I film al cinema a ottobre 2022, da Black Adam ad Halloween Ends

Andiamo a scoprire i titoli più interessanti in uscita nelle sale italiane a ottobre: da Everything Everywhere all at Once a Halloween Ends.

I film al cinema a ottobre 2022, da Black Adam ad Halloween Ends
INFORMAZIONI FILM
Articolo a cura di

Come ogni mese eccoci al consueto appuntamento con le migliori uscite che ci attendono nelle prossime settimane nei cinema italiani. Ottobre si prospetta assai ricco di titoli di interesse, a cominciare da uno dei film più entusiasmanti dell'anno, ossia il folle - multiversico - Everything Everywhere all at Once, con protagonista una straordinaria Michelle Yeoh. Gli amanti dei cinecomic potranno gioire per l'arrivo di Black Adam, prima incursione sul grande schermo del supereroe DC, mentre gli amanti dell'horror avranno da gustarsi l'ultimo episodio della popolare saga di Michael Myers con Halloween Ends nonché il ritorno in versione rimasterizzata in 4K di un grande cult come Battle Royale.

Anche i cinefili duri e puri non resteranno delusi, con l'ultimo lavoro di Jafar Panahi premiato a Venezia, Gli orsi non esistono, oltre al nuovo film di Hirozaku Koreeda - questo premiato a Cannes - Le buone stelle - Broker e infine la Palma d'oro 2022, ossia Triangle of sadness. E poi ancora tanto altro, come potete scoprire nella selezione di titoli che abbiamo scelto per voi.

Everything Everywhere All at Once (6 ottobre)

Evelyn Wang (Michelle Yeoh) gestisce una piccola lavanderia a gettoni, ha una figlia adolescente che non capisce più, un padre rintronato e un matrimonio alla frutta. Un controllo fiscale di routine diventa inaspettatamente la porta attraverso cui Evelyn viene trascinata in una avvincente e coloratissima avventura nel multiverso più innovativo e divertente mai visto al cinema.

Chiamata a salvare il destino degli universi, dovrà attingere a tutto il suo coraggio per sconfiggere un nemico all'apparenza inarrestabile e riportare l'armonia nella sua famiglia. Definito come il film definitivo sul multiverso, ha conquistato la nostra redazione, come potete leggere nella recensione di Everything Everywhere All at Once.

Halloween Ends (13 ottobre)

Questa è l'ultima battaglia di Laurie Strode. Dopo 45 anni, il franchise horror più acclamato e venerato della storia del cinema giunge alla sua epica e terrificante conclusione: Laurie Strode affronta per l'ultima volta l'incarnazione del male, Michael Myers, in uno scontro finale diverso da qualsiasi altro mai visto sullo schermo. Solo uno di loro sopravviverà.

Quattro anni dopo gli eventi di Halloween Kills dello scorso anno (la nostra recensione di Halloween Kills è a un clic da voi), Laurie vive con la nipote Allyson e sta finendo di scrivere le sue memorie. Michael Myers non è più stato visto da allora. Laurie, dopo aver permesso allo spettro di Michael di determinare e guidare la sua realtà per decenni, ha deciso di liberarsi dalla paura e dalla rabbia e di abbracciare la vita. Ma quando un giovane, Corey Cunningham, viene accusato di aver ucciso un ragazzo a cui faceva da babysitter, si scatena una cascata di violenza e terrore che costringerà Laurie ad affrontare finalmente il male che non può controllare, una volta per tutte.

Black Adam (20 ottobre)

Da New Line Cinema, Dwayne Johnson è il protagonista dell'action Black Adam. Il primo lungometraggio che esplora la storia del Supereroe DC arriva sul grande schermo sotto la direzione di Jaume Collet-Serra. Quasi 5.000 anni dopo essere stato dotato dei poteri onnipotenti degli antichi dei - e imprigionato altrettanto rapidamente - Black Adam (Johnson) viene liberato dalla sua tomba terrena, pronto a scatenare la sua forma unica di giustizia nel mondo moderno.

Il cinecomic che nelle intenzioni e nelle speranze di Warner Bros dovrebbe rilanciare l'universo DC sul grande schermo è uno dei film più attesi dal grande pubblico, anche per via dal ruolo di assoluto protagonista di un Dwayne Johnson che ben si adatta al massiccio ruolo fumettistico.

