Wolverine: L'Immortale, la recensione del Blu-ray con Hugh Jackman

Artigli di adamantio in salotto: attenti al divano! La recensione del Blu-ray HD di Wolverine: L'Immortale con Hugh Jackman.

Wolverine: L'Immortale, la recensione del Blu-ray con Hugh Jackman
Articolo a cura di

Gli X-Men sono anche noti come Figli dell'atomo. La diffusione vera e propria dei mutanti, secondo varie teorie marveliane, è stata difatti accelerata dalle radiazioni atomiche e dall'utilizzo dell'energia nucleare. E dell'utilizzo più spaventoso e famigerato di sempre di questa è testimone proprio Wolverine, che in quel maledetto 9 agosto 1945 si trovava proprio a Nagasaki, molto vicino al luogo di sgancio (e successiva esplosione) della seconda bomba atomica lanciata dagli americani, quella che mise la parola “fine” al più grande conflitto di sempre. Proprio in quell'occasione Logan salvò la vita ad un giovane militare, Ichirō Yashida, che da allora è rimasto sinceramente impressionato dalle incredibili capacità del canadese, allora ancora all'oscuro dell'esistenza di altri mutanti, decenni prima di entrare nel progetto Arma-X. Ai giorni nostri, un ormai vecchio e malato Ichirō richiede al suo capezzale proprio il suo improvvisato amico di sventura, per un ultimo saluto e una bizzarra proposta, che se Logan accetterà, porrà fine a tutti i suoi tormenti e gli permetterà di ricominciare, per davvero, una nuova vita...

E siamo a sei. Oramai li ha battuti tutti, i suoi colleghi, e non sembra avere alcuna intenzione di mollare il titolo. Stiamo parlando, ovviamente, delle volte in cui Hugh Jackman ha interpretato il mutante irascibile e artigliato, protagonista di una nuova avventura, direttamente in continuity con gli episodi precedenti e ambientata qualche tempo dopo X-Men: Conflitto Finale. Diretta da James Mangold e ispirata alla celebre run di Chris Claremont e Frank Miller, la pellicola sposta l'azione nel Paese del Sol Levante, al servizio di una storia piena d'azione e risvolti “intimisti” dei personaggi, Logan in primis.

Il film, proposto in Home Video da 20th Century Fox in DVD, Blu-Ray e Blu-Ray 3D, è disponibile anche come parte della Adamantium Collection, il cofanetto Blu-ray ad Edizione Limitata e numerata a forma di artiglio di Wolverine, che include tutti i film della saga degli X-Men, oltre ad un bonus disc inedito di contenuti speciali. La versione Blu-Ray+Blu-ray 3D, inoltre, è composta da tre dischi: uno con il film in versione theatrical 2D, ricco di contenuti speciali; uno col film in un'ottima versione stereoscopica; il terzo che presenta la pellicola in versione estesa 2D, con commento opzionale del regista: 12 sono i minuti aggiunti nell'extended cut.
E, a proposito di contenuti speciali, diamo un'occhiata a quelli presenti nel Blu-Ray 2D di Wolverine: L'Immortale.
Il piatto forte è
The path of a ronin (54 minuti in totale), che contiene quasi un'ora di featurette, speciali e dietro le quinte, con ampio spazio riservato all'ideazione e alla trasformazione di personaggi, storie e ambientazioni dal fumetto al film, lasciando la parola anche ai diretti protagonisti della pellicola.
Il backstage è diviso in queste sezioni:
Inspiration: a ronin's journey (12 minuti)
Design: mastering the arc (16 minuti)
Execution: a killer team (19 minuti)
Hugh Jackman: the man behind the mutant (7 minuti)
Reflections: the evolution of Wolverine (2 minuti)

Abbiamo, poi, il theatrical trailer (2 minuti e mezzo), il finale alternativo (2 minuti circa) e X-Men: Days of future past set visit (3 minuti circa) che, come già successe ai tempi di X-Men 2, vede il regista Bryan Singer darci qualche succosa anticipazione da X-Men: Giorni di un futuro passato direttamente sul set del film.
Infine, il disco presenta anche una innovativa app, Wolverine Second Screen, da scaricare e installare su dispositivi Android e iOS, per permettevi di interagire, tramite cellulare, col film in vari modi, e avere accesso diretto a contenuti speciali e materiale bonus.

Wolverine: L'Immortale Tecnicamente, il Blu-Ray dell'ultimo film di Wolverine si presenta benissimo sin dal menù, semplice ma accattivante, proseguendo con un'ottima resa audio/video e una quantità discreta di contenuti extra. La pellicola in sé, pur non essendo la migliore della saga, rimane comunque un exploit abbastanza convincente e riuscito, sicuramente in grado di soddisfare tutti i fan dell'iconico personaggio Marvel e del suo interprete, il sempre ottimo Hugh Jackman.

8

Che voto dai a: Wolverine: L'Immortale

Media Voto Utenti
Voti: 30
6.7
nd