Cannes 2016

Recensione The Nice Guys

Ryan Gosling e Russell Crowe irresistibili protagonisti di una action comedy frizzante e dinamica: divertimento assicurato con The Nice Guys!

Recensione The Nice Guys
Articolo a cura di

Los Angeles, anni '70. Holland March (Ryan Gosling) è un investigatore privato un po' svagato che vive con la figlia tredicenne Holly, ragazzina assai spigliata e sveglia che, almeno in apparenza, non ha un'ottima opinione del padre. "Sì", sarà la sua risposta schietta quando il genitore le chiederà: "Secondo te sono una persona cattiva?". Jackson Healy (Russell Crowe) è invece un picchiatore professionista, un poco di buono smaliziato e anche piuttosto dedito all'alcool che nel suo 'lavoro' non conosce ‘mezzi termini'. Trovatisi in maniera fortuita sulla stessa strada, i due bravi ‘ragazzi' losangelini (The Nice Guys) finiranno per lavorare insieme a un insidioso caso legato alla sparizione di una giovane ragazza (Amelia) e alla morte di una porno star sul viale del tramonto (Misty Mountains). I due casi, apparentemente slegati fra loro, finiranno invece per indirizzarli verso un inaspettato filo rosso di interessi e personaggi tutti legati ai poteri forti e all'industria automobilistica degli Stati Uniti. I modi diversi e controversi dei due ‘colleghi' d'affari sembreranno dapprima e sotto molti punti di vista inadatti a gestire le relazioni delicate delle tante questioni e dei tanti personaggi tirati in ballo dalla vicenda (la zia cieca della ragazza morta che crede di aver visto la nipote viva, la volitiva madre della ragazza scomparsa interpretata da Kim Basinger, pedinamenti, minacce), eppure alla fine questo duetto scoordinato e improbabile troverà il proprio modus operandi per condurre in porto la missione, anche grazie alla riflessiva saggezza della piccola e inaspettata ‘socia d'affari' Holly.

Due semi-criminali da strapazzo

Lo sceneggiatore e regista Shane Black (Kiss Kiss Bang Bang, Iron Man 3) dirige un buddy movies d'intrattenimento e con una buona dose di incisive quote rosa che pur senza pretese porta a casa il suo obiettivo. Attorno alla strana coppia formata da Holland March e Jackson Healy (alias Ryan Gosling e Russell Crowe) Black riesce infatti ad elaborare un'action comedy veloce e frizzante che deve gran parte del suo ritmo all'ironia dei dialoghi (la sceneggiatura è firmata dallo stesso Black insieme ad Anthony Bagarozzi) e all'affiatamento sghembo ma funzionale dei due protagonisti. Imbolsito e spavaldo il Jackson di Crowe, più imbranato e piacione l'Holland di Gosling, i due ‘ragazzi' sembrano infatti funzionare più che bene all'interno dell'intricato disegno di gag, e nell'economia di una storia fatta di sparatorie, scazzottate, una strage di vetri rotti e ambienti tutti ugualmente corrotti. Ammiccante e generoso di doppi-sensi e qui pro quo, The Nice Guys costruisce infatti attorno a una trama sostanzialmente esile un buon castello di situazioni al limite, delineate tutte attorno alla geografia di una Los Angeles anni '70 ma che è di fatto la classica metropoli da film tutta inseguimenti, sparatorie e traffici di ogni tipo. Qualche momento fisiologico (e strutturale) di calo del ritmo non inficia dunque l'economia globale di un'opera (o meglio operazione) divertente e scanzonata, perfetta per una serata al cinema, e perfettamente incarnata dalla fisionomia di un duo tanto strambo quanto irresistibile. Ryan Gosling e Russell Crowe siori e siore, mica pizza e fichi!

The Nice Guys Il regista e sceneggiatore Shane Black mette insieme i volti di Ryan Gosling e Russell Crowe per dirigere The Nice Guys, commedia goliardica e frizzante su due irresistibili poco di buono. Dialoghi frizzanti, dinamismo della messa in scena e una irresistibile coppia di bravi ragazzi (Gosling-Crowe) servono a dovere questa action comedy perfetta per una serata al cinema, e dove la quota sindacale di risate e azione è senz'altro assicurata.

7

Che voto dai a: The Nice Guys

Media Voto Utenti
Voti: 6
7.2
nd