Recensione Una 44 Magnum per l'ispettore Callaghan

Il secondo capitolo della saga dell'ispettore Callaghan

recensione Una 44 Magnum per l'ispettore Callaghan
Articolo a cura di

Basterebbero soltanto i nomi all'origine di Una 44 magnum per l'ispettore Callaghan, secondo capitolo della celebre saga poliziesca iniziata con Ispettore Callaghan: il caso Scorpio è tuo, per confermare l'importanza dell'operazione. Per la sceneggiatura di questo seguito, realizzato nel 1973, incentrato sull'iconico personaggio interpretato da Clint Eastwood infatti sono stati "scomodati" nientemeno che Michael Cimino (che debutterà dietro la macchina da presa solo l'anno successivo, sempre con Eastwood protagonista, con Una calibro 20 per lo specialista) , e il grande John Milius, storico regista di Conan il barbaro e Alba rossa, che solo anni sei tardi più tardi curerà anche lo script di un capolavoro assoluto come Apocalypse Now. Due nomi d'eccellenza messi "al servizio" di un onesto mestierante come Ted Post (più conosciuto sul piccolo schermo per aver lavorato in serie di culto come Colombo e Ai confini della realtà) in una pellicola solida e robusta che vede nuovamente Dirty Harry alle prese con un caso spinoso nel quale si troverà come al solito a rischiare la vita.

"Ogni uomo dovrebbe conoscere i propri limiti"

A San Francisco diversi criminali vengono misteriosamente uccisi da un individuo che indossa la divisa da poliziotto. Quando le autorità brancolano nel buio, delle indagini viene incaricato l'ispettore Callaghan, simbolo per l'opinione pubblica della brutalità delle forze dell'ordine. Dopo che un suo collega / amico viene ritrovato anch'esso assassinato, probabilmente dalla stessa mano dietro gli omicidi dei fuorilegge, Dirty Harry comincia a nutrire dei sospetti che lo porteranno a scoprire una fitta rete di corruzione e illegalità che ha luogo proprio nel suo stesso dipartimento...

Quasi per paradosso, proprio l'emblema del vendicatore reazionario su grande schermo si trova a fronteggiare un estremismo ancor più marcato. E' in questa rude contrapposizione che si staglia il fascino di questo secondo episodio, trascinato come sempre dal carisma di Clint Eastwood nei panni di un personaggio senza mezze misure, antieroe con un controverso ma genuino senso di giustizia. Una 44 magnum per l'ispettore Callaghan, pur non raggiungendo le vette del predecessore, si conferma come un solido titolo di genere che non nasconde la violenza (brutale l'omicidio della prostituta di colore) in un racconto da western metropolitano ricco di colpi di scena (anche se alcuni in parte prevedibili) e pregno di una tensione serrata che esplode nell'efficace "round finale", con una dosata e sobria ricerca della spettacolo. In una sorta di versione antitetica ma complementare di Ispettore Callaghan - Il caso scorpio è tuo, Ted Post sfrutta la narrazione per rappresentare le contrapposte visioni politiche contemporanee dell'America di Nixon, limitando rispetto al passato l'elemento urbano (ma non mancano avvincenti inseguimenti per le strade di San Francisco) e concentrandosi sulla psicologia del suo protagonista. Con un libertinaggio sessuale più esibito (l'amante orientale di Callaghan, i disinibiti party in piscina e i ménage à trois) e un costante senso di smarrimento morale, il film vive di un'anima più cupa e disillusa ed è proprio dal lavoro di Milius e Cimino che scaturisce una forza dirompente che salva in parte le lacune di una regia sì corretta e diligente ma non ispiratissima.

Una 44 Magnum per l'ispettore Callaghan Diretto con onesto mestiere da Ted Post, Una 44 magnum per l'ispettore Callaghan si eleva da classico titolo di genere grazie all'implacabile sceneggiatura scritta a quattro mani da due big come Cimino e Milius. La tensione comunque non manca e, unita a dissertazioni politiche e un discreto numero di colpi di scena, il film ha una sua forza trascinante, garantita anche dal carisma di Clint Eastwood, il cui personaggio viene ammantato di sfumature che ne ampliano al meglio il percorso narrativo da lì a venire.

7

Quanto attendi: Una 44 Magnum per l'ispettore Callaghan

Media Hype Utenti
Voti Hype totali: 1
90%
nd