The Whistleblower, in seconda serata il thriller drammatico con Rachel Weisz Recensione

Kathryn Bolkovac indaga sul traffico di prostituzione in Bosnia e scopre un giro di corruzione ad alti livelli in The Whistleblower, da una storia vera.

recensione The Whistleblower, in seconda serata il thriller drammatico con Rachel Weisz
Articolo a cura di

Kathryn Bolkovac è una poliziotta del Nebraska che ha perso l'affidamento della figlia e sta cercando un trasferimento di lavoro per poterle stare più vicino, dato che la ragazza sta andando a vivere in una nuova città con il padre. Trasferimento che non arriva ma alla donna si prospetta comunque un incarico interessante e remunerativo, col cui ricavato potrebbe ottenere la custodia della ragazza: sei mesi in missione in Bosnia, nelle fila di un'agenzia sotto diretto controllo delle Nazioni Unite. Giunta nel Paese ancora scosso dalle ferite della guerra (siamo nel 1999), Kathryn si imbatte in una società ancora profondamente divisa tra vinti e vincitori e ferocemente maschilista, con le violenze sulle donne che vengono ignorate dalla polizia locale. Ma il peggio deve ancora venire e quando l'agente si imbatte in un traffico di prostituzione di ragazze appena adolescenti verrà a galla un sistema di corruzione che si annida anche nei palazzi delle forze di pace e in cui sono coinvolti diversi suoi colleghi.

Contro ogni ingiustizia

E' ispirato alla reale vicenda che ha visto coinvolta in prima persona la reale figura di Kathryn Bolkovac e che ha tolto il velo dai loschi giri di corruzione che vigevano tra le cosiddette forze di pace, nonostante la sua documentata denuncia non abbia poi prodotto condanne di sorta e tentativi di insabbiamento. The Whistleblower, pur prendendosi qualche libertà narrativa rispetto al reale andamento dei fatti, ha il merito di porre l'attenzione su un dramma che riguarda ancor oggi milioni di vittime in ogni parte del mondo ed in questo non fa sconti allo spettatore, premendo su un orrore fisico e psicologico che emerge prepotente in più di una sequenza: spesso in questi casi si apre il dibattito su quanto sia necessario e quanto gratuito mostrare questo tipo di brutalità, e la regista esordiente Larysa Kondracki riesce ad evitare sempre per un soffio di andare al di là del mostrabile. Certo, le due ore di visione hanno un impatto duro e feroce che non lascia indifferenti, ma il film "alleggerisce" parzialmente i toni più crudi nella parte prettamente d'indagine della protagonista, donna in un mondo di uomini e vittima spesso di dileggio ed ostilità. E nelle sue atmosfere thriller - poliziesche l'operazione funziona con dovizia, grazie anche soprattutto alla vibrante performance di una superlativa Rachel Weisz, calatasi con la giusta e dolorosa intensità nei panni della Bolkovac, creando una sincera empatia e catalizzando al meglio la tensione emotiva dell'amara vicenda.

The Whistleblower Un thriller biografico dall'alta intensità drammatica che pone l'attenzione sui casi di corruzione che coinvolsero membri delle forze di pace dell'ONU nella gestione del dopoguerra in Bosnia. The Whistleblower non edulcora la crudeltà di una vicenda incentrata sul traffico di prostituzione e di essere umani, mostrando in diversi passaggi l'orrore di cui erano vittime le giovani ragazze, rischiando a tratti di eccedere nella messa in scena di violenze fisiche e psicologiche che non lasciano indifferenti. La componente d'indagine risulta la più equilibrata, grazie anche all'intensa interpretazione di Rachel Weisz e del resto dell'altisonante cast, e la tensione non viene mai meno nelle due ore di visione. Il film andrà in onda stasera, domenica 24 settembre, alle 23.10 su RAIMOVIE.

7

Che voto dai a: The Whistleblower

Media Voto Utenti
Voti: 3
5.3
nd