The Lovers Recensione: un film cult disponibile su Netflix

Disponibile su Netflix, The Lovers! ci permette di studiare e indagare l'amore secondo i giovani britannici degli anni Settanta

The Lovers Recensione: un film cult disponibile su Netflix
Articolo a cura di

Se gli uomini vengono da Marte, e le donne da Venere, allora gli amanti usciti dall'universo di The Lovers! sono prodotti creati e forgiati dalle strade affollate di Manchester. La città inglese, filtrata dallo sguardo di Herbert Wise, si fa microcosmo di amori primordiali, scintille pronte a scoccare, bruciare e riscaldare gli animi di giovani pieni di speranze, tra tipico humor inglese e stoccate intrise di caustico sarcasmo. Figlio del proprio tempo, il film del 1973 ora disponibile su Netflix (se volete aggiornarvi potete leggere la lista film Netflix di maggio 2022) e tratto dall'omonima serie TV, ha risentito dello scorrere degli anni. I suoi protagonisti così scanzonati vivono un'amore dai tratti naïf, a metà strada tra favola e realtà.

Eppure tra gli inframezzi di ogni raccordo di un montaggio alternato che scruta adesso il mondo di Beryl, ora quello di Geoffrey, si ritrovano sprazzi di vita vissuta e istantanee di un decennio in cui i legami sentimentali, dell'amore libero e impegnato, si scontrano e affrontano con gli scarti generazionali di figli desiderosi di libertà e genitori assenti o assillanti. Il risultato che ne consegue è una giostra dai colori vintage che dipinge un sentimento senza tempo, fotografato e impresso nello scorrere di un attimo storico attraverso cui mostrare ai posteri - con fare anche documentaristico - l'amore vissuto da altri giovani, altri sguardi, altri tempi.

Angry, Young and in Love (Wo)Men

C'erano una volta gli anni Settanta, e c'era una volta il Free Cinema britannico: gli animi ribollenti di giovani arrabbiati sfondano lo schermo, colpiscono gli spettatori con la stessa forza con cui le loro urla sbattono contro orde di genitori impassibili, disarmati, apatici.

I disequilibri generazionali aprono le porte a esistenze sull'orlo del collasso interiore, a sprazzi di violenza ingiustificabile, incomprensioni e silenzi assordanti di dolore. È all'interno di questo grembo alimentato di bile e dolore represso che nasce e cresce il The Lovers! di Herbert Wise.
Sebbene contornato di amore, desideri e occhi trasognanti, vivono all'ombra degli innamorati di The Lovers! I fantasmi del passato degli Angry Young Men del cinema britannico degli anni Settanta. Li si ritrovano nascosti, ma presenti, tra le pause di dialoghi monosillabici intrattenuti con i genitori, tra le battute e gli incontri fisici con partner occasionali, nell'emancipazione femminile e nei matrimoni riparatori.
Dietro un primo substrato mantecato di conquista e differente concezione del concetto di "innamoramento" tra maschi e femmine, si cela l'istantanea di un momento storico filtrato da uno sguardo giovanile che ora non c'è più, se non nei ricordi o impresso su pellicola cinematografica. Dietro pertanto una patina così apparentemente ingenua si rivela silente uno studio psicologico, generazionale e sui generi, così ben determinato a mostrarci cosa volesse dire avere vent'anni negli anni Settanta.

Uno sguardo involontariamente indagatorio dal punto di vista sociale e culturale lasciatoci in eredità dal regista, raffigurante atteggiamenti così distanti e così simili a quelli contemporanei, mentre il battito del cuore si fa comune denominatore di un elemento atemporale, slegato da ogni concezione di passaggio del tempo, come l'innamoramento.

Alternanza di visioni univoche

Se un'opera duale come La scomparsa di Eleaonor Rigby mette a confronto la fine di un amore dedicando a due film differenti il senso di perdita vissuto dalla parte femminile e dalla sua controparte maschile, con The Lovers! la nascita, lo sviluppo e la conquista di un amore giovanile filtrata dalla sensibilità di Beryl e Geoffrey viene affidata al potere del montaggio.

Pallina lanciata tra due campi opposti di una partita di tennis, la macchina da presa di Wise passa con flessibilità e dinamicità da uno spettro all'altro dei due innamorati, mostrandone i modi divergenti con cui i due affrontano e vivono questo sentimento in divenire. Uno sguardo attento, profondo, esaltato da una regia intima, tutta improntata su riprese perlopiù ristrette pronte a cogliere ogni mutamento umorale e interiore. Legati da fili intessuti di caustico umorismo e battute al vetriolo, i due protagonisti sono parti opposte di un gioco di seduzione divertente e mai banale. A donare un senso di umanità ai loro personaggi, rendendoli veri, sono Paula Wilcox e Richard Beckinsale. Giocando su espressioni buffe ma mai marcate, i due attori assorbono e interiorizzano caratteri peculiari dei loro personaggi, rendendoli unici e vicini alla sensibilità della loro controparte spettatoriale, annullandone la distanza e dando così il via al processo di immedesimazione. La stessa complementarietà cromatica degli abiti indossati dalla coppia alimenta ed esalta questa attrazione esplosiva, elevando all'ennesima potenza un sentimento pronto a sbocciare e, piano piano, ad aprirsi al mondo.

Prendendo in prestito l'anima e il corpo dei propri interpreti, Beryl e Geoffrey si elevano così a portavoce dei giovani innamorati, giovani amanti colti per sempre dalla lente di una cinepresa e donati all'immortalità, integrandoli di tutte libertà conquistate, le paure e i desideri tipici tanto degli anni Settanta quanto degli anni Duemila, in un uroboro sentimentale pronto a nascere, crescere, disfarsi e rigenerarsi di nuovo.

The Lovers Netflix Concludiamo questa recensione del classico della commedia britannica anni Settanta The Lovers! sottolineando ancora una volta quanto l'opera di Wise si fa perfetto trattato cinematografico dei comportamenti e degli atteggiamenti tipici dei giovani innamorati del tempo. Uno studio antropologico involontario, scritto con felice humor e battibecchi coinvolgenti. Nulla di nuovo dal fronte britannico, niente di eclatante, certo, però fa piacere passare un'ora e mezza immersi nel bel mezzo della spensieratezza del più puro innamoramento.

6.5

Quanto attendi: The Lovers Netflix

Hype
Hype totali: 2
55%
nd