Netflix

Tattiche d'Amore Recensione: su Netflix una prevedibile commedia romantica

Dalla Turchia una commedia romantica ricca di luoghi comuni e cliché, dove la love-story è schiava di una doppia scommessa...

Tattiche d'Amore Recensione: su Netflix una prevedibile commedia romantica
Articolo a cura di

Prendete due sex symbol nella più canonica, e banale, accezione estetica del termine: belli, aitanti e abbronzati, da copertine di riviste patinate. Inseriteli in una storia ricca di cliché e luoghi comuni sulle traversie romantiche e sul rapporto uomo-donna, con un sottofondo di feste sfrenate che caratterizzano diversi passaggi eclatanti dell'ennesima love-story ad uso e consumo del grande pubblico, soprattutto di quello femminile. E copiate un film hollywoodiano a tema quale il già non certo memorabile Come farsi lasciare in 10 giorni (2003), spostando l'ambientazione nel proprio Paese d'origine.

Il risultato, miscelato nella confezione più scontata del termine, sarà molto simile a questo Tattiche d'amore, produzione turca che sbarca in esclusiva nel catalogo Netflix - scoprite qui tutti i film Netflix di febbraio 2022 - e che, sulla carta, rimanda addirittura ad un'antica leggenda che si è diffusa in quelle zone già intorno al sedicesimo secolo. I protagonisti infatti si chiamano Kerem ed Asli, omonimi di quelli raccontati in quel testo poetico diffusosi in patria fin dal lontano passato: il ragazzo era il figlio di un sovrano musulmano, la giovane figlia di un un prete cristiano. Tra i due fu ovviamente amore, contrastato così come quello esposto nella pellicola, ma con le ovvie differenze del caso.

Tattiche d'amore: uomini e donne

Nel film infatti i due fanno parte di mondi diametralmente all'opposto. Lui è un grafico pubblicitario che si vanta con gli amici delle sue innumerevoli conquiste, con un'avventura dietro l'altra al punto di dichiarare di non aver mai incontrato la stessa fiamma per più di una volta. Lei è una stilista che gestisce un popolare blog femminista, nel quale dispensa consigli alle sue lettrici su come venire a capo di uomini "spaccacuori".

Entrambi, seppur per diversi motivi, non credono nell'amore e un giorno decidono di prendere parte ad una scommessa con le persone a loro più vicine: dopo essersi incrociati ad una festa, il reciproco scopo è di far innamorare perdutamente l'altro. Il gioco di seduzione, nato per far valere con i rispettivi amici e amiche le proprie ragioni, rischia però di complicarsi quando tra di loro comincia a nascere un sentimento più profondo e sincero...

Sentimenti patinati

Il titolo si apre con un voice-over fitto di generalizzazioni, le quali si susseguiranno per tutta l'ora e mezzo di visione, il che mette già in chiaro il cuore narrativo di un racconto superficiale e scontato, dove tutto procede come previsto e l'amore è ovviamente destinato a trionfare ancora una volta.

Sembra di assistere ad un classico tira e molla tra tronisti che partecipano a popolari trasmissioni televisive, e non solo per l'aspetto fisico dei due protagonisti ma anche per la girandola di situazioni che li vede coinvolti senza un attimo di tregua. Tolta qualche breve concessione ad istinti comici più spudorati, il resto si limita ad un patinato susseguirsi di incontri al ristorante, a feste dove l'alcool scorre a fiumi o a romantiche cenette organizzate per l'occasione. Tattiche d'amore finisce per compiacersi dei suoi personaggi e della facile sceneggiatura, tagliando fuori qualsiasi potenziale colpo di scena e plastificando le caratterizzazioni delle varie figure, principali e secondarie, coinvolte: tutto è puramente accessorio a quest'amore da cartolina che giunge senza sorprese di sorta all'ovvio epilogo.

Coincidenze quanto mai forzate, atte a giustificare il botta e risposta tra i due e poi gelosie innescate tramite la presenza - altrettanto obbligata - di elementi "terzi", e ancora il mondo di internet e dei social network che rischia di metterci lo zampino - come già in un altro recente original Netflix che potete scoprire nella nostra recensione di He's All That l'Amore nell'Era degli Influencer - traghettano così la combattuta e anonima love-story tra Kerem e Asli, interpretati senza troppa convinzione da Sukru Ozyildiz e Demet Özdemir, quest'ultima conosciuta anche in Italia per aver partecipato ad alcuni seguiti talk-show pomeridiani.

Tattiche d'amore Due protagonisti anonimi sia per via del casting improntato su prevedibili canoni di bellezza, più affini ai salotti televisivi che ai set cinematografici, che per via di una caratterizzazione improbabile dei relativi personaggi, con una serie di luoghi comuni che caratterizzano il continuo generalizzare delle voci fuori campo e situazioni viste e riviste nella consueta love story d'ordinanza, destinata come al solito a trionfare contro innumerevoli avversità. Tattiche d'amore vede, come dice già il titolo, i due futuri innamorati sfidarsi in una partita a scacchi nella quale ognuno cerca di conquistare l'altro per vincere una scommessa con la rispettiva cerchia d'amici, salvo poi scoprire che l'amore ha fatto realmente capolino per entrambi. Il tutto all'insegna di uno spento anonimato che si trascina per novanta minuti senza sussulti di sorta.

4.5

Che voto dai a: Tattiche d'amore

Media Voto Utenti
Voti: 2
4
nd