello scrivere personaggi femminili, specialmente Harley Quinn: "Il personaggio è stato originariamente creato da un uomo ed era secondario, ma adesso ha assunto molta più importanza. Credo sia stato fatto un lavoro straordinario, ma Harley ha alle spalle sfaccettature psicologiche che solo una donna può recepire e comprendere, e può essere vista da angolazioni differenti".

Contando che la Quinn sarà in sostanza la coordinatrice del Team al femminile, sarà quindi importante caratterizzarla a modo, con una scrittura equilibrata nei toni che riesca ad affondare le radici in una drammaticità rilevante.
Questo, comunque, deve valere anche per i restanti membri del gruppo, certamente inferiori a quelli di Suicide Squad e quindi con possibilità di essere adattati su schermo in modo coerente, sfumato e intelligente.
E da uccelli rapaci cinematografici, in conclusione, afferrare con sensualità e sicurezza le prede più importanti del settore: il cuore degli appassionati.

Quanto attendi: Birds of Prey

Hype
Hype totali: 14
45%
nd