5 novità a febbraio su Prime Video, da Anna a The Deep

Andiamo alla scoperta dei migliori film arrivati recentemente nel catalogo di Amazon Prime Video, da La mappa delle piccole cose perfette a Swimming Pool.

speciale 5 novità a febbraio su Prime Video, da Anna a The Deep
Articolo a cura di

Intensi thriller psicologici venati di erotismo, commedie romantiche in contesti fantastici, esaltanti action-movie filmati da maestri del genere, sofferti survival-movie tratti da storie vere e vibranti drammi che hanno segnato la notte degli Oscar. Dopo un po' di tempo torniamo a parlarvi in uno speciale di alcune delle novità più interessanti arrivate, o tornate, recentemente nel catalogo di Amazon Prime Video, sempre più ricco per varietà e quantità.
In questo nuovo appuntamento vi proponiamo la visione di Swimming Pool, gioiellino torbido e sensuale firmato da Francois Ozon con protagoniste Charlotte Rampling e Ludivine Sagnier, di un nuovo original della piattaforma ossia La mappa delle piccole cose perfette, del ritorno di Luc Besson all'action tutto al femminile con Anna, della riproposizione dell'incredibile vicenda di un pescatore islandese sopravvissuto per miracolo alle gelide acque oceaniche in The Deep e del disperato Dallas Buyers Club, con gli straordinari Matthew McConaughey e Jared Leto vincitori entrambi dell'Academy Award.

Swimming Pool

Sarah Morton è un'affermata scrittrice, diventata famosa per la sua serie con protagonista un infallibile detective. Alle prese con un periodo di profonda crisi personale, la donna accetta la proposta del suo editore John e si trasferisce nella sua casa di campagna, ubicata nei pressi di Lacoste in Provenza, nella speranza di ritrovare serenità e ispirazione.
I primi giorni trascorrono come pronosticato e Sarah si rimette a scrivere in maniera sempre più massiccia, ma la quiete si interrompe una sera quando nella dimora sopraggiunge Julie, la figlia poco più che ventenne del padrone di casa. Le due donne, totalmente agli antipodi, saranno protagoniste di una feroce guerra psicologica senza esclusione di colpi.

Due attrici di diverse generazioni ma dal medesimo fascino e bravura come Charlotte Rampling e Ludivine Sagnier sono al centro di una storia che dietro l'apparente semplicità di partenza nasconde spunti morali e psicologici di vario tipo, in bilico tra dinamiche drammatiche e thriller, qui magnificamente armonizzate con tanto di un sensuale erotismo di sottofondo.
Il maestro francese Francois Ozon intesse un'atmosfera dai tratti bergmaniani su una partitura narrativa che rimanda al cult La piscina (1969), per un racconto in bilico tra sogno e realtà.

La mappa delle piccole cose perfette

Il giovane Mark si trova coinvolto, da chissà quanto tempo, nel bel mezzo di un loop temporale, nel quale è costretto a rivivere infinite volte lo stesso giorno. La sua stanca e noiosa routine si illumina improvvisamente quando conosce la bella Margaret, una coetanea che si trova nella sua stessa condizione.
Bloccati eternamente all'interno di quelle ventiquattro ore, i due stringono un rapporto sempre più profondo e danno vita al progetto di immortalare e segnare su una mappa tutte le cose belle che accadono nella loro cittadina in quell'arco di tempo. Un'impresa per nulla facile che dovrà affrontare inaspettate complicazioni.

La formula è la stessa che solo pochi mesi fa ha fatto le fortune dell'entusiasmante Palm Springs - Vivi come se non ci fosse un domani (2020) e il rischio déjà-vu, per chi ha visto suddetto titolo, è alto nella prima mezz'ora di visione.
Con il procedere degli eventi questa commedia romantica in salsa sci-fi comincia però a regalare soddisfazioni, tramite uno sguardo tenero e ironico al contempo e a una facilità nel generare emozioni genuine, complice anche l'affiatato duo formato da Kyle Allen e da Kathryn Newton, futura Cassie Lang nel prossimo episodio di Ant-Man.

