I migliori film di Novembre 2015, tutte le migliori uscite in sala

Passiamo in rassegna i titoli migliori del mese scorso: chi sarà il vincitore del titolo di miglior film? Il brivido di SPECTRE? Le distopie di Hunger Games? Scopriamo insieme chi si merita la corona di novembre!

rubrica Film del mese - i film da vedere di Novembre 2015
Articolo a cura di

Natale si avvicina e non vediamo l'ora di gustarci qualche film sotto l'albero o in sala, a Santo Stefano... per molti le prossime due settimane saranno di spasmodica attesa nei confronti del nuovo Star Wars, ma ora è tempo di guardarci un attimo indietro e scoprire i titoli migliori del mese appena trascorso: novembre!
Un mese denso di eventi speciali interessanti, tanto per cominciare: dal commovente capolavoro firmato Studio Ghibli La tomba delle lucciole ai grande classici italiani Il secondo tragico Fantozzi, Ricomincio da tre e Amici miei, passando per i documentaristici Wacken 3D e Steve McQueen - Una vita spericolata. Tra i film che non hanno goduto di particolare seguito, ma meritevoli di visione, ritroviamo gli impegnati Freeheld - Amore, giustizia, uguaglianza, Malala e Iqbal: Bambini senza paura, mentre Dobbiamo parlare, In fondo al bosco, A testa alta e l'originalissimo Fantasticherie di un passeggiatore solitario. Sull'orlo della mediocrità film da cui ci si aspettava di più, invece, nel caso di Rock the Kasbah, By the sea, Il segreto dei suoi occhi e A bigger splash. Riuscite a metà opere come Dio esiste e vive a Bruxelles, The visit, Premonitions, Pan. Insomma, sembrerebbe quasi che novembre non ci abbia entusiasmato per nulla... e invece no, perché per fortuna titoli davvero meritevoli non mancano mai. Vediamoli insieme nella nostra usuale classifica!

Il sapore del successo

Primo tra i segnalati, perfetto per una serata spensierata e come pre-cena... dato che post visione avrete sicuramente un certo appetito! Il sapore del successo è il nuovo film di John Wells ambientato nel mondo della ristorazione stellata, e vanta un cast di tutto rispetto: Bradley Cooper nei panni del protagonista Adam Jones -chef dagli avventusosi trascorsi- ma anche Sienna Miller, Daniel Brühl, Matthew Rhys, il nostrano Riccardo Scamarcio, Omar Sy, Emma Thompson e Uma Thurman, tutti insieme per una commedia deliziosa (in senso letterale, visto i risvolti gastronomici), che coniuga buoni sentimenti e carrellate culinarie.


Gli ultimi saranno ultimi

Dopo il poco riuscito Confusi e felici, Massimiliano Bruno torna dietro la macchina da presa per raccontare la dura vita di precari e sfortunati nell'Italia del ventunesimo secolo. Nel cast ritroviamo, tra gli altri, una Paola Cortellesi in odore di David di Donatello, Fabrizio Bentivoglio nei panni di un poliziotto e il sempre bravo Alessandro Gassman. Una commedia all'italiana dai risvolti amari che guarda al cinema di Dino Risi.


45 anni

Kate e Geoff conducono una vita tranquilla nella campagna inglese e si apprestano a festeggiare un importante traguardo: ben 45 anni di matrimonio. A pochi giorni dall'evento, però, Geoff riceve una notizia destabilizzante: è stato ritrovato in un ghiacciaio il corpo intatto di Katya, la sua prima fidanzata finita dispersa durante un'escursione negli anni sessanta... e nella coppia si insinua il tarlo del dubbio. Eccellenti i due interpreti Charlotte Rampling e Tom Courtenay, in un dramma diretto con estrema delicatezza da Andrew Haigh.


