Recensione Submarine

In anteprima assoluta su RAI MOVIE l'interessante esordio di Richard Ayoade

recensione Submarine
INFORMAZIONI FILM
Articolo a cura di

Presentato in anteprima al Toronto Film Festival, Submarine è l'opera prima da regista dell'attore comico inglese Richard Ayoade, conosciuto in patria soprattutto per il ruolo di Maurice Moss nella serie televisiva IT Crowd. Tratto dal romanzo di Joe Dunthorne, vincitore di numerosi premi, il film ha conquistato la critica, ottenendo anche 5 nominationi ai premi Bafta, vincendo il premio per la miglior sceneggiatura, curata dallo stesso Ayoade. Un racconto di formazione che vede come protagonisti i giovani Craig Roberts (proveniente da esperienze per il piccolo schermo) e Yasmin Paige (2 young 4 me - Un fidanzato per mamma, Tooth), affiancati da volti esperti e familiari ai cinefili quali quelli di Noah Taylor (E morì con un felafel in mano, La fabbrica di cioccolato), Paddy Considine (La fine del mondo, Hot fuzz) e Sally Hawkins (Happy go lucky, Blue Jasmine). La storia è quella di Oliver, un impacciato quindicenne dalla grande immaginazione che ha creato un suo mondo ideale nel quale vivere. Da sempre innamorato della compagna di scuola Jordana, ragazzina spavalda, sembra toccare il cielo con un dito quando questa decide di fidanzarsi con lui. Ma il momentaneo idillio viene ben presto turbato dalla difficile situazione relazionale dei genitori di Oliver, da tempo in crisi coniugale e con probabili possibilità di un divorzio alle porte. Mentre anche la madre di Jordana si ammala di un grave cancro al cervello, il giovane dovrà cercare di mantenere in piedi sia il suo equilibrio familiare che il rapporto con la sua nuova fidanzata.

Il giovane Oliver

Non stupisce che tra i produttori della pellicola figuri anche Ben Stiller, visto che Submarine ha più di un qualcosa del cinema di Wes Anderson, seppur qui declinato in chiave più intimista e melanconica. Un percorso di formazione sincero e non edulcorato che, seppur nella parte iniziale sembri sfiorare la commedia, procedendo nella narrazione rivela una lucida analisi psicologica dei suoi protagonisti, rendendoli credibili nelle loro varie sfaccettature. Con una doverosa attenzione ai dialoghi, sempre convincenti anche nei numerosi voice-over di Oliver, Submarine è un continuo condensato di dolceamaro, impreziosito da una regia non banale che non esita ad utilizzare degli efficaci effetti speciali per realizzare sequenze visionarie a incorniciare i momenti più intensi della storia, accompagnati inoltre da un'intensa e mai fastidiosa colonna sonora. Ed anche quando rasenta una, voluta, vena caricaturale in alcuni dei personaggi, riesce sempre a mantenerla in una sorta di intelligente trasfigurazione della realtà, conservando così la solidità di un'opera capace di penetrare nel profondo con piccoli tocchi di credibile magia. Ayoade gioca col cinema citando più volte capolavori del passato, dai film di Rohmer a La passione di Giovanna d'Arco, lasciando in sottofondo il sottotesto sociale per concentrarsi su Oliver, alpha e omega cui tutto ruota attorno, nei sogni di un ragazzo non ancora adulto e pronto a scoprire la maturità sia nei suoi lati positivi che in quelli negativi. Convincenti a tal proposito le interpretazioni dei due giovani interpreti, capaci di infondere personalità e grinta emozionale alla loro crescita in divenire, e altrettanto valide le prove di Noah Taylor e Sally Hawkins nei panni dei genitori in crisi. Submarine, datato 2010 (il regista realizzerà tre anni dopo l'ancora inedito The Double) è un esordio di assoluto interesse che sarà trasmesso in anteprima italiana da RAI MOVIE oggi, mercoledì 5 febbraio, alle 23.10.

Submarine Un pizzico di Wes Anderson ma anche tanta originalità nell'intenso esordio dietro la macchina da presa dell'attore britannico Richard Ayoade. Una favola di formazione che, non priva di qualche tocco fantasticamente credibile, riesce ad emozionare con una leggerezza non priva di anima, riuscendo a creare un'interessante sviluppo psicologico dei suoi protagonisti capace di penetrare a fondo negli occhi di chi guarda.

8

Quanto attendi: Submarine

Hype
Hype totali: 0
ND.
nd