5 novità a novembre su Amazon Prime Video, da February a Our Day Will Come

Andiamo alla scoperta dei migliori film arrivati recentemente nel catalogo di Amazon Prime Video, da La maschera del demonio a El abrazo de la serpiente.

speciale 5 novità a novembre su Amazon Prime Video, da February a Our Day Will Come
Articolo a cura di

Capolavori del cinema gotico, onesti sci-fi di moderna generazione, inquietanti thriller psicologici, drammatiche avventure on the road e suggestivi viaggi antropologici. Nel nostro nuovo appuntamento dedicato ai titoli da poco disponibili nel catalogo di Amazon Prime Video parliamo di un classico dell'horror quale La maschera del demonio di Mario Bava, del fantascientifico The Signal, del teso e macabro February - L'innocenza del male, del catartico Our Day Will Come con uno strepitoso Vincent Cassel e di El abrazo de la serpiente, magnifico viaggio nei misteri dell'Amazzonia.

La maschera del demonio

Moldavia, 1630. La sensuale principessa Asa e il suo amante vengono condannati al rogo per stregoneria. Prima di essere arsa viva, il viso della donna viene coperto con un'inquietante maschera di tortura.
Due secoli più tardi il dottor Kravajan e il suo giovane assistente, il dottor Gorobec, stanno viaggiando nell'entroterra moldavo e scoprono una misteriosa cripta.
I due riportano inconsapevolmente in vita Asa, il cui corpo sembra essersi conservato perfettamente allo scorrere del tempo. I luminari proseguono il loro viaggio e conoscono la bella Katia, figlia del principe Vajda e discendente proprio di Asa, alla quale assomiglia come una goccia d'acqua.

Uno dei titoli più significativi del gotico italiano, La maschera del demonio è un'opera oscura e ammaliante che utilizza nel migliore dei modi la suggestiva ambientazione e inscena sequenze di feroce impatto visivo, sempre permeate da un affascinante gusto pittorico.
Effetti artigianali e una fotografia d'eccezione mettono in mostra la mano registica di Mario Bava, mentre Barbara Steele si consacra quale leggendaria star del genere.

The Signal

Jonah, Nic e Haley, studenti del MIT, sono in viaggio verso la California e durante una notte trascorsa in hotel vengono contattati dall'hacker Nomad, che ha localizzato la loro attuale posizione e scrive e-mail minatorie.
Jonah e Nic rintracciano la fonte del segnale ma, giunti alla posizione indicata, trovano una casa abbandonata e ben presto le cose si complicano: Haley viene spinta in aria da una forza di origine sconosciuta e i ragazzi perdono conoscenza.

Sci-fi dal sapore umanistico caratterizzata da una marcata e gradevole aderenza al cinema di genere, The Signal paga i limiti di una sceneggiatura lacunosa che si spinge troppo oltre.
Il regista William Eubank risolve i parziali difetti narrativi con una regia calibrata che esalta con la giusta dose di spettacolo action-oriented i discreti effetti speciali e dirige al meglio il giovane cast di protagonisti.

February - L'innocenza del male

La giovane Katie, una ragazza taciturna e senza amici, è una studentessa del collegio femminile di Bramford, a guida cattolica.
Durante le vacanze invernali Katie è costretta a trascorrere delle settimane nell'istituto poiché i suoi genitori si sono dimenticati di lei, mentre le altre compagne sono partite, tutte tranne Rose, una ragazza dell'ultimo anno.
Un'altra misteriosa coetanea, che sostiene di chiamarsi Joan e sembra essere fuggita da una casa di cura, pare legata al collegio in maniera innaturale.

Il figlio d'arte Oz Perkins, ormai nome di punta del cinema horror contemporaneo - basti pensare all'affascinante ghost-story Sono la bella creatura che vive in questa casa (2016) o al recente Gretel e Hansel (2020) - firma al suo esordio un thriller psicologico dalle tinte sovrannaturali ricco di sangue e sorprese.
February - L'innocenza del male punta le proprie carte su una tensione crescente e atmosfere pregne di mistero e inquietudine che crescono progressivamente nella narrazione "puzzle" a incastro.
I toni drammatici permettono di indagare con lucidità nei traumi dell'adolescenza e l'interpretazione della giovane Kiernan Shipka - futura Sabrina per Netflix - è un ulteriore punto di forza.

Our Day Will Come

Remy, adolescente dai capelli rossi, viene bullizzato dai suoi compagni proprio per via della sua particolare capigliatura. Una sera, in seguito a un violento litigio con la madre e la sorella, il ragazzo si imbatte nello psichiatra Patrick, un "suo simile", e inizia con questi un lungo viaggio on the road.
Dopo aver passato una nottata in un centro commerciale nel quale era presente un cartellone pubblicitario riguardante le vacanze in Irlanda, Remy si mette in testa di recarvisi in quanto, secondo lui, popolato per la maggior parte da persone rosse di capelli.

Uno straordinario Vincent Cassel domina la scena nell'ora e mezza di Our Day Will Come, aspro viaggio on the road che offre incisivi spunti di riflessione sulla società contemporanea, pronta a metter da parte i "diversi", in questo caso le persone con i capelli rossi.
La tensione emotiva non abbandona mai il racconto, in un progressivo sprigionarsi di quel lato animale pronto a esplodere in un'utopica ricerca della libertà, dove il tragitto è tassellato da dolore e amarezza.

El abrazo de la serpiente

Theo, un etnografo di origini tedesche che vive da anni in Amazzonia, è gravemente malato e si mette alla ricerca di una cura miracolosa. Con la collaborazione del suo fido aiutante indigeno Manduca, Theo si imbatte nel giovane sciamano Karamakate, l'ultimo sopravvissuto della sua tribù.
Insieme l'insolito trio inizia un incredibile e pericoloso viaggio per rintracciare il misterioso unguento, la yakruna.
Decenni più tardi il botanico statunitense Evan si trova nella stessa zona e incontra un anziano Karamakate, coi il quale intraprende un cammino per trovare la medesima pianta.

El abrazo de la serpiente è stato il primo film colombiano a concorrere per gli Oscar e questo già dovrebbe far riflettere sulla qualità artistica del prodotto che ci troviamo davanti. Un'opera visivamente estasiante, girata in un magnifico bianco e nero e impreziosita da una ricerca stilistica e fotografica delle migliori occasioni.
Il grandioso impatto estetico è supportato da una trama densa di significati che ci accompagna alla scoperta delle tradizioni amazzoniche tramite un affascinante intreccio mystery che spazia su due piani temporali, offrendo colpi di scena ed emozioni a non finire.

Quanto attendi: Amazon Prime Cinema

Hype
Hype totali: 128
72%
nd