Bella e perduta

Dall'Italia un film atipico, trasognato, e assolutamente da scoprire. Dopo l'acclamatissimo La bocca del lupo, Pietro Marcello torna a meravigliare con la sua opera seconda, racconto elegiaco di una identità perduta e di un'italianità in trasformazione. Immerso in un realismo magico che fonde realtà e finzione, attualità ed escapismo onirico, il regista ci conduce per mano attraverso i paradossi della nostra società (posti bellissimi abbandonati, natura lasciata morire per profitto) e le bellezze recondite della nostra tradizione (la maschera di pulcinella, il valore unico di una tradizione pastorale) realizzando un film che è pura suggestione ma anche profonda riflessione sul nostro esistere e sul nostro vivere.


Loro chi?

Tra le migliori commedie italiane degli ultimi anni, Loro chi? nasce dallo sforzo congiunto di Francesco Micciché e Fabio Bonifacci, che mettono Edoardo Leo e Marco Giallini all'interno di una situazione da 'truffa all'italiana' che ricorda molti film del passato pur essendo un film moderno e grintoso. Si ride molto e gli interpreti 'funzionano' benissimo.


Il viaggio di Arlo

Dopo averci emozionato con Inside Out, ecco che Disney-Pixar tornano alla carica con un film dallo spirito molto classico ma dal contenuto irresistibile. Partendo da un semplice 'what if?' (cosa sarebbe successo se i dinosauri non si fossero estinti e uno di loro facesse amicizia con un "cucciolo" di umano?) Il viaggio di Arlo parla di natura e rapporti interpersonali, dell'importanza della famiglia e della scoperta della vita. "Roba già vista"? Forse, ma impiattata in maniera impeccabile.


Snoopy & Friends - Il film dei Peanuts

Steve Martino riesce nella non semplice impresa di traghettare i Peanuts negli anni 2010 innovando la realizzazione grafica e proponendo un approccio più dinamico alle vicende, pur rimanendo fedele al grande Classico di Charles M. Schulz. Il risultato è un film divertente e a suo modo catartico, realizzato con cura e rispetto (dell'autore e del pubblico).


SPECTRE

Dopo lo straordinario successo di Skyfall, James Bond torna al cinema con il 24esimo episodio ufficiale delle sue avventure, un capitolo classico e celebrativo firmato ancora una volta Sam Mendes e con il quattro volte protagonista Daniel Craig. Un film girato con grande maestria e denso di momenti memorabili, ma contraddistinto anche da una totale mancanza di guizzi di ogni tipo, concentrato com'è a vivere continuamente sulla scia della tradizione. E questo potrebbe, a seconda dei gusti, essere un punto di forza o debolezza.


Mr Holmes - Il mistero del caso irrisolto

Di film su Sherlock Holmes ne esistono innumerevoli, ma Mr. Holmes è speciale. Non solo perché tratta un aspetto (apocrifo) del personaggio decisamente inusuale come la sua senilità, ma anche per la superba interpretazione di un grande come Ian McKellen, che restituisce uno Sherlock inedito e interessantissimo. Il detective più famoso al mondo, nel film di Bill Condon, si è ritirato a vita privata, che conduce a placidamente in una fattoria della campagna inglese. Ma con l'aiuto di Roger, il figlio quattordicenne della sua domestica, Holmes riaprirà l'unico caso irrisolto nella sua vita... da non perdere.


Hunger Games: Il Canto della Rivolta - Parte II

Pellicola più attesa di novembre e certamente tra le migliori, Il Canto della Rivolta - Parte II rappresenta uno di quei casi più unici che rari di adattamenti cinematografici migliori della originale controparte cartacea: asciugando le paturnie mentali della protagonista Katniss e continuando ad esplicitare un po' meglio il contesto sociale della Rivoluzione di Panem, Francis Lawrence imbastisce qualche bella scena d'azione e soprattutto molta tensione, oltre a ridare un po' di dignità letteraria ad alcuni personaggi che nel libro risultavano davvero in balia degli eventi. Certo, le modifiche sono sostanziose ma mai gratuite, anche se potrebbero far storcere il naso ai puristi, e il film risente di alcuni passaggi un po' lenti o dalla risoluzione un po' opportunista che, però, derivano direttamente dall'opera originale. Ma, ad ogni modo, una degna e drammatica conclusione ad una delle saghe di maggior successo degli ultimi anni.