Rubrica Box Office Italia 14 - 17 maggio 2015

Poche le novità per questa settimana nel box office italiano: le uniche sono Mad Max: Fury Road e Il racconto dei racconti, che entrano in chart direttamente al primo e al secondo posto.

Rubrica Box Office Italia 14 - 17 maggio 2015
Articolo a cura di

Novità importanti nella classifica del box-office italiano per il week-end compreso fra il 14 e il 17 maggio, con due new-entry a fare la parte del leone e a riportare il pubblico nelle sale dopo un periodo complessivamente abbastanza fiacco. A conquistare il primato in Italia, in contemporanea con l'onorevole secondo posto negli USA, è Mad Max - Fury Road: il blockbuster fantascientifico di George Miller, che ha rivisitato il personaggio da lui stesso consacrato grazie alla trilogia interpretata da Mel Gibson oltre trent'anni fa, supera per un soffio Il racconto dei racconti di Matteo Garrone e si piazza al primo posto. Interpretato da Tom Hardy e Charlize Theron e accolto dalle lodi della critica, Mad Max - Fury Road, tuttavia, da noi ha registrato cifre al di sotto delle aspettative: 1.004.000 euro in ben 632 cinema (e con il sovraprezzo del 3D), per una media tutt'altro che esaltante di 1589 euro per sala. La speranza comunque, per il film distribuito dalla Warner Bros., è che l'ottimo passaparola possa beneficiare Mad Max, trasformando l'action-movie di Miller in uno dei successi della stagione.

MAD MAX PRIMO, IL RACCONTO DEI RACCONTI ESORDISCE AL SECONDO POSTO

In proporzione, va notevolmente meglio all'altra novità di punta della settimana, il fiabesco Il racconto dei racconti di Matteo Garrone, che vince il confronto con Mad Max se non altro per numero di spettatori. Basato su tre novelle contenute ne Lo cunto de li cunti di Giambattista Basile, il film di Garrone, presentato in concorso al Festival di Cannes e interpretato da un cast internazionale che include Salma Hayek e Vincent Cassel, apre con 898.000 euro in 440 cinema, con una rispettosa media 2041 euro per sala: mancato (ma non di molto) il traguardo del milione, e pure in questo caso risulterà determinante il passaparola (che si preannuncia assai positivo). Intanto, continua inarrestabile il calo verticale di Avengers - Age of Ultron (che i fan non siano rimasti del tutto soddisfatti?): ancora un calo vicino al 50%, con 498.000 euro in 373 cinema. Nel primo mese di programmazione, il blockbuster della Marvel è giunto a un bottino di quasi 16 milioni di euro, risultato eccellente ma probabilmente inferiore alle speranze della Walt Disney. Scende dal secondo al quarto posto Doraemon il film - Le avventure di Nobita e dei cinque esploratori, con 306.000 euro (e poco meno di un milione di totale), mentre Adaline - L'eterna giovinezza, al quinto posto con 297.000 euro, sfiora i tre milioni complessivi dopo un mese di programmazione, confermandosi una delle sorprese di questa primavera.

MIA MADRE A QUOTA TRE MILIONI, IN CRESCITA FORZA MAGGIORE

Poco da segnalare, per il resto, nella classifica italiana: tornando in tema Cannes, Mia madre di Nanni Moretti (applauditissimo al Festival) si piazza al sesto posto con 109.000 euro e, dopo cinque settimane, può festeggiare il superamento del traguardo dei tre milioni. The Gunman, il flop con Sean Penn, cala al nono posto con appena 91.000 euro e una media bassissima. Al contrario, in salita all'undicesimo posto Forza maggiore, l'acclamato dramma familiare svedese presentato a Cannes nel 2014: 81.000 euro in 85 cinema e un discreto totale di 192.000 euro nelle prime due settimane. Buona tenuta anche per il dramma russo Leviathan di Andrej Zvjagincev (Golden Globe come miglior film straniero), stabile al quindicesimo posto con 47.000 euro in 57 sale. Infine, segnaliamo due new-entry a fondo classifica: al diciassettesimo posto il film italiano indipendente One More Day, dramma sentimentale con Stefania Rocca, segna un incasso disastroso di 35.000 euro in 77 sale (media ridicola di 454 euro a sala), mentre al ventesimo posto il ben più sofisticato Calvario, film irlandese con un ottimo Brendan Gleeson nel ruolo del sacerdote di una piccola comunità di provincia, apre con soli 22.000 euro in 52 cinema.