Triangle of sadness (27 ottobre)

Il geniale regista svedese di Ruben Östlund torna a firmare una satira travolgente dove ruoli sociali e barriere di classe vanno in frantumi. Protagonisti del film sono una coppia di modelli, Carl e Yaya, invitati a partecipare a una crociera di lusso insieme a un bizzarro gruppo di nuovi ricchi. Tutto all'inizio sembra piacevole e instagrammabile, ma un evento catastrofico trasformerà il viaggio in un'avventura da incubo, in cui ogni gerarchia sociale finirà per essere capovolta.

Ruben Östlund aveva già vinto la Palma d'Oro nel 2017 con The Square e ha fatto il bis quest'anno proprio con questo Triangle of sadness, un'opera già di per sé imperdibile per tutti gli amanti del cinema d'autore e anche capace di dividere nettamente tra fan e detrattori.

Tutti gli altri film in sala a ottobre 2022

Gli orsi non esistono (6 ottobre)
Gli orsi non esistono ritrae due storie d'amore parallele. Due storie in cui gli amanti vengono osteggiati dalle forze della superstizione, dalle meccaniche del potere e da ostacoli nascosti e inevitabili. In Concorso, alla 79. Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia. L'ultimo film del regista iraniano Jafar Pahani, attualmente dietro le sbarre - incarcerato e condannato a sei anni di reclusione per aver perorato la causa del suo collega Mahammad Rasoulf - ha vinto il Gran Premio della Giuria al Festival di Venezia e ancora una volta ripropone quel cinema unico, tra finzione e realtà, che l'autore aveva già indagato con risultati eccellenti in operazioni come Taxi Teheran (2015), che avevamo analizzato a nostra recensione di Taxi Teheran.
La vita è una danza (6 ottobre)
Elise è una promettente ballerina di danza classica che vive a Parigi assieme al fidanzato. La sua vita perfetta viene però sconvolta il giorno in cui scopre che il ragazzo la tradisce e rimedia un brutto infortunio in scena. Il cammino per la guarigione fisica ed emotiva la porta fino in Bretagna, dove il calore dei suoi amici e un nuovo amore la mettono davanti alla possibilità di una rinascita. Armata di tenacia e determinazione, Elise non si lascerà sfuggire l'opportunità. Una gioiosa commedia francese diretta da Cédric Klapisch, registra francese autore tra i tanti de de L'appartamento spagnolo (2002), che insegna ad approfittare di tutte le possibilità che la vita ha da offrire.

Ticket to paradise (6 ottobre)
I premi Oscar Julia Roberts e George Clooney tornano insieme sul grande schermo nei panni di due ex che si ritrovano in una missione comune per impedire alla figlia innamorata di commettere il loro stesso errore. Ticket to Paradise è una commedia romantica che racconta come le seconde possibilità possano sorprenderci. Diretto da Ol Parker (Mamma Mia! Ci Risiamo), il film promette risate ed emozioni a prova di grande pubblico, con l'ambientazione esotica a impreziosire ulteriormente il contorno che fa da sfondo alla carismatica coppia di star protagoniste, nuovamente sullo stesso set dopo le esperienze passate nella saga di Ocean's, in Confessioni di una mente pericolosa e Money Monster.

La ragazza della palude (13 ottobre)
Dal romanzo best-seller di Delia Owens nasce un avvincente mistero. La ragazza della palude racconta la storia di Kya, una bambina abbandonata che è cresciuta fino all'età adulta nelle pericolose paludi della Carolina del Nord. Per anni, le voci sulla "ragazza della palude" hanno perseguitato Barkley Cove, isolando la forte e selvaggia Kya dalla sua comunità. Attratta da due giovani della città, Kya si apre a un mondo nuovo e sorprendente; ma quando uno di loro viene trovato morto, è immediatamente indicata come la principale sospettata. Man mano che il caso si sviluppa, il verdetto su ciò che è realmente accaduto diventa sempre meno chiaro, minacciando di rivelare i molti segreti che si nascondono all'interno della palude.

