Avengers Secret Wars: tutti i cameo “vintage” che vorremmo vedere

Marvel ha annunciato Avengers - Secret Wars durante il San Diego Comic-Con: ecco quali cameo “vintage” possiamo aspettarci nella pellicola.

Avengers Secret Wars: tutti i cameo “vintage” che vorremmo vedere
Articolo a cura di

Avengers Secret Wars è stato annunciato al San Diego Comic-Con solo un paio di settimane fa: ancora non sappiamo nulla sul film, se non che uscirà nel 2025 e sarà ispirato all'omonimo fumetto Marvel. Nonostante ciò, già da ora i fan dell'MCU sono in trepidante attesa per la pellicola, che promette di essere il più grande crossover tra universi all'interno del Multiverso Marvel: in effetti, proprio l'apertura del Multiverso ci ha già dato diverse soddisfazioni, come il ritorno di Andrew Garfield e Tobey Maguire in Spider-Man: No Way Home. Proprio Secret Wars potrebbe essere la cornice perfetta per il ritorno sul grande schermo di volti noti del mondo Marvel, magari prelevati dalle pellicole (e dalle serie TV) al di fuori dell'MCU per come lo conosciamo oggi: ecco quali sono i cameo vintage che più ci piacerebbe vedere nell'epica conclusione della Fase 6 dell'Universo Cinematografico Marvel.

Fiamma!

I Fantastici 4 sono tra i supereroi più amati dal pubblico, ma ancora non hanno ricevuto una trasposizione cinematografica degna della loro fama: forse le cose potrebbero cambiare con l'uscita del nuovo reboot dei Fantastici 4, in arrivo nel 2024 e che dovrebbe aprire la Fase 6 dell'MCU.

Già sappiamo che il nuovo film dei Fantastici 4 non sarà una origin story, ma anzi potrebbe avere forti legami con Kang il Conquistatore e il Multiverso: nei fumetti, per esempio, una delle numerose varianti di Kang è Nathaniel Richards, discendente dello stesso Reed Richards. Alcuni fan hanno già teorizzato che i Fantastici 4 di Terra-616 siano intrappolati nel Regno Quantico e che verranno liberati nel corso degli eventi di Ant-Man and the Wasp Qantumania, che secondo gli addetti ai lavori sarebbe un vero e proprio mini-crossover come Doctor Strange nel Multiverso della Follia, presentando anche diversi personaggi storicamente legati agli stessi Fantastici 4, come MODOK e lo stesso Kang (che avrebbe già fatto la sua prima apparizione nel trailer di Ant-Man and The Wasp Quantumania diffuso al Comic-Con).

Prospettive narrative intriganti, questo è certo, ma che priverebbero i Fantastici 4 di una storia di origini: se da una parte è vero che il quartetto ormai non ha più bisogno di presentazioni, dall'altra sarebbe difficile per Marvel introdurre dei supereroi senza spiegare chi siano, da dove arrivino e come abbiano ricevuto i loro poteri.

Tuttavia, Disney potrebbe giocare la carta delle varianti, presentando la origin story dei Fantastici 4 ricollegandosi ai due precedenti film sul gruppo, ovvero la pellicola del 2005 diretta da Tim Story e quella (ben peggiore) del 2015 diretta da Josh Trank (per saperne di più potete dare un'occhiata alla nostra recensione di Fantastic 4). Insomma, l'MCU potrebbe raccontare le origini dei Fantastici 4 tramite le loro varianti, riportando sul grande schermo attori di talento come Jessica Alba, Ioan Gruffudd, Miles Teller o Michael B. Jordan.

Una mossa simile non sarebbe solo una retcon delle precedenti pellicole dei Fantastici 4 (o magari di quella del 2005, lasciando l'adattamento di Josh Trank all'oblio cinematografico a cui giustamente appartiene), ma potrebbe prestarsi ad alcune svolte di trama decisamente interessanti.

La prima è il ritorno di Chris Evans in un film Marvel, questa volta non tanto come Captain America (ruolo che ormai è di diritto di Sam Wilson-Falcon) ma come Torcia Umana. Lo stesso Evans ha spiegato che tornerebbe volentieri ad interpretare Johnny Storm: se ciò diventasse realtà in Avengers: Secret Wars, potremmo rivedere l'ex-Captain America nella grande battaglia finale della Saga del Multiverso, in pieno stile What If...?. La seconda possibilità, che ci stuzzica maggiormente per via delle sue implicazioni narrative, è che un cameo dei Fantastici 4 del 2005 potrebbe anche portare all'introduzione di Silver Surfer e Galactus nell'MCU. I due personaggi, infatti, sono entrambi apparsi in I Fantastici 4 e Silver Surfer, sequel della pellicola del 2005 uscito al cinema nel 2007, mentre Galactus potrebbe essere il villain della Fase 7 del MCU, o persino della nuova saga cinematografica targata Marvel.

I nuovi Cavalieri Marvel

Accanto ai Fantastici 4, però, ci sono una pletora di eroi Marvel molto amati che hanno debuttato al cinema prima dell'MCU con pellicole scadenti e che non sono mai più rientrati a far parte dell'Universo Marvel, almeno fino ad ora.

