Rubrica So cosa eye fatto: Colin Farrell

L'irlandese che conquistò Hollywood

rubrica So cosa eye fatto: Colin Farrell
INFORMAZIONI FILM
Articolo a cura di

Il 26 Agosto 2011 lo vedremo nei panni del succhiasangue Jerry Dandridge in Fright night-Il vampiro della porta accanto di Craig Gillespie, remake dell'horror-cult Ammazzavampiri, firmato nel 1985 da Tom"Bambola assassina"Holland, ma, prima ancora, il 17, avremo modo di apprezzarlo nel ruolo del viziato e antipatico capo ufficio di Jason Sudeikis all'interno della divertente commedia Come ammazzare il capo... e vivere felici, diretta da Seth Gordon ed interpretata, tra gli altri, da Jason Bateman e Kevin Spacey.
Quindi, ci sembra giusto dedicare questa puntata agostiana del nostro spazio monografico So cosa eye fatto alla carriera dell'irlandese Colin James Farrell, semplicemente conosciuto come Colin Farrell, nato il 31 Maggio del 1976 a Castlecnock e il cui futuro cinematografico prevede sia Total recall di Len Wiseman, rifacimento dell'omonima, violenta fanta-avventura dickiana (in Italia uscita come Atto di forza) che, nel 1990, ebbe per protagonista Arnold Schwarzenegger sotto la regia di Paul"Robocop"Verhoeven, sia Seven psychopaths di Martin McDonagh, commedia impreziosita da cast all star comprendente Christopher Walken, Sam Rockwell e Mickey Rourke.

Porno-Colin

Nel 2005 circolò in rete un video hard girato da Colin Farrell insieme alla sua ex fidanzata Nicole Narain, ma l’attore ha lottato duramente, supportato dal suo staff, per bloccarne la diffusione sul web.

Welcome to Colin...wood!

Il più giovane dei quattro figli di Eamon Farrell, ex calciatore che giocò nei Shamrock Rovers negli anni Sessanta, tenta di seguire le orme del padre, ma, iscritto dalla madre Rita ad un corso di danza per far sì che ottenga un'educazione artistica, frequenta la St. Brigid's National School Castleknock, il Castleknock College ed il Gormanston College, per poi essere scartato, diciassettenne, ad un provino per entrare a far parte della boy band Boyzone. Solo dopo aver trascorso un anno in Australia ed aver lavorato come cameriere si iscrive alla Gaiety School of Acting di Dublino e, prima di concludere gli studi di recitazione, appare non accreditato ne La scomparsa di Finbar, diretto nel 1996 Sue Clayton.
Un anno prima di prendere parte a Drinking crude di Owen McPolin e due in anticipo rispetto al suo passaggio al piccolo schermo con la mini-serie Falling for a dancer (nella foto) di Richard Standeven e il serial Ballykissangel, senza contare la partecipazione a diversi episodi di Love in the 21st Century, del 1999.
E, sempre nel 1999, è Tim Roth a volerlo nel cast del suo esordio registico Zona di guerra, mentre il succitato Spacey, l'anno successivo, lo prende al suo fianco per Un perfetto criminale di Thaddeus O'Sullivan.

Tig...Irland

Ma il successo cinematografico, sempre nel 2000, arriva con il ruolo di Roland Bozz in Tigerland di Joel Schumacher, il quale, due anni dopo, lo riprende come protagonista assoluto nel thriller In linea con l'assassino, quasi completamente ambientato all'interno di una cabina telefonica e in cui ha modo di sfoggiare una sorprendente performance.
Nel frattempo, però, sposa nel 2001 - anno in cui interpreta il film western Gli ultimi fuorilegge di Les Mayfield - l'attrice Amelia Warner (nella foto con l'attore), dalla quale divorzia dopo soli quattro mesi; mentre il 2002 lo vede sia al servizio di Gregory Hoblit per il bellico Sotto corte marziale, al fianco di Bruce Willis, che di Steven Spielberg per il fantascientifico Minority report, con Tom Cruise.
Il 2003, oltre a segnare l'inizio della sua collaborazione con l'organizzazione internazionale delle Special Olympics e a vederlo diventare padre del piccolo James, avuto dall'ex fidanzata Kim Bordenave, modella, ed affetto dalla sindrome di Angelman, si rivela un anno intenso dal punto di vista professionale. Infatti, ricopre il ruolo del cattivo Bullseye nel cinecomic Daredevil di Mark Steven Johnson, affianca Al Pacino nel thriller La regola del sospetto di Roger Donaldson, è protagonista di Intermission di John Crowley, partner di Samuel L. Jackson nell'action-movie S.W.A.T.-Squadra speciale anticrimine di Clark Johnson e fa una breve apparizione nel dramma biografico Veronica Guerin-Il prezzo del coraggio, a firma del già citato Schumacher.
Anche se il 2004 non è da meno, con l'indipendente Una casa alla fine del mondo, diretto da Michael Mayer basandosi sull'omonimo romanzo di Michael Cunningham, e lo storico Alexander di Oliver Stone, il cui comparto femminile include le sexy Angelina Jolie e Rosario Dawson.

Cose da Farrell

Chiaro, quindi, che Farrell sia ormai diventato una star hollywoodiana a tutti gli effetti, tanto che, al di là della partecipazione ad un episodio della serie tv Scrubs, nel 2005 lo vuole Terrence Malick nel suo The new world-Il nuovo mondo, ovvero la storia di Pocahontas.
Ed è bene o male l'anno successivo, quando interpreta Chiedi alla polvere per Robert Towne - da un romanzo di John Fante - e Miami vice sotto la regia di Michael Mann, che entra in un centro di riabilitazione per disintossicarsi da abuso di droghe e alcool.
E' poi Woody Allen, nel 2007 (periodo in cui inizia una relazione con la studentessa irlandese Muireann McDonnell), a porlo al fianco di Ewan McGregor nel poco riuscito Sogni e delitti; anticipando di un anno sia il suo breve rapporto con la scrittrice inglese Emma Forrest che le uscite di Pride and glory di Gavin O'Connor, con Edward Norton e Jon Voight, e In brughes-La coscienza dell'assassino del succitato Martin McDonagh, il quale gli fa vincere il Golden Globe.
Infine, nel 2009, oltre a rendere pubblico il suo legame con l'attrice polacca Alicja Bachleda-Curus, conosciuta sul set del romantico Ondine-Il segreto del mare di Neil Jordan e dalla quale si separa dopo aver avuto da lei il figlio Henry Tadeusz, lo abbiamo tra i protagonisti di Parnassus-L'uomo che voleva ingannare il diavolo di Terry Gilliam, di Triage di Danis Tanovic e di Crazy heart di Scott Cooper, pellicola che permette a Jeff Bridges di vincere il premio Oscar.
A quando, quindi, una ambita statuetta anche per il buon vecchio Colin, inoltre interprete, nel frattempo, della storia di malavita London Boulevard di William Monahan e dell'avventuroso The way back di Peter Weir, entrambi datati 2010?