Le buone stelle - Broker (13 ottobre)
Un autoproclamatosi "broker di buone azioni" trova una famiglia adottiva ad un neonato che è stato abbandonato, ma lui e il suo socio vengono contattati dalla ragazza madre del bambino: si è pentita della sua scelta, e adesso sulle sue tracce vi sono due agenti di polizia. Sarà l'inizio di un viaggio on the road per tutti indimenticabile. Il film, premiato all'ultimo festival di Cannes con la Palma d'oro al suo protagonista Song Kang-ho, vede il maestro giapponese Hirozaku Koreeeda per la prima volta alle prese con una produzione coreana, con le riprese che hanno avuto luogo interamente in Corea e con un cast totalmente autoctono. Le buone stelle è una toccante commedia familiare on the road dal sapore agrodolce, il cui cast, oltre alla star Song Kang-ho, include anche Bae Doona (Cloud Atlas, The Host), Gang Dong-won (Peninsula, The Priests) e l'artista IU alias Lee Ji-eun.

Battle Royale (20 ottobre)
All'alba del nuovo millennio, la società giapponese è sull'orlo del collasso: disoccupazione, morte e assistenza inesistente. Per scoraggiare la dilagante violenza giovanile e controbattere l'inefficacia delle istituzioni scolastiche, è stato varato il Battle Royale Act. A caso, un gruppo di studenti viene estratto per essere destinato verso un'isola deserta dove, nel corso di tre giorni e con le armi a loro assegnate, i ragazzi si devono far fuori gli uni con gli altri affinché ne rimanga uno solo, che potrà tornare a casa. La versione rimontata e restaurata di Battle Royale è stata già presentata in anteprima italiana al 24° Udine Far East Film Festival 2022, dove è stata largamente apprezzata. Ad occuparsi del restauro è stata la Arrow Films, che ha iniziato il suo lavoro nel 2021 a partire da un negativo originale della pellicola cult del 2000, firmata da Kinji Fukasaku.

Amsterdam (27 ottobre)
Amsterdam è un crime originale su tre grandi amici che si trovano al centro di uno dei complotti segreti più scioccanti della storia americana. Il film vanta uno dei cast più imponenti del 2022, che oltre al vincitore dell'Academy Award Christian Bale, alla due volte candidata all'Oscar Margot Robbie e alla star di Tenet John David Washington, include anche Alessandro Nivola, Andrea Riseborough, Anya Taylor-Joy, Chris Rock, Matthias Schoenaerts, Michael Shannon, Mike Myers, Taylor Swift e Zoe Saldaña, Rami Malek e Robert De Niro. Scritto e diretto dal cinque volte candidato all'Oscar David O. Russell, Amsterdam è ambientato negli anni Trenta e ha come protagonisti tre amici - un medico, un'infermiera e un avvocato - al centro di un caso di cronaca nera che li vede come principali sospettati di un omicidio.

Dampyr (28 ottobre)
Sono gli anni '90 e una guerra crudele è in corso nei Balcani. I soldati guidati da Kurjak hanno il compito di mantenere la postazione nel paese di Yorvolak, ma vengono massacrati da misteriosi assassini soprannaturali assetati di sangue. Viene chiamato in aiuto Harlan Draka, un truffatore che gira per i villaggi praticando falsi esorcismi e fingendosi un Dampyr, un uccisore di vampiri. Presto Harlan scoprirà di essere davvero un Dampyr, in quanto figlio di un'umana e di un Maestro della Notte. E, con l'aiuto di Kurjak e di una vampira ribelle, intraprenderà una violenta battaglia per sconfiggere le forze del Male. Adattamento del fumetto cult dalla Sergio Bonelli Editore , Dampyr è girato interamente in lingua inglese, una produzione con un budget di oltre 15 milioni di dollari che vede nei panni del protagonista Wade Briggs.

Cut! Zombi contro zombi (31 ottobre)
Commedia irresistibilmente dissacrante, Cut! Zombi contro zombi ci porta sul set di un film horror a basso costo , dove tutto pare virare verso il disastro. Circondato da tecnici stanchi e attori disinteressati, il regista sembra essere l'unica persona dotata dell'energia necessaria per dare vita a un altro film sugli zombi. Ma mentre si prepara a girare una scena decisamente poco entusiasmante, ecco che compaiono dei veri... morti viventi! Un film inaspettato, divertentissimo e imprevedibile dove al centro di tutto c'è l'amore per il cinema, in tutte le sue forme e le sue ossessioni, in tutte le sue favolose, ammalianti, irriverenti stranezze. Michel Hazanavicius, regista francese già autore del pluripremiato The Artist (2011), firma il remake di un cult giapponese a basso costo di qualche anno fa, ossia l'irresistibile Zombie contro zombie - One Cut of the Dead (2017).