Marvel

Avengers 4 e il troll marketing: come la Marvel gioca con il pubblico

Non abbiamo immagini ufficiali, non c'è una sinossi, non un teaser poster o trailer ma soprattutto non c'è ancora un nome... e va bene così.

speciale Avengers 4 e il troll marketing: come la Marvel gioca con il pubblico
Articolo a cura di

Quello applicato dai Marvel Studios e dai fratelli Russo ad Avengers 4 è troll marketing purissimo. Niente di straordinariamente nuovo all'orizzonte, ma una sorta di evoluzione concettuale del viral marketing, che si fa minimalista nel materiale promozionale e si riduce sostanzialmente a generare hype nella sola attesa.
Di cosa? Praticamente di tutto, visto che di Avengers 4, di ufficiale, non c'è assolutamente nulla. Non abbiamo immagini, niente sinossi, niente teaser poster, assolutamente niente trailer e soprattutto neanche un titolo.
La cosa sorprende, onestamente, perché in un periodo storico come questo, dominato dalla tecnologia e dai social, dev'essere davvero difficile per la compagnia evitare leak importanti sul titolo più atteso del 2019, eppure è così: ancora non conosciamo il nome del quarto capitolo dei Vendicatori.
E il troll marketing dei registi e della società entra nel vivo e si intestardisce proprio su questo aspetto - più che su altro materiale -, comprendendo come la segretezza ripaghi oggi lautamente in termini di attesa, generi un interesse mediatico non indifferente e, in fondo, porti a un futuro aumento dei già sicuri e giganteschi introiti.

Dimmi il tuo nome e ti dirò chi sei

Per parlare di troll marketing, partiamo proprio dal "nome" di Avengers 4: è probabilmente la prima volta in assoluto che un titolo di un film Marvel Studios non venga rivelato in anticipo, in pre-produzione. Già dalla Fase 1, infatti, sapevamo già preventivamente i nomi dei cinecomic che sarebbero usciti, annunciati o sul palco del San Diego Comic-Con o in eventi a parte, interamente dedicati ai reveal ufficiali.
Essendo allora l'abitudine dura a morire, quello che ci aspettavamo un po' tutti era quantomeno l'arrivo di un titolo a un anno di distanza dal primo annuncio, quindi a maggio scorso, cosa invece che la società si è ben guardata dal fare vista la vicinanza di Avengers: Infinity War. Allora sono arrivate le parole dei Russo, che per coprire il segreto hanno cominciato a sparare dichiarazioni del tipo "non possiamo dirvelo perché sarebbe spoiler" o "non è un titolo che ha a che fare con i fumetti", ma in fin dei conti vatti a fidare di chi poi, nella pratica, sta volontariamente trollando il suo pubblico, così da estorcergli attenzione.
I registi hanno anche capito come i fan del Marvel Cinematic Universe non siano semplicemente degli appassionati, ma dei veri e propri maniaci della scoperta, pronti a sfornare teorie, supposizioni, collegamenti o idee - a volte completamente inventate - pur di arrivare a capire di più sull'elemento così attentamente secretato. E come i fan, così i media, che aiutano a moltiplicare in modo esponenziale il già gargantuesco hype creatosi dietro a un solo, apparentemente banale elemento: il titolo.
Certo i Russo avevano fatto una promessa. Avevano rivelato lo scorso agosto che il primo trailer di Avengers 4 sarebbe uscito "dopo quello di Captain Marvel", online già da un mese. Il duo registico aveva persino detto che "il titolo sarebbe stato qualcosa di nuovo", eppure adesso gli ultimi rumor darebbero per ufficioso Avengers: Annihilation, che di originale non ha nulla, essendo preso dall'omonima run a fumetti - anche se il plot non sarebbe sicuramente lo stesso. Queste supposizioni deriverebbero dalla foto postata poche settimane fa dai filmmaker via Twitter, dove invitavano i fan a "guardare attentamente".
Perdendo un paio di diottrie, questi hanno obbedito, trovando soprattutto (tolte le scoperte più insensate) due A in bella vista formate da oggetti di scena. Da qui, Avengers: Annihilation, anche se qualcuno direbbe Assemblee (titolo però utilizzato per il primo film in versione britannica).

Dopo la foto, grande esempio di troll marketing, i due hanno poi condiviso un altro frame zoomato del film, annunciandone la fine delle riprese aggiuntive. Niente didascalia esplicativa, niente approfondimenti: solo una luce blu proveniente da un oggetto sfocato sullo sfondo. Seconda presa in giro divertita, ancora social e media intasati da speculazioni e articoli sul significato della foto, hype sempre più alto.
Infine, la Visione. No, non del trailer, ma proprio di Visione, il personaggio interpretato da Paul Bettany, protagonista di un video pubblicato dalla pagina ufficiale dei Marvel Studios, che con un pizzico di sadismo non solo hanno continuato la campagna troll marketing, ma sono arrivati a sfottere letteralmente il proprio pubblico abbastanza apertamente.
Nel video, infatti, possiamo ammirare Visione rigirarsi uno scacco in mano, pensieroso, riflessivo. Quale migliore immagine per descrivere in sostanza l'attesa dei fan per l'arrivo del trailer di Avengers 4? Nessuna, ovviamente, soprattutto perché come fu per Star Wars: Il Risveglio della Forza, il filmato svelerà al contempo le prime sequenze ufficiali, piccole curiosità sulla storia e soprattutto il benedettissimo titolo. E siamo pronti a scommettere: proprio il nome sarà l'elemento catalizzante del reveal, più di qualsiasi altra cosa. Perché il nome ci dirà cosa sia in verità questo attesissimo Avengers 4.

Quanto attendi: Avengers: Endgame

Hype
Hype totali: 202
89%
nd