5 novità ad aprile su Amazon Prime Video, da The Silent Man a Tekken

Andiamo alla scoperta di alcuni film arrivati recentemente nel catalogo di Amazon Prime Video, da Operation Chromite a Drive.

speciale 5 novità ad aprile su Amazon Prime Video, da The Silent Man a Tekken
Articolo a cura di

Tesi thriller biografici, adattamenti di saghe fantasy, film sulla guerra di Corea, trasposizioni di amati videogiochi e grandi cult del cinema recente. Nel nostro nuovo appuntamento dedicato ai titoli da poco disponibili nel catalogo di Amazon Prime Video andiamo a parlare del biopic The Silent Man con Liam Neeson, del fantastico Il mistero di Arkandias, dell'avvincente Operation Chromite (con ancora Neeson a vestire i panni del generale MacArthur), del live-action di Tekken e di Drive di Nicolas Winding Refn, la pellicola che ha consacrato al grande pubblico Ryan Gosling.

The Silent Man

Nell'aprile del 1972, il vicedirettore dell'FBI Mark Felt deve cedere il posto di comando (da lui caldamente sognato dopo la scomparsa dello storico predecessore) a Pat Gray, uomo di fiducia della Casa Bianca, che rischia di compromettere l'indipendenza dell'organizzazione. Le indagini sul Watergate, lo scandalo che solo poco tempo prima ha sconvolto per sempre l'opinione pubblica americana, sono al centro della personale battaglia di Felt, che si trova immischiato in una subdola partita a scacchi tra potenziali traditori e gole profonde pronte a fare il doppio gioco. Ma quale sarà la verità?

Liam Neeson veste i panni del vicedirettore dell'FBI che si trovò direttamente coinvolto nello scandalo Watergate in un biopic esteticamente curato che può contare sulle interpretazioni di un cast d'eccellenza (tra i tanti Marton Csokas, Diane Lane, Michael C. Hall, Tom Sizemore, Bruce Greenwood ed Eddie Marsan) ma non sempre coeso a livello narrativo e di montaggio.
The Silent Man ci accompagna verso una pagina meno conosciuta di uno dei casi clou della politica americana con un approccio didascalico, una sorta di resoconto informativo in forma filmica che appassiona - con riserve - pur nella sua palese lentezza.

Il mistero di Arkandias

Il piccolo Theo, vittima di bullismo tra i banchi di scuola, ha come uniche amiche la secchiona Bonav e la ribelle Laura, di qualche anno più grande. L'eterogeneo trio, dopo essere entrato in possesso di un libro magico, decide di creare un anello dell'invisibilità.
Tramite un rituale spiegato nel volume, il protagonista ottiene il fantastico oggetto, attirando però l'attenzione da parte di tre subdole streghe che lo prendono di mira. Rischiando di non poter più tornare a uno stato normale e di "svanire" per sempre, Theo si trova alle prese con una corsa contro il tempo nella quale troverà il fondamentale aiuto del misterioso e buffo mago Arkandias.

L'omonima trilogia per giovanissimi lettori dello scrittore francese Eric Boisset sbarca sul grande schermo in una produzione che non convince sia dal lato spettacolare, troppo approssimativo, che da quello narrativo, smussando le sfumature dell'opera alla base in una commedia dal taglio fantasy banale e infantilista. Un attore di razza come Christian Clavier si trova spaesato in un cast poco carismatico, sia tra gli adulti che tra i piccoli protagonisti.

Operation Chromite

1950, Guerra di Corea. Le forze alleate sono al comando del generale MacArthur e appoggiano il governo del Sud, tentando una missione disperata per risolvere la situazione del conflitto dopo che l'esercito del Nord ha conquistato quasi tutta la Penisola. L'intento è quello di attaccare la città portuale di Incheon, ma affinché l'operazione si concluda con successo otto spie mandate sotto copertura nelle fila nemiche dovranno entrare in possesso di fondamentali segreti militari.

Un film piacevolmente retorico e rassicurante nel suo patriottico classicismo che regala un'avvincente spettacolo di impostazione bellica. Questa produzione sud-coreana, che vanta la presenza di Liam Neeson nei panni del generale MacArthur, è liberamente ispirata a una storia vera avvenuta durante la Guerra di Corea che vide protagonisti otto soldati inviati come spie tra le fila nemiche.
Un racconto in cui colpi di scena e gesta di eroismo sono prevedibili e incalzanti al contempo, tra istinti drammatici e un sano intrattenimento di genere che svolge degnamente il proprio compito.

Tekken - Il film

In un prossimo futuro il mondo è stato semi-distrutto dalle guerre e i territori sono nelle mani di grandi corporazioni senza scrupoli. La più potente è la Tekken corporation, che controlla il Nord America, ed è gestita dal vecchio Heihachi Mishima. Questi, per distrarre una popolazione sempre più povera, ha istituito un torneo di arti marziali, l'Iron Fist.
Heihachi provoca però le invidie del suo ambizioso figlio Kazuya che mira a prendere in breve tempo il posto del padre. Quando il contrabbandiere Jin Kazama si iscrive alla competizione in cerca di vendetta contro Heihachi (il vincitore potrà infatti sfidarlo in un combattimento) e diventa un eroe della gente comune, lo status quo rischia di cambiare per sempre.

Il live-action del popolare videogioco Namco è una sorta di "picchiaduro videoclipparo" in forma filmica, privo peraltro dell'interazione presente nella sua forma originaria. Se gli appassionati del franchise potranno incuriosirsi nel vedere le controparti in carne e ossa degli amati personaggi, e le sequenze d'azione pur nella loro scontatezza possono intrattenere un pubblico senza troppe pretese, nella sua complessità Tekken è un titolo al di sotto della sufficienza che delude le aspettative di partenza.

Drive

Un pilota d'auto dalla natura solitaria porta avanti con successo una carriera parallela come guidatore su commissione per il mondo criminale. Si trova però a essere il bersaglio degli uomini più pericolosi di Los Angeles quando accetta di aiutare la sua bella vicina di casa, Irene. Il lavoro prende una piega pericolosamente sbagliata e l'unico modo per tenere in vita la donna e suo figlio è fare ciò che gli riesce meglio: guidare.

Dopo la memorabile trilogia di Pusher, Nicolas Winding Refn continua il suo viaggio nel mondo criminale con un film diventato da subito cult, capace di sdoganare il suo cinema unico e senza compromessi al grande pubblico e di lanciare Ryan Gosling quale vera e propria star. Amaro e ferale, Drive è un'opera carica di adrenalina e violenza che sa dove e come colpire lo spettatore, con una colonna sonora indimenticabile e scene madri che lasciano il segno, trovando il mix ideale tra un'azione di stampo classico e una cruda, efficace, violenza di genere.

Quanto attendi: Amazon Prime Cinema

Hype
Hype totali: 92
74%
nd