Il nome che per primo ci viene in mente è quello di Ghost Rider, che ha ricevuto ben due versioni fuori dall'MCU: infatti Ghost Rider è apparso in Agents of Shield come Robbie Reyes (interpretato da Gabriel Luna) e in Ghost Rider (2007) e Ghost Rider - Spirito di Vendetta (2012), nella variante di Johnny Blaze - Nicolas Cage. Nicolas Cage è interessato a tornare in un film Marvel riprendendo il suo vecchio ruolo, ma la bassa qualità dei precedenti titoli supereroistici dell'attore sembra porre una pietra tombale sul suo ritorno in scena. Benché si parli sempre più insistentemente di un reboot di Ghost Rider con Ryan Gosling o Norman Reedus, è anche possibile un ritorno del Robbie Reyes di Gabriel Luna, magari solo per un cameo in vista dell'introduzione del Johnny Blaze dell'MCU, proprio con Secret Wars o poco dopo. Se i rumor su un ritorno di Chloe Bennett come Quake nell'MCU fossero veri, allora anche Robbie Reyes potrebbe essere poco lontano: i due supereroi, infatti, hanno collaborato nella stagione 4 di Agents of Shield.

Altro nome che potrebbe fare capolino su Battleworld è quello del Daredevil di Ben Affleck, che potrebbe affiancarsi a quello di Charlie Cox (entrato di diritto nell'MCU con Spider-Man: No Way Home) nel corso di Secret Wars, magari come variante di quest'ultimo.

Benché il Daredevil di Ben Affleck non sia bruttissimo, è difficile pensare che l'interprete di Batman possa ricevere un ruolo stabile anche nell'MCU, sia per i suoi legami con la DC che per il cachet che Affleck potrebbe richiedere ad ogni apparizione. Accanto a Daredevil, però, potrebbe fare il suo ingresso nell'MCU anche Elektra, che sarebbe una presenza del tutto nuova nell'MCU. In questo caso, però, sarebbe necessaria una certa "ingegneria narrativa" da parte degli autori Marvel, dal momento che la supereroina interpretata da Jennifer Garner muore nel corso della pellicola che ha per protagonista il Diavolo Rosso.

Più muscoli, meno CGI

Infine, visto che sognare non costa nulla, perché non dedicare spazio in Secret Wars a Lou Ferrigno come Hulk, o magari come Maestro? Lou Ferrigno ha interpretato Hulk tra il 1977 e il 1982 in un discutibile adattamento per il piccolo schermo del supereroe Marvel.

Più di recente, l'attore ha duramente criticato She-Hulk, spiegando che per interpretare il Colosso di Giada servirebbero "meno CGI e più performance" da parte degli attori. Inoltre, anche se questa è una chicca per i fan più navigati, sempre Lou Ferrigno ha dato la sua voce alle prime apparizioni nell'MCU di Hulk, doppiando l'eroe fino ad Avengers: Age of Ultron, quando poi il suo ruolo è stato preso da Mark Ruffalo (che, ovviamente, già interpretava Bruce Banner).

Sfortunatamente, negli ultimi anni Hulk è stato uno dei personaggi meno incisivi dell'MCU, complice anche la difficoltà nel mettere in scena il supereroe e i suoi poteri sovrumani, di cui hanno più volte parlato sia Kevin Feige che alcuni registi, come Joss Whedon e i fratelli Russo.

Tuttavia, alcune storyline di Hulk sono tra le più amate in tutta la produzione fumettistica Marvel, mentre secondo alcuni insider She-Hulk aprirà le porte a World War Hulk. In effetti, la serie espanderà molto il mondo di Hulk, ri-presentando l'eroe interpretato da Bruce Banner (che non vediamo dai tempi di Avengers: Endgame, dove era riuscito a prendere il controllo della sua componente violenta, trasformandosi in Professor Hulk), Abominio e, ovviamente, la stessa She-Hulk. World War Hulk dovrebbe, sempre secondo i rumor e le indiscrezioni, essere una serie TV per Disney+ e non dovrebbe presentare Maestro al suo interno. Tuttavia, Secret Wars potrebbe porre le basi per un'altra storyline molto amata dai fan, ossia Futuro Imperfetto.

Perché Futuro Imperfetto possa essere trasposto al cinema, però, occorrono alcune precondizioni non da poco: la prima è lo sdoganamento dei viaggi nel tempo, che si è verificato in Avengers - Endgame (con tutti gli annessi e i connessi multiversali del caso); la seconda è l'esistenza di Professor Hulk (anch'esso introdotto con Endgame); e la terza è la creazione di un futuro alternativo in cui Professor Hulk invecchia e si trasforma in Maestro.

Secret Wars potrebbe essere il momento perfetto perché si verifichi questa terza condizione: tramite un'Incursione, infatti, una variante "anziana" di Hulk, interpretata proprio da Lou Ferrigno, potrebbe essere trasportata su Battleworld. Dopo il reset della Sacra Linea Temporale, Hulk e i suoi comprimari potrebbero decidere di viaggiare nel futuro per verificare se anche la loro linea temporale sia a rischio di cadere nelle mani di Maestro, sconfiggerlo e ritornare al presente: si tratta di un'ipotesi azzardata, questo è vero, ma se consideriamo che Maestro appare anche nella Secret Wars a fumetti, le possibilità di vederlo in azione sul grande schermo aumentano.

Quanto attendi: Avengers: Secret Wars

Hype
Hype totali: 7
60%
nd