Anna

La bella Anna, di origini russe, è caduta nell'inferno della tossicodipendenza. Una sera la ragazza viene reclutata da Alex, un ufficiale del KGB, che le propone di lavorare per l'agenzia per un periodo di cinque anni, dopo il quale sarà libera di ritirarsi a vita privata. Sotto la supervisione di Olga, la protagonista diventa in breve tempo una delle migliori assassine dell'organizzazione, in grado di eliminare anche gli obiettivi considerati più ostici.
La sua doppia vita da modella e la relazione con una collega conosciuta in passerella le permettono di mantenere il giusto anonimato.
Ma il destino che la aspetta le riserverà non poche sorprese, catapultandola in prima persona in un intrigo internazionale dove l'arte dell'inganno sarà fondamentale per riuscire a sopravvivere.

Luc Besson rielabora gli archetipi narrativi alla base di un suo grande classico, ossia Nikita (1990), realizzando un action-movie che esaspera con gusto le dinamiche dei moderni spy-thriller in un contesto sempre più esagerato e convulso, dove la verità si nasconde allo spettatore per essere svelata nei numerosi sbalzi temporali nel corso della narrazione.
Un gioco ad alto ritmo, avvincente nelle sequenze di puro stampo action che propongono un approccio scattante e frenetico, tale da sfruttare al meglio la slanciata fisicità della sua letale protagonista.

The Deep

Una notte del 1984 una squadra di pescatori si trova a bordo di un peschereccio al largo delle coste islandesi. All'improvviso il mezzo è vittima di un incidente, con le reti che si sono incagliate negli abissi e bloccano l'argano, causando il rovesciamento dell'imbarcazione.
I membri dell'equipaggio cercano di mettersi in salvo a nuoto ma solo uno di loro, il giovane Gulli, riesce nella disperata impresa, nuotando per ore in solitudine nel gelido Atlantico del Nord.
L'uomo giunge miracolosamente a riva, attraversando poi, a piedi nudi, un ostile terreno vulcanico. Il suo intenso calvario gli vale un'attenzione mediatica di livello internazionale, oltre che l'interesse della comunità scientifica che lo sottopone a diversi test per cercare una spiegazione alla sua incredibile capacità di resistenza.

Un survival-movie in piena regola che prende spunto da una drammatica, paradossale, storia realmente accaduta. The Deep non carica eccessivamente i toni ed evita emozioni e retorica gratuite, concentrandosi sulla fedeltà ai fatti e sulle psicologie dei personaggi coinvolti, con la pressoché totale attenzione concentrata proprio sul pescatore scampato chissà come a morte certa.
Il regista islandese Baltasar Kormákur sacrifica parzialmente un impatto facile e accattivante per offrire una rispettosa versione degli eventi, realizzando un film sincero e a suo modo commovente.

Dallas Buyers Club

Il settimo lungometraggio del regista canadese Jean-Marc Vallée è ispirato a una storia vera, accaduta in Texas negli anni '80.
L'operaio Ron Woodroof, tossicodipendente e frequentatore di prostitute, scopre di aver contratto l'AIDS, con le analisi che gli prospettano una fine imminente. Deciso a non darsi per vinto, l'uomo viaggia fino in Messico alla ricerca di una cura sperimentale che giovi alle sue critiche condizioni di salute; tornato in patria decide di aprire, con la collaborazione di un transgender, una sorta di associazione specializzata nell'importazione di prodotti palliativi per chiunque ne abbia bisogno, con ingenti guadagni in arrivo.

Un film che non fa sconti grazie a un approccio emotivo intenso, esasperato dalle sontuose performance di Matthew McConaughey e Jared Leto, entrambi premiati con la statuetta più ambita.
Dallas Buyers Club infrange il muro dei pregiudizi con una narrazione disperata e angosciante che non lascia indifferenti, in un viaggio introspettivo nelle vite di due "rinnegati" da un sistema politico e sociale che si dimentica degli ultimi e dei diversi.
Il tutto filtrato da uno sguardo classico e quasi mitico sull'uomo comune, sempre pronto a lottare per una giusta causa nella terra dell'illusorio american dream.

Quanto attendi: Amazon Prime Cinema

Hype
Hype totali: 128
72%
nd