Netflix

5 novità a gennaio su Netflix, da Silence a La fratellanza

Andiamo alla scoperta di alcuni film arrivati nelle ultime settimane nel catalogo Netflix, da Asterix e il regno degli Dei ad Ammore e malavita.

speciale 5 novità a gennaio su Netflix, da Silence a La fratellanza
Articolo a cura di

Intense epopee in costume dagli esotici contesti, nuove avventure di iconici personaggi, drammi senili, inaspettati istant-cult nostrani e tesi prison-movie. Nel nostro nuovo appuntamento dedicato ai titoli da poco disponibili nel catalogo di Netflix andiamo a parlare in quest'occasione dell'epico Silence di Martin Scorsese, dell'esordio in CG di Asterix e il regno degli Dei, del toccante Ella & John - The Leisure seeker, esordio in lingua inglese di Paolo Virzì, del folgorante Ammore e malavita dei Manetti Bros. e del crudo La fratellanza, con Nicolaj Coster-Waldau rinchiuso tra le mura di un carcere.

Silence

Il film, basato su un romanzo di Shusaku Endo del 1966, esamina il problema spirituale e religioso del silenzio di Dio di fronte alle sofferenze umane. Silence racconta la storia di due missionari portoghesi che nel XVII secolo intraprendono un lungo viaggio irto di pericoli per raggiungere il Giappone, alla ricerca del loro mentore scomparso, padre Christovao Ferreira, e per diffondere il cristianesimo.

Martin Scorsese nel 2016 porta finalmente su grande schermo un progetto che covava da lungo tempo, dando vita a un affresco storico di maestosa bellezza in cui convivono diverse influenze. La magnifica fotografia ci regala scorci di un Giappone solenne e insidioso, e la scenografia di Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo offre pagine esteticamente sontuose, il tutto al servizio di una lunga epopea di uomini alla (ri)scoperta della fede.
L'eccellente cast, con Adam Driver, Andrew Garfield e Liam Neeson nei ruoli principali e celebrità autoctone come Tadanobu Asano e l'attore-regista di culto Shinya Tsukamoto in parti secondarie, completa nel migliore dei modi un'opera preziosa e di abbagliante bellezza, spruzzata qua e là da scatti di ferocia.

Asterix e il regno degli Dei

Asterix, Obelix e compagni sono protagonisti di una nuova avventura, la prima realizzata completamente in computer grafica 3D. Si tratta della trasposizione animata del diciassettesimo albo della serie e racconta di un nuovo pericolo che incombe sui Galli. Privandoli della loro principale risorsa, il bosco, e nel tentativo di indebolirli e "civilizzarli", Cesare decide di costruire proprio fuori dal loro villaggio una zona residenziale per nobili romani chiamata "il regno degli Dei".
I quali naturalmente vanno al villaggio per rifornirsi, alterando così abitudini ed equilibri. Tra tutti solo Panoramix, Asterix e Obelix si accorgono del pericolo e come sempre toccherà ai nostri eroi salvare la situazione.

Il film diretto dall'ex animatore Pixar Louis Clichy e dall'attore e regista Alexandre Astier, adatta le classiche storie di Asterix e Obelix a uno sguardo su temi contemporanei, rivelandosi una visione ideale sia per i più piccoli che per i grandi cresciuti con i mitici fumetti e relative trasposizioni animate. Il passaggio alle tre dimensioni risulta meno indolore del previsto, con una resa estetica di tutto rispetto che non sfigura rispetto alle omologhe produzioni a tema.

Ella & John - The Leisure Seeker

The Leisure Seeker è il soprannome del vecchio camper con cui Ella e John Spencer andavano in vacanza coi figli negli anni Settanta. Una mattina d'estate, per sfuggire a un destino di cure mediche che li separerebbe per sempre, la coppia sorprende i figli ormai adulti e invadenti e sale a bordo di quel veicolo anacronistico per scaraventarsi avventurosamente giù per la Old Route 1, destinazione Key West. John è smemorato ma forte, Ella è acciaccata e fragile ma lucidissima, insieme sembrano comporre a malapena una persona sola ma decidono ugualmente di viaggiare in un'America che non riconoscono più.

Il nostro regista Paolo Virzì firma il suo primo film in lingua inglese affidandosi alla straordinaria coppia di protagonisti, Donald Sutherland ed Helen Mirren, alle prese con due personaggi ricchi di dolente umanità. Una commedia romantica della terza età e al contempo un viaggio on the road malinconico sui ricordi di gioventù che, pur al netto di qualche forzatura narrativa e una parziale retorica, svolge il suo compito emozionale con la corretta intensità.

Ammore e malavita

Napoli. Ciro è un temuto killer. Insieme a Rosario è una delle due "tigri" al servizio di don Vincenzo, "o' re do pesce", e della sua astuta moglie, donna Maria. Fatima è una sognatrice, una giovane infermiera. Due mondi in apparenza così distanti ma destinati a incontrarsi, di nuovo. Una notte Fatima si trova nel posto sbagliato nel momento sbagliato e a Ciro viene dato l'incarico di sbarazzarsi di quella ragazza che ha visto troppo. Ma le cose non vanno come previsto.

Un atipico e originale thriller musicale in napoletano, che sfrutta il fascino della città partenopea tra canzoni e balli che recuperano il folklore locale in maniera del tutto inedita. Un film di genere intriso di influenze pop, ricco di citazioni e interpretato da un cast in gran forma, con i registi Manetti Bros. che dietro la macchina da presa si confermano una garanzia.

La fratellanza

Dopo aver causato la morte di un amico in un incidente d'auto, Jacob finisce in carcere con l'accusa di omicidio colposo. Per sopravvivere ai pericoli della detenzione si schiera con la fratellanza ariana la quale, dopo che l'uomo viene rilasciato per buona condotta, lo costringe a dover compiere un crimine per proteggere la sua ex-moglie e suo figlio.

Un viaggio all'inferno di un uomo normale all'interno di una realtà carceraria dominata dalle leggi della violenza, messo in scena con una ferocia fisica e psicologica intensa, che non fa sconti. Il regista Ric Roman Waugh offre un ritratto impietoso della situazione penitenziaria d'Oltreoceano, tra flashback e presente filmico che esplorano con necessaria drammaticità il percorso emotivo del protagonista, magnificamente interpretato da Nicolaj Coster-Waldau.