Netflix

5 novità a giugno su Netflix, da Murder Mystery a I am Mother

Andiamo alla scoperta di alcuni film arrivati nelle ultime settimane nel catalogo Netflix, da Rim of the World a Bushwick.

speciale 5 novità a giugno su Netflix, da Murder Mystery a I am Mother
Articolo a cura di

Riprendiamo il nostro appuntamento riguardante gli ultimi titoli ad aver fatto la loro comparsa nel catalogo filmico di Netflix nel corso delle ultime settimane. In quest'occasione trattiamo ben tre produzioni originali della piattaforma di streaming, ossia la commedia "gialla" Murder Mystery con Adam Sandler e Jennifer Aniston e due titoli a sfondo fantascientifico, l'introspettivo I am Mother e il citazionista Rim of the World.
Le altre due pellicole con le quali andiamo a completare la canonica cinquina sono il thriller erotico Obsessed, con Idris Elba e Beyoncé, e il serrato e tensivo action, con protagonista Dave Bautista, Bushwick.

Bushwick

Lucy, studentessa al secondo anno di college, si trova in metropolitana col fidanzato Jose quando gli altoparlanti annunciano che tutte le corse sono state cancellate. In superficie infatti sta avendo luogo una vera e propria guerriglia urbana con individui vestiti in tute nere che stanno mettendo a ferro e fuoco l'abitato, uccidendo inoltre i civili che trovano sul loro cammino.
A pagarne le conseguenze è anche Jose, che muore carbonizzato in un'esplosione; la ragazza, rimasta sola, si trova così in fuga dai colpi dei cecchini ma finisce tra le braccia di una gang locale. Solo l'intervento di Stupe, ex veterano dei marine, impedisce che Lucy cada dalla padella alla brace: ora l'insolita coppia dovrà attraversare i cinque isolati del malfamato quartiere di Bushwick per trovare i propri cari e raggiungere forse l'agognata salvezza, cercando di comprendere al contempo chi si celi dietro questa vera e propria invasione organizzata in forze massicce.

L'insolita ma efficace coppia composta da Dave Bautista e Brittany Snow è al centro di questo serrato action/thriller nel quale gli Stati Uniti sono sotto attacco, sulla scia di cult del calibro di Alba rossa (1984). Una messa in scena secca, incisiva e immediata permette di chiudere un occhio su una narrazione parzialmente vaga e non del tutto risolutrice, epilogo incluso.

I am Mother

In seguito all'estinzione di massa dell'umanità, in un bunker supertecnologico un robot che si fa chiamare Mother cresce un embrione umano: la struttura ha infatti il compito di ripopolare la razza terrestre. La nuova nata diventa prima bambina e poi adolescente, cominciando però a soffrire di solitudine; inoltre alcuni comportamenti del robot la rendono ulteriormente infelice, su tutti l'uccisione di un roditore per il rischio di potenziali contaminazioni da parte del mondo esterno.
Mother ha infatti informato la ragazza dei pericoli che vi sono al di fuori della security, con un alto livello di radiazioni che potrebbe ucciderla all'istante. Quando una sera, nei pressi della camera di compensazione comunicante con l'esterno, la giovane sente la richiesta di aiuto di una donna ferita, le cose sono destinate a cambiare per sempre.

L'arrivo di questa figura inaspettata infatti fa comprendere alla giovane come il suo "tutore" non le abbia detto tutta la verità su quanto realmente accaduto sul pianeta. Un'opera affascinante nel suo minimalismo, che guarda in modi e tempi diversi a classici a tema del conflitto uomo-macchine come Terminator ed Ex Machina.
La presenza di tre personaggi in scena, uno dei quali robotico, garantisce una partita tensiva ed emotiva ad alto livello, con segreti, bugie e sospetti che delineano il rapporto tra le figure coinvolte e della sane influenze fantascientifiche a caratterizzare in particolar modo l'intenso finale.

