Netflix

5 novità su Netflix, da The Silence a Kick-Ass 2

Andiamo alla scoperta di alcuni film arrivati nelle ultime settimane nel catalogo Netflix, da A land imagined ad Arancia Meccanica.

speciale 5 novità su Netflix, da The Silence a Kick-Ass 2
Articolo a cura di

Al centro del consueto appuntamento con le novità da poco disponibili nel catalogo filmico della piattaforma di streaming troviamo, in quest'occasione, tre produzioni originali Netflix che flirtano - tutte a loro modo - con diversi istinti di genere: dalle atmosfere apocalittiche dell'horror The Silence a quelle da ghost-story dell'indonesiano Suzzanna: Buried Alive, passando per l'interessante mistery A land imagined, noir ambientato a Singapore vincitore del Pardo d'oro al Festival di Locarno.
A completare la canonica cinquina inseriamo poi un grande classico del cinema come Arancia meccanica, l'immortale capolavoro di Stanley Kubrick, e il cinecomic Kick-ass 2, sequel per il grande schermo basato sui personaggi creati da Mark Millar.

Kick-Ass 2

Le imprese di Kick-ass hanno dato il via a diverse emulazioni, tali da costituire una vera e propria squadra di super-eroi improvvisati. Nel frattempo Hit-Girl è alle prese con la vita scolastica e con le rivalità tipiche della sua giovane età. Quando Red Mist torna però in scena per vendicare la morte del padre, i due ragazzi dovranno unire di nuovo le forze.

Il primo Kick-Ass, pur con tutti i suoi limiti, era un interessante esperimento cinecomic che provava a variare le coordinate base di un genere allora in vera e propria espansione; in questo sequel il subentrato regista/sceneggiatore Jeff Wadlow sceglie di non cambiare troppo le coordinate stilistiche generando un "capitolo due" ideale successore dell'originale, pur con meno (come ovvio) novità al seguito.
Azione e istinti comico-grotteschi, non privi di una dosa di divertita violenza, caratterizzano così anche i cento minuti di visione di Kick-Ass 2, con personaggi secondari di primo piano (su tutti il colonnello Stars di uno scatenato Jim Carrey) a speziare una narrazione a tratti più monotona del previsto.

The Silence

Un team di ricerca scopre in delle isolate caverne una specie sconosciuta, simile a quella preistorica degli pterosauri, che vive a una profondità di oltre trecento metri sottoterra. I Vispi, così ribattezzati, trovano una strada per uscire all'aria aperta, diffondendosi rapidamente a macchia d'olio anche in superficie.
Ally è una sedicenne che ha perso l'udito in seguito a un grave incidente stradale ma sembra aver comunque superato il trauma e, nonostante le prese in giro a scuola, vive una vita normale insieme alla sua famiglia, composta dai genitori Hugh e Kelly, dal fratellino Jude, dalla nonna materna Lynn e dal suo amato cane.
Quando le grandi città cominciano a essere attaccate dai Vispi, i Tg consigliano alla popolazione di restare chiusa in casa senza provocare alcun rumore: i predatori infatti sono ciechi e attaccano solo se odono delle vibrazioni sonore.

Mentre il governo dichiara lo stato di emergenza, Hugh decide di condurre i suoi cari lontano dalla caotica frenesia cittadina, sperando di trovare maggior silenzio in campagna, inizia così il viaggio on the road alla ricerca di una potenziale oasi di salvezza, ma il terrore sempre più dilagante che ha affetto gran parte della nazione e una serie di sfortunati eventi complicheranno non poco i loro intenti.
Tra Bird Box (2018) e A quiet place - Un posto tranquillo (2018), un horror sci-fi dal taglio apocalittico che non trova mai le giuste atmosfere, con una storia e relativi personaggi mal caratterizzati e risvolti non sempre credibili, con gli effetti speciali più che discreti a impreziosire almeno gli istinti da monster-movie.

