Recensione The Dilemma

Ron Howard torna con una gradevole commedia

Articolo a cura di

Essere onesti con se stessi e con gli altri, spesso, non è facile. Tutti, chi più chi meno, ci siamo ritrovati in situazioni sgradevoli, in cui non si sa se è meglio tacere una verità scomoda al fine di non ferire qualcuno, sperando che le cose si aggiustino da sole, o al contrario mettersi la coscienza a posto e 'spifferare' tutto con la speranza di stare facendo la cosa giusta.
È questo il tema del nuovo film di Ron Howard, storico Richie Cunningham del serial tv Happy Days e regista di successo, con alle spalle pellicole importanti come A beautiful mind e Frost/Nixon - Il duello, nonché i blockbuster Il Codice da Vinci e Angeli e Demoni, tratti dai celebri romanzi di Dan Brown.

Tu che faresti?

Ronny (Vince Vaughn) e Nick (Kevin James) sono due ingegneri automobilistici amici dai tempi del college, al lavoro sulla rivoluzionaria idea di applicare la trazione elettrica ai motori di cilindrata superiore. La loro vita sembra andare verso una svolta cruciale quando convincono alcuni dirigenti della Dodge a finanziare il loro progetto, supervisionati dalla esuberante manager Susan Warner (Queen Latifah). Ronny, finalmente realizzato ma anche teso per il buon esito dell'operazione, decide di fare il grande salto e chiedere alla bella e comprensiva fidanzata Beth (Jennifer Connelly) di sposarlo. Ma, alla ricerca del posto ideale dove rivolgere la 'fatidica' domanda, scopre, non visto, la moglie del migliore amico, Ginevra (Winona Ryder), in compagnia di un nerboruto sconosciuto. Da questo scaturisce un vero e proprio dilemma nel pover'uomo, che si sente moralmente obbligato a fare qualcosa nei confronti dell'amico. Ma le possibili conseguenze del suo gesto potrebbero ripercuotersi non solo su un matrimonio, ma sulla vita -e le carriere- di entrambi. Mentre decide sul da farsi, Ronny indaga sulla situazione, e scopre che nessuno è mai davvero, completamente, sincero...

Effetto Howard

Una commedia degli equivoci con interessanti -per quanto non sempre originalissimi- risvolti psicologici, l'ultima opera del prolifico Howard, che riesce a rendere la vicenda sempre interessante e mai scontata (se non nel finale, forse). La sceneggiatura è difatti brillante e ricca di dialoghi tesi e ben scritti, coadiuvata da ottime inquadrature e dal giusto ritmo scenico.
Davvero funzionale e in parte il cast, a partire dai protagonisti Vaughn e James, decisamente avvezzi a storie simili, per arrivare ai diversi comprimari; In primis Winona Rider, che riesce a fondere le due anime del suo personaggio con naturalezza. La Beth interpretata dalla Connelly è invece il personaggio meno sfruttato dell'ensemble, eppure funziona nel suo ruolo di 'fidanzata perfetta', merito probabilmente della sua espressività, al di là dell'esiguo numero di battute assegnatele. Nota di merito per la sempre simpaticissima Queen Latifah, qui in vesti di una manager decisamente sopra le righe, e capace di stemperare la tensione tra una scena e l'altra. Ultimo, ma non certo per importanza, Channing Tatum, ovvero l'amante di Ginevra, l'irritante e schizzatissimo Zip. Dall'eroe di pellicole come Fighting e G.I. Joe non ci si aspetterebbe certo una prova drammatica quanto l'utilizzo del testosterone, e invece il ragazzo, con consapevolezza, da' vita ad un personaggio credibile, pur nella sua lucida 'follia' da amante precario.
Chiude il quadro una colonna sonora azzeccata, curata da Hans Zimmer e Lorne Balfe.

The Dilemma Il dilemma non rimarrà certamente negli annali del cinema che conta, ma nel suo genere è un film molto ben realizzato, con un cast azzeccato e senza troppe sbavature. Capace di far sorridere in più di un occasione, ma anche di far pensare al tema centrale della storia, comune nella vita di tutti, è un esempio di buon cinema di genere, lontano dalla patinatura delle super produzioni ma anche dal dozzinale, o dal finto intellettuale, di molti registi che non riescono a mescolare i propri ingredienti come di solito fa, con molta perizia, Howard.

7

Che voto dai a: The Dilemma

Media Voto Utenti
Voti: 12
6.3
nd