5 classici su Amazon Prime Video, da Vampires a Miami Vice

Andiamo alla scoperta di alcune pellicole da tempo disponibili nel catalogo di Amazon Prime Video, da Panic Room a I racconti del cuscino.

speciale 5 classici su Amazon Prime Video, da Vampires a Miami Vice
Articolo a cura di

Cacciatori di vampiri e spietati succhiasangue, safe room apparentemente impenetrabili, saghe poliziesche che riemergono dagli anni '80, intelligenze artificiali indistinguibili dalla realtà e affascinanti incursioni d'autore nella cultura nipponica: in quest'appuntamento con i film da tempo disponibili nel catalogo di Amazon Prime Video ci concentriamo su cinque opere molto diverse tra loro ma tutte meritevoli di visione.
Dal Vampires di John Carpenter, con uno scatenato James Woods a caccia di creature della notte, al serrato Panic Room, ispirato thriller di David Fincher, dalla struggente fantascienza iberica di Eva alla versione 2.0 di Miami Vice firmata da Michael Mann, per chiudere con il raffinato ed erotico I racconti del cuscino diretto da Peter Greenaway, la varietà la fa da padrona.

Panic Room

Meg, da poco divorziata, si trasferisce con la figlia undicenne Sarah in un una lussuosa casa nell'Upper West Side di Manhattan. La nuova dimora a più piani ha anche la peculiarità di avere al suo interno una safe room, una stanza costruita in acciaio da usare come luogo di rifugio in caso di intrusione da parte di sconosciuti, dotata di videocamere di sorveglianza e di una linea telefonica di emergenza, quest'ultima ancora da attivare.
Il caso vuole che la prima notte trascorsa dalle nuove proprietarie coincida con l'infrazione da parte di tre rapinatori, i quali ritenevano l'abitazione ancora in vendita e disabitata, alla ricerca di un'ingente somma di denaro. È a questo punto che inizia un estenuante gioco del gatto e del topo tra le inquiline e gli inaspettati intrusi...
David Fincher ridisegna le coordinate base tipiche del filone home invasion in un thriller serrato e claustrofobico ricco di soluzioni narrative e visive, dove la suspense regna sovrana grazie anche alle ottime performance del cast, che vede nei ruoli principali Jodie Foster, Forest Whitaker e una giovanissima Kristen Stewart.

Vampires

Jack Crow è il leader di un gruppo di cacciatori di vampiri che opera nel Nuovo Messico. Dopo l'ultima missione, conclusa con successo, la banda viene attaccata durante i relativi festeggiamenti da Valek, un Maestro Vampiro dotato di poteri ben superiori a quelli dei suoi simili; il party si trasforma così in un massacro e gli unici a sopravvivere sono Jack e la sua spalla destra Tony Montoya.
Insieme ai due fuggitivi vi è anche la prostituta Katrina, morsa da Valek e ora in contatto telepatico col succhiasangue: proprio grazie a questa connessione mentale, Jack scopre che il Maestro è sulle tracce di un'antica reliquia cristiana capace di donare alla sua razza la capacità di sopravvivere alla luce del sole.
Con l'aiuto di padre Guiteau, un sacerdote agli ordini del potente cardinale Alba, Jack e Tony dovranno impedire che i non morti diventino ancora più potenti. Esaltante western-horror moderno che aggiorna il mito della frontiera a un'estetica da b-movie di pregevole fattura, Vampires è un film carpenteriano al 100%, ricettacolo di citazioni e portatore di sferzate irriverenti contro i dogmi religiosi, con una violenza gustosa e un cast, capitanato dall'anti-eroe di James Woods, di facce giuste al posto giusto.

Eva

Anno 2041. Nella cittadina di Santa Irene, in Spagna, l'ingegnere cibernetico Alex fa ritorno a casa dopo dieci anni per prendere parte a un progetto segreto con lo scopo di creare una bambina robot, capace secondo le intenzioni di provare le stesse emozioni di un giovane essere umano. Oltre all'ambiziosa "missione" che si trova davanti, l'uomo deve anche venire a patti con il proprio passato, e col rapporto che ora lega suo fratello David e la sua ex, Lana, che hanno avuto anche una figlia, Eva.
La piccola, che spicca per spontaneità e intelligenza, si affeziona, ricambiata, a suo zio Alex, il quale decide di prenderla come modello per costruire l'intelligenza artificiale del robot in lavorazione. Fantascienza, dramma e thriller sono ibridati magnificamente in questa toccante produzione spagnola che coniuga con equilibrio notevoli istinti di genere, diversi spunti etici di riflessione e una struggente forza emotiva in grado di avvinghiare lo spettatore alla poltrona.

I racconti del cuscino

La bella Nagiko, reduce da un matrimonio combinato finito male, è ossessionata da I racconti del cuscino, opera della cortigiana Sei Shonagon scritta nel XI secolo, si reca così a Hong Kong con l'intento di trovare degli amanti che scrivano sul suo corpo. Quando conosce Jerome, l'amante straniero dell'editore omosessuale che ricattava suo padre per ottenere prestazioni sessuali, se ne innamora follemente, ricambiata dall'uomo. Ma è un amore destinato a finire in tragedia.
Peter Greenaway in trasferta giapponese non cambia uno degli elementi simbolo del suo cinema: l'ossessione per il corpo, qui vera e propria tela dove narrare una storia, è più marcata del solito, e le splendide grazie di Vivian Wu si rivelano l'essenza perfetta per raccontare queste pagine di amore e morte. Un'opera affascinante, dalle lettura ambivalente, con una colonna sonora che spazia da canti classici giapponesi a melodie occidentali, che vede tra i protagonisti anche un giovane Ewan McGregor, all'epoca appena lanciato da Trainspotting (1996).

Miami Vice

Dopo la morte di un loro vecchio informatore, i detective della polizia di Miami Sonny Crockett e Ricardo Tubbs accettano un incarico sotto copertura per l'FBI: lo scopo dei due agenti sarà quello di infiltrarsi in un'organizzazione criminale colombiana che gestisce il traffico di droga negli Stati Uniti. Le cose però si complicano quando Sonny si innamora, ricambiato, della bella moglie di Montoya, il capo dell'organizzazione di narcotrafficanti. La relazione clandestina tra i due scatena la gelosia di Yero, il braccio destro del boss, che farà di tutto per mettere i bastoni tra le ruote a Sonny e Rico, rischiando di portare alla luce la loro reale identità.
Michael Mann riporta a nuova vita la storica serie poliziesca degli anni '80 in una moderna versione pensata per il grande schermo, dando vita a uno dei polizieschi più riusciti, e sottovalutati, dello scorso decennio. Dall'ispirata regia alla magistrale colonna sonora niente è fuori posto, e il carismatico cast (che vede nei ruoli principali Colin Farrell, Jamie Foxx e una splendida Gong Li) si immerge in questa cavalcata action/thriller dagli squarci iperrealistici e dall'eleganza sopraffina.

Quanto attendi: Amazon Prime Cinema

Hype
Hype totali: 44
75%
nd