Netflix

Time Trap, la recensione dello sci-fi su Netflix

Un gruppo di ragazzi si mette sulle tracce del professore scomparso, scoprendo una rete di gallerie sotterranee dove il tempo scorre diversamente.

recensione Time Trap, la recensione dello sci-fi su Netflix
INFORMAZIONI FILM
Articolo a cura di

Hopper, professore di archeologia, sta esplorando una fitta rete di grotte in una località isolata: l'uomo è sulle tracce dei genitori, scomparsi misteriosamente negli anni '70. Dopo essersi imbattuto nella figura di un cowboy apparentemente immobile, Hopper comprende come un incredibile mistero si celi nella struttura sotterranea e decide di farvi ritorno qualche ora più tardi per indagare a fondo.
Taylor e Jackie, due studenti universitari che seguivano il corso del docente e sapevano delle sue ricerche, decidono di cercarlo e si mettono in viaggio insieme all'amica Cara, alla sorellina Veeves e al miglior amico di questa, Furby. Giunti in loco, si calano nelle caverne per svelare l'arcano.

Avanti e indietro

I paradossi e le distorsioni spazio-temporali sono da sempre uno degli elementi archetipici del cinema di fantascienza, capaci di rendere affascinanti anche produzioni a basso budget, qualora applicati con efficacia nel relativo contesto narrativo.
E Time Trap trova una particolare chiave di lettura, che colloca il film a metà tra le atmosfere delle produzioni di genere degli eighties e un approccio moderno e più cerebrale nella gestione dei vari colpi di scena che si susseguono per l'ora e mezza di visione, con risvolti parzialmente assimilabili - con le dovute proporzioni - a opere recenti del calibro di Interstellar (2014).
Non è un caso che gli stessi registi Mark Dennis e Ben Foster abbiano citato un grande classico quale I Goonies (1985) tra le principali fonti di ispirazione, giacché i toni avventurosi che caratterizzano il cuore della vicenda e la giovane età dei protagonisti, che varia sulle fasi dell'adolescenza, riportano alla mente in diversi passaggi il cult di Richard Donner.

Efficace e immediato

Disponibile nel catalogo di Netflix, Time Trap lascia il piacere della scoperta allo spettatore e poco importa se non tutti i nodi vengano risolti in maniera definitiva per via di un finale forse un poco sbrigativo.
La storia infatti riesce a catalizzare l'attenzione fino ai titoli di coda con una certa semplicità e i richiami al cinema di serie B ben si ibridano alle molteplici svolte di sceneggiatura.
La coppia di cineasti sa come sfruttare il terrore dell'ignoto, con il mistero su quanto stia realmente accadendo al nucleo di malcapitati personaggi che si infittisce sempre di più e offre soluzioni inedite e accattivanti, abili nello sfruttare il concept a proprio vantaggio e a lasciare che sia l'imponderabile a creare più tensione del tangibile.
Ciò nonostante un paio di sequenze in esterno possono contare su discreti effetti speciali e i momenti in cui il tempo si ferma di colpo offrono un certo spettacolo anche dal punto di vista estetico, con l'avvolgente colonna sonora a ricalcare piacevolmente i toni di altre OST a tema sci-fi degli ultimi anni.
Il cast non eccelle ma si fa comunque apprezzare, alle prese con personaggi volutamente stereotipati per l'occasione, e in generale l'operazione si rivela un passatempo più che indicato per tutti gli appassionati del genere.

Time Trap Dopo la scomparsa del loro professore di archeologia, un gruppo di ragazzi si mette sulle sue tracce e si cala nelle profondità della terra, ignaro del destino che li attende. Time Trap sfrutta con intelligenza il tema delle distorsioni spazio-temporali e si rivela uno sci-fi accattivante e ricco di colpi di scena, al quale vien facile perdonare alcune ingenuità e lacune a livello narrativo. Le avvincenti atmosfere avventurose che guardano al cinema degli anni '80 e un'apprezzabile dose di tensione - amplificata dal sotterraneo e claustrofobico setting - evitano tempi morti di sorta e il finale piacevolmente esagerato si conferma ideale chiusura di un'operazione che gioca con il proprio pubblico di riferimento, tra istinti citazionisti e un approccio al genere che si apre a sfumature morali da non sottostimare.

7

Che voto dai a: Time Trap

Media Voto Utenti
Voti: 4
6.5
nd