5 novità a settembre su Amazon Prime Video, da The Kid a Free Fire

Andiamo alla scoperta dei migliori film arrivati recentemente nel catalogo di Amazon Prime Video, da La vendetta del dragone a I nuovi vicini.

speciale 5 novità a settembre su Amazon Prime Video, da The Kid a Free Fire
Articolo a cura di

Tesi thriller provenienti dall'estremo Oriente, avvincenti action dal taglio nostalgico, moderne rivisitazioni di miti western, esordi col botto di autori oggi conclamati e inquieti mystery condominiali. Nel nostro nuovo appuntamento dedicato ai titoli da poco disponibili nel catalogo di Amazon Prime Video parliamo de La vendetta del dragone con un atipico Jackie Chan, del frizzante omaggio agli anni '70 di Ben Wheatley in Free Fire, dell'avvincente The Kid sul legame tra due leggendari pistoleri, dell'esaltante Lock & Stock - Pazzi scatenati di Guy Ritchie e di I nuovi vicini, affascinante dramma che guarda al cinema di Polanski.

La vendetta del dragone

Steelhead è un contadino cinese che si trasferisce clandestinamente in Giappone per ritrovare l'amata Xiu Xiu, già da qualche anno in terra nipponica e della quale non ha più notizie da ormai troppo tempo.
L'inizio è duro per l'uomo, che riesce comunque ad ambientarsi grazie all'aiuto del vecchio amico Jie e di altri connazionali. Una sera, dopo che Jie viene brutalmente ferito dalla gang di Taiwan, Steelhead si trova quasi per caso a salvare la vita di Eguchi, un boss della yakuza, che lo prende sotto la sua ala protettiva.

Un Jackie Chan inedito è l'intenso protagonista di un teso noir post-moderno.
Il regista Derek Yee dirige un film brutale, dove la violenza fisica e morale è predominante, e ci trascina in una sporca guerra tra i clan criminali con il tradimento e il doppio gioco all'ordine del giorno.
Opera a tratti fin troppo sbilanciata ma sempre pregna di una forza estrema e magnetica che, sfruttando con solida fermezza il genere, rende le due ore di visione un viaggio avvincente e disperato nei meandri più oscuri dell'animo umano, cogliendo al meglio le sfumature drammatiche del suo attore protagonista, mai sfruttate così a fondo.

Free Fire

Frank e Chris, membri dell'IRA, stanno per concludere uno scambio con la banda dei trafficanti d'armi capeggiati dal sudafricano Vernon. Il luogo previsto è un vecchio magazzino abbandonato all'interno del quale i due gruppi assistono alla compravendita di fucili d'assalto pagati profumatamente.
Tutto sembra procedere nel migliore dei modi, almeno fino a quando due membri delle rispettive bande danno vita a un'accesa lite per un fatto avvenuto la sera precedente, espediente per iniziare una vera e propria sparatoria senza esclusione di colpi.

Un action old-school che sembra uscito direttamente dagli anni '70 questo film diretto da Ben Wheatley, che guarda all'exploitation d'epoca realizzando un prodotto costantemente sopra le righe.
Tra ironia grottesca e una sana violenza di genere, Free Fire diverte e intrattiene con gusto dall'inizio alla fine, merito anche dell'affiatato e variopinto cast d'eccezione che comprende, tra gli altri, anche Armie Hammer, Brie Larson e Cillian Murphy.

The Kid

Il giovanissimo Rio Cutler ha ucciso il padre per difendere la madre, picchiata a morte.
Insieme alla sorella maggiore Sara, il piccolo si dà alla fuga con lo spietato zio Grant, fratello del genitore ucciso, pronto a tutto pur di fargliela pagare.
I due hanno intenzione di raggiungere Santa Fe, dove un'amica di famiglia potrebbe fornire loro protezione, e durante il tragitto si imbattono nel celeberrimo fuorilegge Billy the Kid e nella sua banda.

La leggenda dei pistoleri Pat Garrett e Billy the Kid rivive ancora una volta nel secondo film da regista di Vincent D'Onofrio, che ripercorre il rapporto tra i due nella fase "calante" e con un'ottica parzialmente revisionista.
The Kid è un western che si prende i suoi tempi, innescando progressivamente le dinamiche da revenge-movie e concentrandosi sull'importanza dei rapporti umani, magnificamente supportato dalle intense performance di Ethan Hawke e Dane DeHaan.

Lock & Stock - Pazzi scatenati

Bacon, Tom, Soap e Eddie, quattro amici dell'East Side londinese, decidono di iscrivere Eddie, vero e proprio asso del tavolo da gioco, a un'esclusiva partita privata di poker patrocinata dallo spietato gangster Harry, re della pornografia dal poco rassicurante soprannome di Accetta.
Il torneo però è truccato e Eddie perde oltre 500.000 sterline: lui e i suoi compari hanno ora una settimana di tempo per restituire la somma, o dovranno affrontare l'ira degli uomini del boss.

Guy Ritchie inaugura con Lock & Stock - Pazzi scatenati la sua particolare idea di cinema, mescolando pulp e grottesco ai toni di una commedia nera di stampo gangsteristico.
Un'opera prima sorprendente e genuina, con una narrazione che sfrutta abilmente i confini dell'assurdo dando vita a un intrigo criminale senza vincitori né vinti, speziato da una gustosa violenza di genere e da un incalzante black humor.
Nel folto cast, popolato di facce giuste al posto giusto, i qui esordienti Jason Statham e Vinnie Jones lasciano il segno.

I nuovi vicini

Kate e Justin, prossimi a diventare genitori, vivono in un edificio a due piani dove si sono recentemente trasferiti Jon e Theresa, anche questi in attesa di un bambino.
Durante una cena per conoscersi meglio, Kate nota subìto come i rapporti della coppia sottostante non siano dei migliori, con Theresa che beve di nascosto al marito, e come la tragedia sia imminente: alla fine del pasto la donna cade rovinosamente dalle scale e in seguito al colpo subito perde il piccolo in grembo.

Si ispira al cinema di Roman Polanski, Rosemary's Baby (1968) in primis, e per l'approccio alle atmosfere, inquiete e affascinanti, l'esordio registico dello sceneggiatore David Farr vi si avvicina in parte, riuscendo a convincere in particolar modo grazie alle interpretazioni del cast, Clémence Poésy su tutti.
Il film latita parzialmente in fase di sceneggiatura, con alcune questioni irrisolte lasciate in sospeso. L'ora e mezza di visione risulta così un raffinato e tensivo esercizio di stile, ambizioso ma non riuscito al cento per cento.

Quanto attendi: Amazon Prime Cinema

Hype
Hype totali: 120
73%
nd