Torino 2015

Recensione Under electric clouds

L'estetica rarefatta, elettrica di una Russia sospesa tra presente e passato fa da sfondo alle storie incrociate di diversi personaggi, raccordati all'interno dei sette capitoli di cui si compone Under electric clouds del regista russo Alexey German, Jr.

Recensione Under electric clouds
Articolo a cura di

Sette capitoli per sette frammenti di storie ambientate tutte Under electric clouds, ovvero sotto una sorta di elettricità nebulosa che sovrasta la Russia di oggi, e di ieri, restituendone un grigiore che sembra aver ammantato e silenziato i tumulti, le rivoluzioni, l'elettricità latente. Un operaio Kyrgyx vaga alla ricerca dei suoi compagni in una landa desolata e gelida, due ragazzi rimpatriati dall'estero cercano di fare i conti con la futura gestione della ricca eredità paterna (un oligarca amante dell'arte e dell'architettura che ha disseminato opere dentro e fuori i suoi possedimenti); e poi ancora un giovane architetto in crisi, una ragazza con idee moderne e una consapevolezza ambigua del passato, una dodicenne rapita, gruppi di giovani senza una meta precisa, e infine una guida museale yeltsiniana. Passando da una storia all'altra attraverso l'incastro e accostamento randomico delle storie che finiranno per chiudere il cerchio lì dove si è aperto, il regista russo Alexey German, Jr. compone un puzzle di elementi e suggestioni sospese tra la Russia del passato e quella del presente, tra i tumulti rivoluzionari e l'apparente quiete contemporanea. Interrogandosi sulla congiuntura, linea di connessione che ancora lega la statua di Lenin e il valore della patria, a una serie di ideali cavalcati e forse non (o forse sì) più così attuali, il regista russo compone un quadro in divenire di una società in continua evoluzione dove ieri e oggi convergono e si scontrano creando scintille ancora attuali.

Una Russia 'elettrica'

Sembrano perlopiù i paesaggi, ampie distese quasi sempre innevate o innaffiate da fiocchi di neve, sovrastate da un cielo plumbeo, incerto, a veicolare più delle storie dei protagonisti, i contenuti di questa interessante ma criptica opera a firma di Alexey German, Jr. (Leone d'Argento - Premio speciale per la regia alla 65ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia con Soldati di carta - Bumažnyj soldat). Under electric clouds mischia i fantasmi di un territorio da sempre socialmente e politicamente complesso in un film dall'estetica potente ma narrativamente rapsodico, rarefatto. Tanti gli spunti e tante le tematiche interessanti che convergono tutte verso e sotto le nubi elettriche del titolo, un luogo simbolico dove antico e moderno s'incontrano, e scontrano, in un quadro sociale che ancora oggi sembra essere tutt'altro che placido, sereno, immutato. Tanti giovani esitanti, in crisi, attraversano questo ritratto eterogeneo di una Russia in divenire. Dagli eredi ‘smarriti' e con punti di vista agli antipodi, fino all'architetto in crisi formale e concettuale, Alexey German restituisce il ritratto di una nazione non più così memore del proprio passato e non così lucida sul proprio futuro. Ma sono ragioni che restano sospese tra i tanti personaggi, per le vie innevate, dentro la traiettoria circolare del racconto a episodi. Ragioni che non riescono a trovare una loro forma narrativa diretta e che raggiungono lo spettatore solo in maniera ovattata, ancora più ovattata per la distanza culturale che film come questi sempre pongono nel processo di decifrazione, metabolizzazione. Le quasi due ore e trenta diventano dunque la dilatazione non sono temporale ma anche dei contenuti dell'opera, mentre il senso della stessa si affievolisce e smarrisce anziché rafforzarsi col passare dei minuti.

Under electric clouds Per la Russia e nella sezione Festa Mobile del 33° Torino Film Festival (e già transitato per la scorsa berlinale), Alexey German, Jr. presenta Under electric clouds, un interessante affresco di personaggi più o meno smarriti, vaganti in una Russia desolata e sospesa tra passato e presente. Un film ricco di spunti ma troppo rarefatto e non in grado di veicolare con chiarezza le idee raccordate all'interno dei suoi sette capitoli a struttura circolare.

6

Quanto attendi: Under electric clouds

Hype
Hype totali: 0
ND.
nd