Time Is Up 2 Recensione: quando l'amore diventa tortura (per il pubblico)

Se con il loro primo film Bella Thorne e Benjamin Mascolo erano riusciti a convincere a sufficienza, con il secondo non sembrano nemmeno provarci.

Time Is Up 2 Recensione: quando l'amore diventa tortura (per il pubblico)
INFORMAZIONI FILM
Articolo a cura di

Bella Thorne e Benjamin Mascolo si sono lasciati subito dopo l'uscita del loro film da protagonisti Time Is Up. Non che il risultato del film abbia influito sulla loro relazione - forse - visto che a conti fatti la pellicola romance con la coppia nella vita reale trasposta anche sul grande schermo riusciva comunque a seguire alcuni dei dettami del genere sentimentale giovanile che potevano in fondo conquistare, o almeno semi-convincere lo spettatore. Una costruzione semplice, ma a tratti fortemente efficace che vedeva i mondi di Roy e Vivien scontrarsi e entrare in collisione. L'anima da bad boy di lui che affascinava e rapiva quella seriosa e concentrata di lei, facendo incontrare due universi opposti e magari proprio per questo destinati a legarsi - per saperne di più recuperate la recensione di Time Is Up.

Una pellicola che, a quanto pare, dopo essere uscita con una distribuzione mista finendo nelle sale cinematografiche venne presto rilasciata in digitale, e vede il sequel Time Is Up 2 arrivare direttamente su Amazon Prime Video (non perdete i film Amazon di novembre 2022).

Time Is Up 2: cos'altro hanno da raccontare Vivien e Roy?

Una scelta che potrebbe essere dovuta anche alla mancata promozione di un'opera di cui, francamente, si è sentito assai poco parlare, anche perché non potendo più puntare sulla risonanza della coppia potrebbe non essere riuscita a trovare nessun altro appiglio con cui trascinare al cinema lo spettatore.

O anche perché Time Is Up 2 - in originale Game of Love - è qualitativamente non sotto al primo film, ma si posiziona su tutt'altra scala rispetto alla piramide di valore con cui giudicare una pellicola, ponendosene addirittura al di fuori. Se il film del 2021 aveva una propria coerenza interna, la quale sapeva abbinare con abilità il chiacchiericcio suscitato dal clamore della coppia Benji-Bella Thorne assieme ad aspetti strettamente produttivi e realizzativi come una sceneggiatura pressoché decente e una confezione sulla stessa linea, con Time Is Up 2 ogni cosa viene fatta saltare in aria generando la confusione più totale. Proseguire nell'esplorazione di un rapporto francamente già sterile come quello del bel atleta che scopre anche il suo lato umano e la studentessa modello che decide di affidarsi ai propri istinti e vivere, non ha potuto che generare un effetto di insofferenza per una storia che i creatori hanno dovuto ripensare da capo e che ha visto inseriti i protagonisti in un contesto più grande. Davvero complicato per il loro essere basici, così come le sensazioni che vogliono riportare, andando a scadere ancora di più in quegli aspetti del melodramma che, seppur erano presenti anche nella pellicola precedente, almeno riuscivano a portare avanti la narrazione e a restituire un quadro completo della relazione.

Un film in cui non crede nessuno

Tra segreti dal passato, potenziali tradimenti e la ricerca di un futuro da far conciliare tra ciò che attende il duro e fastidiosamente tosto Roy - nonché pericolosamente geloso nella descrizione che ne fa un film del 2022 - e la studiosa Vivian, Time Is Up 2 inserisce innesti pseudo-sessuali e canzoni da club solo per riempire i buchi di un racconto che, altrimenti, non potrebbe tenersi in piedi. Troppo gracile per poter arrivare fino alla fine, e che mostra infatti tutto il proprio arrancare mentre si giunge con fatica alla conclusione, domandandosi dove è finita almeno la struttura valida pur comunque migliorabile della prima pellicola.

Anche gli attori tendono a non essere più in parte, abbassando lo standard che erano perlomeno riusciti a raggiungere in precedenza con sufficienza e che dimostra quanto nessuno, nemmeno Elisa Amoruso alla regia, abbia davvero creduto in questo progetto. Un capitolo deludente e decadente, che poteva cercare di rispettare alcune delle componenti che avevano saputo rendere passabile il capostipite, invece di abbandonarsi a un disastro senza via di uscita. Un'opera che segna la fine del rapporto tra Bella Thorne e Benjamin Mascolo, chissà se anche in quanto attori mediocri.

Time Is Up 2 Se il primo Time Is Up aveva alcuni elementi che riuscivano a rendere la pellicola romance comunque sufficiente, il suo sequel va totalmente a distruggere qualsiasi elemento si era andato a costruire in precedenza. Time Is Up 2 cerca di riempire degli evidenti momenti morti della storia con inserti pseudo-sessuali e canzoni da club, cercando di mascherare il fatto di non avere una reale narrazione alla base o degli attori in grado di interpretarla.

3

Quanto attendi: Time Is Up 2

Hype
Hype totali: 1
30%
nd