Recensione Subject 0: Shattered memories

L'esordiente Tiziano Cella guarda sia ai thriller di David Fincher che a un certo cinema nostrano degli anni Settanta per mettere in piedi un'intricata storia di omicidi orchestrata tra tradimenti e controllo della mente.

recensione Subject 0: Shattered memories
Articolo a cura di

Curiosamente, il titolo richiama alla memoria quello del poco conosciuto Subject two (2006) di Philip Chidel; ma, mentre in quel caso avevamo un dottore impegnato in esperimenti riguardanti la resurrezione svolti all'interno di una baracca di montagna, Subject 0: Shattered memories (2015) di Tiziano Cella - in precedenza autore soltanto di cortometraggi, ma con alle spalle anche un'esperienza da attore in Doll syndrome (2014) di Domiziano Cristopharo - privilegia tutt'altre tematiche ed ambientazione.
Infatti, ricordando, in un certo senso, situazioni tipiche di un determinato cinema di tensione italiano risalente agli anni Settanta, una volta superati titoli di testa animati apre tramite l'immagine di una nuda Lauren Jane Matic che si sveglia nel letto scoprendo, con raccapriccio, che l'individuo disteso accanto a lei è sgozzato.
Una Lauren Jane Matic che incarna Lauren, ovvero la moglie del Robert Williams che, con le fattezze del David White visto negli zombie movie Beautiful people (2014) e Anger of the dead (2015), viene chiamato dalla polizia, durante un meeting di lavoro, proprio per essere informato dell'orrendo spettacolo presentatosi agli occhi della donna.

Delitti... da Cella


Un episodio che, scomodo soprattutto per quanto riguarda la evidentemente fedifraga consorte dell'uomo, provvede a far partire le indagini da parte delle autorità, che si trovano presto ad avere a che fare, però, con altri cadaveri pronti ad essere seminati.
Infatti, sebbene, nel corso dei primi quaranta minuti circa di visione, si provveda ad intrecciare le vicissitudini di altre due coppie tra Roma e Parigi, un misterioso individuo non tarda a cominciare a lasciare in giro, poi, ulteriori corpi massacrati ricorrendo ad un modus operandi che, a quanto pare, rispecchia quello dell'omicida occupatosi dell'amante di Lauren.
E, man mano che lo stesso regista veste i panni del giovane Joshua e che, nel ruolo di un pizzaiolo, troviamo il Carlo Fabiano del vanziniano La vita è una cosa meravigliosa (2010), ad aumentare la sensazione di un certo legame con la celluloide di genere del passato è anche una Martina Palmitesta piuttosto somigliante alla Emanuelle nera Laura Gemser, addirittura per quanto riguarda il nudo integrale.
Anche se non appare celato che siano i lavori di David Fincher a rappresentare la principale fonte di ispirazione di un insieme che, pur essendo girato in digitale, riesce nella non facile impresa di sfuggire al tipico look da fiction televisiva grazie al ritmo narrativo discretamente gestito e, soprattutto, al coraggio di mostrare liquido rosso ed erotismo.
Fino all'epilogo apertissimo di un thriller a tinte horror che, accostabile a John Carpenter a causa dell'introduzione della tematica del controllo mentale eseguito su un soggetto chiaramente appartenente alla classe operaia, rischia soltanto di confondere lo spettatore durante lo svolgimento dell'intricatissimo script, a cura di Roberto"Hounds"Del Piccolo insieme a Cella e al sopra menzionato White.

Subject 0: Shattered memories Una storia di corna, una serie di omicidi ad opera di un misterioso individuo e un diabolico piano mirato al controllo mentale sono gli ingredienti su cui si costruisce Subject 0: Shattered memories, lungometraggio d’esordio di Tiziano Cella, figurante anche nel cast. Cast decisamente convincente e che provvede a rientrare tra i maggiori pregi di un’operazione che, pur dovendo fare i conti con una sceneggiatura piuttosto complicata, sfoggia una non disprezzabile confezione tecnica, nonostante le ristrettezze di budget. Guardando ai thriller di David Fincher, ma lasciando tranquillamente intuire un certo retrogusto di genere nostrano risalente agli anni Settanta.

6

Quanto attendi: Subject 0: Shattered memories

Hype
Hype totali: 1
100%
nd