5 novità su Amazon Prime Video a ottobre, da Furyo a Operazione Valchiria

Andiamo alla scoperta di alcuni film arrivati recentemente nel catalogo di Amazon Prime Video, da A dangerous method a The Kid.

speciale 5 novità su Amazon Prime Video a ottobre, da Furyo a Operazione Valchiria
Articolo a cura di

Western su leggendari pistoleri, intensi racconti ambientati durante la seconda guerra mondiale - tratti sia da racconti autobiografici che da eventi realmente accaduti - biopic dedicati a importanti figure della filosofia moderna e adattamenti live action di franchise fantastici. Nel nostro nuovo appuntamento dedicato alle novità disponibili nel catalogo filmico di Amazon Prime Video ci concentriamo in quest'occasione sull'avvincente The Kid, nuova versione del rapporto tra Billy the Kid e Pat Garrett, sul cult Furyo (con un cast delle grandi occasioni capitanato da David Bowie, Ryuichi Sakamoto e Takeshi Kitano), sul teso Operazione Valchiria nel quale Tom Cruise si oppone a Hitler, sul particolare omaggio a Freud firmato da David Cronenberg, ossia A dangerous method, e sull'incursione per il grande schermo del brand di Mutant Chronicles.

The Kid

Il giovanissimo Rio Cutler ha ucciso il padre, tiranno in casa e spesso violento nei confronti della famiglia quando in stato di ubriachezza. Lo sparo è stato udito dal fratello dell'uomo, lo zio Grant Cutler, così Rio fugge con la sorella maggiore con l'intenzione di raggiungere Santa Fe, dove un'amica della genitrice potrebbe fornire loro protezione.
Nel corso del viaggio si imbattono nel celeberrimo fuorilegge Billy the Kid e nella sua banda. Rio rimane subito affascinato dalla personalità del pistolero ma lo sceriffo Pat Garrett e i suoi vice catturano il ricercato, in attesa di processo (e certa condanna all'impiccagione). Garrett accetta anche di accompagnare Rio e Sara nel tragitto che condurrà il prigioniero in cella ma i due decidono di abbandonare la "carovana" ignari che il vendicativo zio sia sulle loro tracce.

La storia di Pat Garrett e Billy the Kid rivive ancora una volta nel secondo film da regista di Vincent D'Onofrio, che ripercorre il rapporto tra i due nella fase "calante" e con un'ottica parzialmente revisionista. The Kid è un western crepuscolare con dinamiche da revenge movie che si concentra sull'importanza dei rapporti umani. Una notevole cura paesaggistica nelle riprese in campo largo, una gestione dell'azione di ottima fattura e un notevole livello di tensione con un cast capitanato da Ethan Hawke e Dane DeHaan confezionano un prodotto consigliato a tutti gli appassionati del filone.

Furyo

Giava, 1942, seconda guerra mondiale. Il campo di prigionia giapponese è gestito dal giovane e idealista capitano Yonoi, aiutato dal fidato sergente Hara. A mediare tra soldati e reclusi è il tenente colonnello Lawrence, unico a parlare perfettamente l'idioma autoctono avendo vissuto a lungo nel Sol Levante.
Quest'ultimo, apprezzato da Yonoi, viene invece visto in malo modo da alcuni dei suoi connazionali, a causa della sua passione e affinità con la cultura giapponese. Un giorno arriva nel campo un nuovo prigioniero, Jack Celliers, un ufficiale australiano catturato in missione, che sin da subito si oppone all'autorità di Yonoi, pur instaurando con questi uno strano e ambiguo rapporto...

Un'opera potente e lirica, in grado di offrire all'interno della sua sfaccettata narrazione diversi spunti di riflessione sempre attuali, adoperando un cast di stelle internazionali sia musicali che cinematografiche (David Bowie, Ryuichi Sakamoto, Takeshi Kitano). Splendida la colonna sonora, curata dallo stesso Sakamoto, così come il finale, perfetta conclusione di un racconto contro tutte le guerre e le discriminazioni, razziali e non.

Operazione Valchiria

Claus Schenk von Stauffenberg, colonnello della Wehrmacht impegnato nel Nord Africa, non condivide più i metodi hitleriani. Dopo aver perso un occhio, un braccio e metà di una mano, l'uomo, rientrato in patria, organizza un piano insieme ad altri militari per uccidere il Fuhrer...

In certi casi i film tratti da fatti storici realmente accaduti rischiano di perdere parzialmente mordente, in quanto il pubblico è già a conoscenza della risoluzione degli eventi e in questo caso, con l'attentato ad Adolf Hitler, chiunque sa quale sia stato l'esito finale.
Bryan Singer riesce comunque a costruire un film solido e tensivo, un magnifico thriller a sfondo bellico dove l'interesse rimane sempre ai massimi livelli, complici l'efficace ricostruzione storica e scenografica, le sporadiche ma toste sequenze a sfondo bellico e le intense performance di un gran cast capitanato da Tom Cruise, Carice van Houten e Kenneth Branagh.

A dangerous method

Carl Hustav Jong è un rispettato psichiatra, la cui vita cambia quando tra le sue pazienti arriva Sabina Spielrein, ossessionata dal sesso, con cui scatta una focosa relazione. Il rapporto con l'amante mette in crisi anche la profonda amicizia col professor Freud, che vedeva in lui il designato erede...

David Cronenberg continua, pur in forme diverse dallo stile primigenio, a raccontare le pulsioni di animo e corpo, cambiando il metodo ma incidendo in maniera ugualmente tagliente e chirurgica.
Questa storia di pazzia e scambio di sentimenti, a tratti quasi memore del bergmaniano Persona, è infatti un viaggio di dolore interiore e fisico, straziante epopea di quel viaggio chiamato vita dove i desideri spesso repressi segnano il destino degli individui. Ottimo il cast, a cominciare dai tre protagonisti, con una Keira Knightley in una delle prove più intense e riuscite della sua carriera supportata da Viggo Mortensen e Michael Fassbender.

Mutant Chronicles

Nel 2707 l'umanità si trova sull'orlo del baratro. In un mondo allo sfascio quattro grandi mega-corporazioni si fronteggiano in una vera e propria guerra mondiale ma, durante una battaglia, alcune esplosioni riportano alla luce un antico meccanismo di origini aliene, rimasto in letargo per 10.000 anni, capace di trasformare gli uomini in creature mutanti affamate di carne umana.
La Macchina diffonde il contagio ed è in grado di rigenerare anche i morti e i feriti con nuovi arti metallici, obbligando l'antico ordine religioso della Fratellanza a preparare una disperata missione di salvezza. Basandosi su una profezia, fratello Samuel assolda una squadra di soldati scelti, provenienti da ogni angolo del globo, per infiltrarli nei cunicoli della Macchina e tentare di distruggerla.

Il brand di Mutant Chronicles viene sprecato in un b-movie incapace di centrare il bersaglio, con una sceneggiatura confusa e pasticciata che scrive il destino dei personaggi già nei primi minuti e una regia scialba e anonima, che trova qualche sussulto soltanto in una manciata di scene d'azione realizzate con il giusto feeling. Sci-fi/horror con mutanti simili a moderni zombie corridori, l'operazione è priva di personalità e ha il demerito di sciupare un cast potenzialmente "di facce giuste" capitanato da Thomas Jane, John Malkovich e Ron Perlman.

Quanto attendi: Amazon Prime Cinema

Hype
Hype totali: 50
74%
nd