Taddeo l'esploratore e la tavola di smeraldo Recensione: avventura e spasso

Alla sua terza avventura al cinema, Taddeo è alla ricerca di un oggetto magico, ma capirà che il più grande tesoro è il lavoro di squadra.

Taddeo l'esploratore e la tavola di smeraldo Recensione: avventura e spasso
Articolo a cura di

Nel mondo dell'animazione spagnola, Tad è ormai un veterano. Con Le avventure di Taddeo l'esploratore nel 2012 e Taddeo Jones: Il ritorno dell'Eroe nel 2017, il personaggio nato dal fumetto Tadeo Jones y el secreto de Toactlum di Javier Barreira e Gorka Magallón giunge al suo decimo anno di vita tornando al cinema tra i film in sala a settembre 2022 con un terzo capitolo Taddeo l'esploratore e la tavola di smeraldo (se cercate altri film animati al cinema non perdete la nostra recensione di DC League of Super-Pets). Sempre fedele, alla regia torna anche Enrique Gato, il quale segue ancora una volta le avventure dell'archeologo più goffo, ma intuitivo del mondo fin dalla sua prima comparsa audiovisiva nel corto del 2004 Tadeo Jones. Alla sceneggiatura però stavolta arrivano Josep Gatell e Manuel Burque, i quali porteranno il protagonista a spostarsi da una parte all'altra del mondo alla ricerca di un oggetto magico.

In giro per il mondo

Dopo anni di scoperte in segreto e di mummie che non può dire di aver riportato in vita, per Taddeo il lavoro sta diventando sempre più frustrante soprattutto a causa delle vessazioni e delle prese in giro dei suoi colleghi. Un gruppo di archeologi che non credono nelle abilità del protagonista, lo stesso che scoprirà un sarcofago e la maniera con cui aprirlo, scatenando però una maledizione.

Seppur, quindi, immerso nelle difficoltà, per Taddeo potrebbe essere finalmente arrivato il momento di dimostrare all'universo accademico e a qualsiasi persona che non ha mai creduto in lui quali sono le sue conoscenze e abilità. Anche se, purtroppo, non tutto riuscirà sempre ad andare secondo i piani, portando il personaggio a spingersi fino ai territori delle piramidi Egizie. Alla sua terza missione cinematografica il protagonista non ha più bisogno di presentazioni. È per questo che Taddeo l'esploratore e la tavola di smeraldo parte da subito in quarta dando immediatamente il via al proprio racconto e mostrando di cosa è capace (o meno) il suo protagonista. Un'entrata esplosiva e, se guardiamo ai molteplici danni che è spesso in grado di creare Taddeo, distruttiva con cui il cartone animato riesce a suscitare fin dal primo momento un senso di curiosità nei suoi piccoli spettatori.

È infatti ad un pubblico di giovanissimi a cui l'opera si rivolge, cercando di stuzzicarne l'interesse con riferimenti alla storia e al passato, insegnando quanto può essere bello imparare cose nuove e al contempo divertendo con gag e situazioni comiche e rocambolesche.

L'importanza dell'amicizia

Un continuo muoversi di Taddeo tra app per tradurre geroglifici e l'inseguimento di un sogno che il protagonista imparerà essere importante, ma mai quanto i suoi amici e il saper affidarsi al lavoro di squadra.

Così in Taddeo l'esploratore e la tavola di smeraldo il tema principale, oltre alla ricerca del potente oggetto che troviamo nel titolo, è l'aspetto dell'affetto e del sostenersi a vicenda che si scopre il vero tesoro a cui aspirare. Quello che con difficoltà il protagonista saprà cogliere e che gli darà anche gli strumenti necessari per diventare un archeologo ancora più bravo di quello che era in precedenza. Un racconto su come rincorrere una chimera può essere un viaggio strabiliante, ma è con chi lo si condivide che rende l'esperienza davvero speciale. L'accantonare l'egoismo e la brama di successo per saper concentrarsi su ciò che è essenziale e giusto. Un messaggio che Taddeo l'esploratore e la tavola di smeraldo riesce a trasmettere con chiarezza e simpatia non rinunciando alla costruzione di scenette leggere e ironiche mentre segue protagonista e comprimari nella loro ricerca, per un film dall'atmosfera semplice e dal risultato efficace.

Taddeo l'esploratore e la tavola di smeraldo Taddeo l'esploratore e la tavola di smeraldo è il terzo capitolo della saga dedicata all'archeologo più dedito e goffo del mondo dell'animazione. Una pellicola indicata soprattutto per un pubblico di giovanissimi, che può divertirsi con le ricerche e le scenette comiche dell'opera animata, imparando anche il valore dell'amicizia e l'importanza del saper lavorare in squadra.

6

Quanto attendi: Taddeo l'esploratore e la tavola di smeraldo

Hype
Hype totali: 2
55%
nd