Recensione Winnie the Pooh

Il nuovo cartone di Winnie the Pooh arriva in dvd

Articolo a cura di

Nato dalla fantasia dello scrittore inglese Alan Alexander Mine nel 1926, Winnie the Pooh ha da allora accompagnato l'infanzia di migliaia di bambini, divenendo un'icona della letteratura dedicata ai più piccoli, e in seguito uno dei personaggi più riconoscibili (e remunerativi) della scuderia Disney. Mine cominciò a fantasticare del goloso (e un po' sciocco) orsetto, e dei suoi buffi amici, per allietare le serate di suo figlio Christopher, che "partecipava" anch'egli alle avventure narrate dal padre. Il successo planetario delle storie di Winnie finì per essere sancito, dopo la morte del suo creatore, da diversi cartoon realizzati da Disney in seguito all'acquisizione dei diritti di sfruttamento del personaggio, avvenuta nel 1961. Il primo film cinematografico, Le avventure di Winnie the Pooh, datato 1977, è in realtà un collage di tre mediometraggi usciti negli anni precedenti, andando a costituire il ventiduesimo Classico Disney secondo il canone ufficiale. Ad essi sono seguiti, negli anni, altri film con protagonisti gli abitanti del Bosco dei 100 Acri, come T come Tigro... e tutti gli amici di Winnie the Pooh (2000), e Winnie the Pooh e gli efelanti (2005). Ora, dopo la loro partecipazione nei videogiochi della serie Kingdom Hearts, Winnie e i suoi amici tornano in un nuovo film per il cinema, dal titolo Nuove avventure nel Bosco dei 100 Acri.

Nota editoriale

Il seguente articolo è basato sulla recensione cinematografica del film scritta da Marco Lucio Papaleo

Il Dvd

Il nuovo film di Winnie the Pooh non porta con sé particolari novità, al di là della direzione artistica di John Lasseter, oramai uomo di punta Disney, che però ha preferito rimanere sul classico per questa nuova prova dell'orsetto più ingenuo e goloso di sempre. Anzi, l'utilizzo del computer è ridotto al minimo indispensabile, rimandando la mente ai vecchi episodi nonostante qualche apprezzabile chicca stilistica, come l'utilizzo creativo della meta-pagina di libro in cui i personaggi agiscono, con lettere che appaiono dal nulla formando i paragrafi della narrazione, con cui i personaggi interagiscono giocosamente.
Per il resto, in realtà, viene da chiedersi perché il film venga proposto al cinema, vista la mancanza di effetti speciali meritevoli del grande schermo e una durata della pellicola piuttosto risicata (poco più di un'ora), più adatta ad uno special televisivo o destinato fin dall'inizio al mercato Home Video.
Anche la trama non offre avventure diversificate o particolarmente interessanti, ma essendo il tutto rivolto a un pubblico in età prescolare è normale e, infine, coerente.
Peccato solo che la post-produzione delle numerose scritte a schermo, nella versione italiana, non sia completa, ma si limiti solo a quelle fondamentali per la comprensione della storia.
Il cartoon arriva ora in edizione home video con un dvd tecnicamente apprezzabile che farà la gioia degli spettatori più piccini. Fra gli extra ritroviamo il corto animato "La Ballata Di Nessie" nonché cinque scene eliminate: The Tummy Song, Gli amici di Tappo, Introduzione Originale: Ih-Oh, Introduzione originale: Tigro. Winnie cerca una coda.

Winnie the Pooh Il dvd di Winnie the Pooh Nuove avventure nel Bosco dei 100 Acri è dichiaratamente indirizzato ai fan più piccolini dell'animazione Disney che non mancheranno di apprezzare questa nuova incursione nel mondo pastello del tenero orsacchiotto e dei suoi amici.

7.5

Che voto dai a: Winnie the Pooh

Media Voto Utenti
Voti: 18
5.7
nd