A Land Imagined

Lok, ispettore della polizia di Singapore, è a capo delle indagini sulla scomparsa di due uomini, l'operaio edile Wang e un immigrato bengalese, Ajit. I due uomini lavoravano in un cantiere specializzato in operazioni di bonifica, che tratta i propri dipendenti in maniera losca: a molti di loro viene confiscato il passaporto all'assunzione, così la loro libertà e la possibilità per gli stranieri di fare ritorno a casa.
Lok ha la particolare capacità di sognare le vite altrui e proprio durante una delle ultime fasi oniriche riesce a rivivere parzialmente quanto vissuto da Wang nei giorni precedenti, con gli indizi che lo portano a un internet café in cui i clienti trascorrono ore e ore davanti al monitor.

Nella struttura lavora la bella Mindy, ragazza che sogna di fuggire da una vita di miseria, che trova in Wang una sorta di anima affine. La risoluzione del caso continua a percorrere una strada tra passato e presente, che conduce a inquietanti verità.
Vincitore del Pardo d'oro al Festival di Locarno, questa produzione ambientata a Singapore utilizza gli archetipi del mystery/noir per denunciare le condizioni disumane con le quali vengono spesso trattati i lavoratori più poveri, immigrati o autoctoni che siano. Un raffinato impianto di genere che riesce a offrire notevoli spunti di riflessione e a veicolare diverse tematiche all'interno del plot poliziesco.

Suzzanna: Buried Alive

Suzzanna e Satria sono sposati da sette anni: l'uomo è il presidente di una fabbrica locale e la moglie vive in casa con i tre fidati domestici. Quando la donna scopre di essere incinta, la loro felicità sembra aver raggiunto il picco massimo, il marito però riceve la notizia di un momentaneo trasferimento in Giappone per lavoro.
Durante il periodo di assenza dell'uomo, un piccolo gruppo di dipendenti, insoddisfatti delle scarse condizioni salariali, decide di vendicarsi del proprio boss organizzando una rapina nella sua casa.
Il furto sarà commesso quando Suzzanna e i domestici trascorreranno la serata in un cinema all'aperto, ma durante la proiezione la futura madre decide di tornare a casa da sola. I ladri, colti alla sprovvista, non riescono a gestire la situazione e vengono scoperti dalla donna, che tenta di fuggire in giardino.

Dopo un breve inseguimento la donna viene involontariamente uccisa, così come il bambino che porta in grembo, e il suo spirito rimane nel mondo dei vivi in cerca di vendetta.
Horror indonesiano che recupera una delle figure spiritiche tipiche del folklore locale, inserendola in un contesto che tenta di ibridare ai classici topoi del filone un impianto comico/demenziale che mal si addice alla presunta drammaticità della vicenda. Nonostante qualche soluzione registica più che discreta, domina il ridicolo involontario.

Arancia Meccanica

Il giovane Alex è di indole ribelle e violenta e con tre amici, soprannominati drughi, si macchia di crimini di ogni genere ai danni di comuni cittadini, da crudeli pestaggi a brutali strupri. Per non perdere il ruolo di leader non esita a comportarsi con fermezza anche con i suoi stessi compagni; questi, stanchi del suo atteggiamento, lo tramortiscono dopo un'irruzione andata male, in cui una donna è rimasta uccisa.

Alex viene così arrestato e condannato a quattordici anni di carcere, ma dopo solo ventiquattro mesi, scelto tra diversi candidati, accetta di sottoporsi a un progetto sperimentale del governo, conosciuto come Trattamento Ludovico, che si pone l'obiettivo di estirpare gli istinti malvagi insiti nell'individuo...
Stanley Kubrick firma un'apocalisse distopica sulla fine dei tempi, apologo amaro sulla perdita dei valori di una società destinata a crollare dietro ai propri fallimenti. Un capolavoro senza tempo entrato nell'immaginario comune anche extra-cinematografico la cui attualità di allora si rispecchia, con lucida follia, nel nostro contemporaneo.