Teen Spirit - A un passo dal sogno, la recensione del film con Elle Fanning

Arriva nei cinema italiani il dramma musicale con Elle Fanning che strizza l'occhio soprattutto ai più giovani, sospesi fra il web e i talent show.

recensione Teen Spirit - A un passo dal sogno, la recensione del film con Elle Fanning
Articolo a cura di

Nel mondo che abbiamo creato, fatto di social network, follower, like e talent show capaci di abbracciare qualsivoglia disciplina, apparire e conquistare il pubblico è diventata una regola sacra, per non dire vitale, per un'intera generazione di adolescenti. Sin dalla più tenera età ormai si sogna di "essere qualcuno", un cantante o un attore di successo, al peggio "essere qualcosa", come uno youtuber o un influencer.
I tempi in cui da piccoli si desiderava diventare astronauti per conquistare Marte o la Luna sono definitivamente tramontati, oggi si preferisce rimanere saldi con i piedi sulla Terra, liberando il proprio talento in dirette streaming e sul palco di spettacoli televisivi. Certo mediamente la presunzione supera di gran lunga la reale bravura, ci si pensa "grandi" anche quando si è minuscoli, e non si è fatto alcun sforzo per diventarlo sul serio, salvo rare eccezioni. Violet, la protagonista di Teen Spirit - A un passo dal sogno, è una di queste.

Sentirsi vivi

Il canto è per la nostra protagonista qualcosa che va ben al di là del semplice apparire, del voler diventare a tutti i costi qualcuno. Come nelle migliori favole tinteggiate di rosa, l'arte è per Violet un veicolo per fuggire, scappare, allontanarsi - anche solo con la mente - da un mondo che la opprime, le chiude le porte in faccia quando lei vorrebbe solo spiccare il volo per essere altrove.
Siamo non a caso in una campagna sperduta lontana (anni luce?) dalla civiltà, in una famiglia ormai disgregata in cui manca una figura maschile forte e quella femminile è tutt'altro che d'esempio. Una condizione disperata in cui non esistono né valori positivi, né piatti a base di caviale sulla tavola, dove al contrario si fa quasi la fame.
Il canto, seppur in una bettola di terz'ordine davanti a un pubblico ubriaco, basta per qualche minuto per cambiare pianeta, per respirare un'aria diversa, per immaginare un mondo al contrario in cui tutto è semplice e a portata di mano. Perché tutto questo diventi concreto, Violet ha una sola, grande possibilità: partecipare al talent show Teen Spirit, l'unico treno che dalla periferia più desolata della sua vita può accompagnarla alla ribalta, con non poca difficoltà - poiché Violet ha tutti contro, tranne l'ex cantante d'opera Vlad, figura paterna ma trasandata che vede nella ragazza anche la sua personale occasione di riscatto, come uomo, padre e uomo di spettacolo.

Un lungo percorso a ostacoli

Una fiaba moderna dalla struttura classica, con la bella e talentuosa protagonista che deve fuggire da un ambiente opprimente per liberare tutto il suo potenziale, fra "villain" di contorno e angeli custodi. Un film che percorre la sua strada senza grosse pretese, strizzando l'occhio a un pubblico giovane e giovanissimo, perfettamente in grado di immedesimarsi nella tormentata adolescente Violet.
Il cinema può essere indubbiamente uno strumento d'ispirazione, e Teen Spirit - A un passo dal sogno centra perfettamente il suo obiettivo, sottolineando inoltre come lungo il cammino verso il successo possano esserci ostacoli di ogni genere, pericoli che bisogna riconoscere in anticipo, nonostante la giovane età - e proprio in momenti di estrema difficoltà bisogna esser furbi a cogliere la mano dei propri angeli custodi, quando non si hanno gli strumenti per leggere a dovere la realtà. Bisogna dunque crescere in fretta e maturare, rimanere lucidi e soprattutto lavorare sodo, studiare per raggiungere infine un obiettivo - che nulla ci viene regalato, tantomeno la fama.

Un punto di partenza

Dal punto di vista tecnico nessun aspetto brilla di luce propria, siamo al cospetto di un prodotto indipendente che non va mai al di là del compito prefissato, come abbiamo però detto il cuore pulsante dell'opera si trova altrove, seppur i suoi temi non siano del tutto originali. Il personaggio di Vlad fra l'altro, interpretato in maniera equilibrata da Zlatko Buri?, ricorda da lontano quello di Andreï Filipov (Aleksej Gus'kov) nel film Il Concerto, non a caso un direttore d'orchestra in rovina che entra ormai a teatro soltanto per pulire i pavimenti, dopo un passato glorioso.

A donare un po' di vero colore all'operazione ci pensa la versatile Elle Fanning, sempre bella, dall'aria innocente ma dal carattere forte (il suo ruolo ne L'Inganno di Sofia Coppola vi ricorda qualcosa?), colma di talento anche per quanto riguarda il canto - è proprio lei a interpretare i brani che si susseguono nei 93 minuti dell'opera, con voce decisa e squillante.
Per Max Minghella, classe 1985, un esordio alla regia senza particolari fuochi d'artificio, comunque una solida base per una carriera che può diventare interessante anche dietro la macchina da presa - dopo quasi 20 film da attore, fra cui The Social Network di David Fincher, Le Idi di Marzo di George Clooney, L'ora nera di Chris Gorak.

Teen Spirit - A un passo dal sogno Il classico film "da compagnia", capace di colpire al cuore il pubblico più giovane che spera - magari attraverso la televisione o YouTube - di diventare un giorno qualcuno grazie al proprio talento. Teen Spirit - A un passo dal sogno non esce mai dai binari prefissati, si sviluppa tramite una narrazione lineare, una regia e un montaggio senza scossoni di sorta, colorandosi soprattutto della bellezza e della bravura di Elle Fanning, protagonista assoluta in grado di fare sia il bello che il cattivo tempo dell'opera. Nonostante un tema centrale non proprio originale all'estremo, i 93 minuti che ci accompagnano alla fine del racconto risultano piacevoli anche grazie a una colonna sonora particolarmente "a fuoco", con brani pop di successo e canzoni originali cantate dalla stessa Fanning - che dimostra di avere anche una voce da usignolo. Un progetto magari dimenticabile per i più, che potrebbe però esser d'ispirazione per molti ragazzi là fuori, in cerca di un appiglio, di un sogno, di una speranza.

6

Che voto dai a: Teen Spirit - A un passo dal sogno

Media Voto Utenti
Voti: 2
4.5
nd