Netflix

5 novità su Netflix, da The Other Side of the Wind a Illang - Uomini e lupi

Andiamo alla scoperta di alcuni film arrivati negli ultimi giorni nel catalogo Netflix, da L'esercito delle dodici scimmie a Le belve.

speciale 5 novità su Netflix, da The Other Side of the Wind a Illang - Uomini e lupi
Articolo a cura di

Sono due le produzioni originali Netflix a caratterizzare la cinquina settimanale dedicata alle novità arrivate, negli ultimi tempi, nel catalogo della piattaforma streaming. Due titoli assai diversi tra loro, ossia il blockbuster coreano Illang - Uomini e lupi, adattamento di un manga di culto, e l'atteso The other side of the wind, l'ultima opera di Orson Welles riportata alla luce grazie alla dedizione di Peter Bogdanovich.
Gli altri titoli che vanno a comporre questo speciale sono il recente action/thriller Hunter's Prayer - In fuga, con protagonista Sam Worthington, e un dittico di film firmati da grandi registi come Oliver Stone e Terry Gilliam: parliamo rispettivamente del violento e ruggente crime-thriller Le belve e del cult sci-fi L'esercito delle 12 scimmie, nel quale Bruce Willis torna indietro nel tempo per salvare l'umanità.

The other side of the wind

L'ultima opera che Orson Welles avrebbe voluto mostrare al mondo, portata oggi alla luce dal suo più grande estimatore, Peter Bogdanovich. Il film è stato presentato alla 75a Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia e racconta la storia del regista J.J. "Jake" Hannaford (John Huston), che torna a Los Angeles dopo anni di auto-esilio in Europa, con l'intenzione di realizzare un nuovo lavoro, il più innovativo della sua carriera.
Satira dello studio system classico ma anche della New Hollywood, che al tempo stava scuotendo il sistema cinematografico, l'ultimo testamento artistico di Welles è un'affascinante capsula temporale di un'era ormai lontana. Un progetto folle e ambizioso, caldamente apprezzato sulle nostre pagine, che si pone come testamento fondamentale e visione imperdibile per ogni cinefilo degno di tal nome.

Illang - Uomini e lupi

Nel 2029 i governi del Nord e Sud Corea annunciano un piano di cinque anni per riunificare il Paese al fine di risollevare l'economia nazionale, ma la prospettiva non è vista di buon occhio da gran parte della popolazione, che teme come dietro questo accordo si nascondano ben altri interessi di tipo politico.
Nascono così dei gruppi anti-governativi e il più radicale di questi, conosciuto come La setta, si oppone anche con la violenza al nuovo corso, non facendosi scrupoli nell'utilizzare bambini come corrieri o kamikaze dinamitardi. Viene così creato un nuovo corpo speciale atto ad affrontare i terroristi, ma il servizio di intelligence della Pubblica Sicurezza, timoroso della rivalità, organizza un piano per eliminare la meglio equipaggiata concorrenza.
Tra le fila di quest'ultima opera una banda di soldati, equipaggiati con indistruttibili armature e con le armi più moderne, ribattezza Wolf Brigade, tra le cui fila milita Joong-kyung. L'agente entra in contatto con la sorella maggiore di una ragazzina morta suicida (si è fatta esplodere quando scoperta) durante un'operazione di rastrellamento, e con lei si troverà a lottare per la sopravvivenza. Dal manga di culto di Mamoru Oshii, un live-action di produzione e ambientazione coreana (a differenza di quella giapponese dell'opera originaria) diretto dal regista di culto Kim Jee-woon, da sempre abile ad adattarsi con efficacia a diversi generi.
Qui però il blockbuster a sfondo sci-fi/distopico non trova adeguata dose di spettacolo ed emozioni per via di una sceneggiatura confusa e di una narrazione eccessivamente esasperata, lasciando a solo una manciata di ottime sequenze action il compito di intrattenere il pubblico, per un adattamento più ambizioso che realmente riuscito.

L'esercito delle dodici scimmie

Nel 2035 il detenuto James Cole viene mandato indietro nel tempo per scoprire le cause che nel 1997 hanno condotto alla morte di oltre 5 miliardi di persone. Giunto nel 1990, il protagonista è scambiato per un folle e rinchiuso in manicomio, ma troverà all'interno della prigione psichiatrica l'aiuto dell'internato Jeffrey Goines e della dottoressa Kathryn Railly, l'unica a credere alle sue parole.
Un magistrale puzzle narrativo tra salti temporali dotati di una carica visionaria intenzionata a svegliare il pubblico dal torpore: Terry Gilliam confeziona un moderno classico sci-fi riadattando il fondamentale cortometraggio sperimentale La Jetéé (1962) di Chris Marker.
Laddove nell'originale vi era un susseguirsi di fotografie accompagnate da una voce narrante, qui il Monty Python confeziona un'affascinante messa in scena distopica ricca di colpi di scena e solcata dalle carismatiche presenze di Bruce Willis, Brad Pitt e Madeleine Stowe.

Le belve

Ophelia, soprannominata semplicemente "O", è condivisa da due uomini, tra di loro amici inseparabili, che gestiscono una coltivazione di marijuana. Chon è un ex militare dal carattere duro e senza mezze misure mentre Ben è più riflessivo e dedito ad attività di beneficenza nei Paesi poveri del mondo.
Questo particolare trio di amanti vive nel lusso grazie all'attività criminale, quando però il business diventa troppo grande, inizia a far gola al cartello messicano gestito dalla bella e spietata Elena, intenzionata a espandersi anche su territorio americano.
I due ragazzi rifiutano una proposta d'accordo e decidono di prendersi una pausa, ma quando Ofelia viene sequestrata dagli uomini di Elena, dovranno sottostare agli ordini dell'organizzazione criminale per almeno un anno, pena la brutale esecuzione della donna.
Oliver Stone firma un crime thriller d'alta scuola, secco, morboso, violento, concedendo il giusto spazio sia a un impianto spettacolare di stampo hollywoodiano, sia a interessanti sfumature introspettive nella cura dei personaggi, sfruttando al meglio il cast all-star che vede nei ruoli principali interpreti del calibro di Blake Lively, Taylor Kitsch, Aaron Johnson, Salma Hayek, Benicio Del Toro e John Travolta.

Hunter's Prayer - In fuga

Ella Hatto è un'adolescente che sta frequentando un prestigioso college svizzero, mandata lì dal padre con il quale ha un rapporto contrastato. La giovane è all'oscuro della morte del genitore e della sua nuova compagna, brutalmente assassinati da un sicario alle dipendenze di Richard Addison, losco uomo d'affari che ha corrotto anche agenti dell'FBI.
La ragazza è la prossima sulla lista ma viene salvata dal provvidenziale intervento di Lucas, un ex-soldato, il quale si trova egli stesso ricattato da Addison, affinché uccida in prima persona proprio Ella. L'uomo - dopo un'iniziale indecisione - decide di aiutarla e iniziare un'ardua missione di vendetta verso il mandante, le cui ricchezze e conoscenze lo rendono un avversario assai ostico.
Un action/thriller privo di reali spunti originali, il cui canovaccio base si rifà a tanti classici del revenge-movie e che non trova l'ideale alchimia e ambiguità tra i due personaggi principali, un assassino su commissione tormentato dagli incubi del passato e una ragazzina in cerca di vendetta.
Qualche buona sequenza d'azione e le discrete performance del cast non bastano a chiudere un occhio su quell'alone di sufficienza che permea l'intero insieme.