Rim of the World

Il campo estivo Rim of the World è tra i più rinomati della California ed è pronto ad accogliere molti bambini durante il periodo vacanziero. Fra questi vi sono Alex, appassionato di astronomia, lo sbruffone afroamericano Dariush, proveniente da una famiglia altolocata, e la cinese ZhenZhen, fuggita di casa per coronare il suo sogno.
Durante una gita nella foresta con conseguente viaggio in canoa, i tre ragazzini si perdono e si imbattono in un loro coetaneo, Gabriel. Ritrovata la strada per raggiungere il resto del gruppo, al loro arrivo i protagonisti sono attesi da un'amara sorpresa: non trovano infatti anima viva e scoprono che il pianeta è sotto attacco da parte di una flotta di navicelle aliene che ha intenzione di conquistare la Terra.
Quando poco dopo si imbattono in una capsula di salvataggio dal quale esce un'astronauta sopravvissuta, comprendono di essere rimasti l'ultima speranza per la salvezza dell'umanità e dall'esito della loro (appena scoperta) missione potrebbero dipendere miliardi di vite.

Il regista McG, che in carriera vanta pellicole non propriamente memorabili, si approccia alla fantascienza anni '80 con un'operazione che è un vero e proprio calderone di omaggi e citazioni, sia nei dialoghi che nelle situazioni che vedono coinvolti i quattro, anonimi, bambini protagonisti. Peccato che il resto sia talmente debole da non reggere il peso di un film intero, tra effetti speciali mediocri e una comicità a tratti fastidiosa.

Murder Mystery

Nick Spitz è un sergente della polizia di New York che sogna di ottenere il patentino da detective, ma non vi è mai riuscito anche a causa della sua pessima mira. Ciò nonostante l'uomo mente da tempo alla moglie Audrey, parrucchiera, facendole credere di aver ottenuto l'auspicata promozione. In occasione del quindicesimo anniversario di matrimonio e in seguito a un'accesa discussione coniugale, Nick preota per l'indomani un volo per l'Europa con conseguente tour tra i vari Paesi.
Mentre si trovano sull'aereo, Audrey si intrufola in prima classe dove conosce l'affascinante Charles Cavendish, un giovane miliardario che invita lei e il marito a una festa sullo yacht di famiglia per festeggiare l'imminente matrimonio dello zio con la sua ex-fidanzata, una ragazza giapponese. Su insistenza della moglie, Nick accetta la proposta e i due si trovano a bordo in compagnia di un eterogeneo gruppo di facoltosi personaggi, che diventeranno tutti potenziali sospettati quando il futuro sposo verrà assassinato...

Una commedia che riprende il classico impianto base di gialli filmici e letterari, adattandolo in una formula leggera che procede per accumulo di personaggi e situazioni. Le gag e le battute vanno a segno a corrente alternata, ma la varietà delle ambientazioni e il cast di lusso (soprattutto nei ruoli secondari) riescono a nascondere le falle narrative dietro a una dose di facile divertimento.

Obsessed

Derek, stimato vicepresidente di un'importante azienda, si è appena trasferito in una splendida villa con la moglie Sharon e il figlio. A rompere un idillio apparentemente perfetto, nella piena tradizione del sogno americano, sarà la bionda Lisa, nuova segretaria dell'uomo. La ragazza comincia un morboso gioco di seduzione col suo capo, nonostante il netto rifiuto di questi, arrivando a perseguitarlo e a mettere a rischio il suo matrimonio.
Se dapprima le avance sono limitate al solo campo lavorativo, ben presto la stalker inizia a ossessionare Derek anche tra le quattro mura di casa sua, arrivando a sfidare anche la moglie della sua vittima.

Non si può certo dire che manchi il sex appeal a un'operazione come Obsessed, che vede nei tre ruoli principali al centro del tortuoso menage a trois interpreti come Idris Elba, Ali Larter e Beyoncè (quest'ultima anche produttrice della pellicola). Peccato che la carica erotica si perda in una storia ricca di cliché e priva della necessaria tensione a tema, tra risvolti sempre più improbabili e involontarie derive trash a caratterizzare soprattutto il convulso finale.