Recensione Spy

Paul Feig torna all'action comedy dopo Corpi da reato con una parodia dei classici film di spionaggio senza farsi mancare nulla in termini di interpreti e risorse, tranne una cosa fondamentale: un buon copione.

recensione Spy
INFORMAZIONI FILM
Articolo a cura di

È "un giorno come un altro" alla CIA, un giorno in cui la superspia Bradley Fine è impegnato in una missione segretissima aiutato, come sempre, dalla 'regia' della fidata assistente Susan Cooper, che dalla sede gli invia tramite auricolare intel e suggerimenti tattici. Tutto sembra andare per il meglio quando, in maniera del tutto imprevista, la spietata Rayna Boyanov sorprende Fine, dichiarato così missing in action. A quanto pare Rayna ha scoperto le identità segrete di tutti gli agenti sul campo, e anche il focoso Rick Ford si ritrova impossibilitato a concludere la missione. Serve un volto nuovo e inaspettato per fermare una nuova corsa agli armamenti: e chi meglio della sottovalutata (ma decisamente poco "in forma") Susan, che ha finalmente la possibilità di dimostrare il suo valore e vendicare il suo compagno?

Lady Superspy

Ah, il fascino dei buon vecchi film di spionaggio. Azione, complotti, personaggi charmant... è un genere che non invecchia mai, anzi si rinnova di pari passo con la situazione geopolitica e le innovazioni tecnologiche. E ci sono serie che vanno avanti per decenni. Dai Bourne a Mission:Impossible, passando per l'intramontabile James Bond, che è anche il più immancabilmente parodiato. Abbiamo da poco salutato l'arrivo di Kingsman: Secret Service, ad esempio, che con molta ironia ha omaggiato il genere pur non scadendo nella macchietta, ma negli anni duemila non sono certo mancate vere e proprie parodie, spesso anche riuscite. Parliamo dei vari Johnny English, Austin Powers, Agente Smart: il pretesto dello spy movie è assolutamente funzionale a far innescare le meccaniche parodistiche e, con esse, le risa degli spettatori. Ci prova, ora, anche il buon Paul Feig, che dopo Le amiche della sposa e Corpi da reato (ri)tenta di unire azione e umorismo mettendo in campo tre stilemi dell'agente segreto cinematografico (il rude uomo d'azione, perfettamente incarnato da Jason Statham, il proto-bondiano modellato sullo stiloso e laccato Jude Law, la glaciale spia venuta dal freddo portata su schermo da Rose Byrne) e la "scheggia impazzita", il wannabe, saggiamente declinato al femminile nella energica e a suo modo tenera interpretazione di Melissa McCarthy, oramai attrice di fiducia del regista.

La parodia venuta dal freddo

Il risultato è un bizzarro mix riuscito, però, solo a metà, e nella metà "sbagliata". Gli attori sono perfettamente in parte ed è buffo anche solo vedere Statham e Law parodiare 'se stessi' con molta autoironia e simpatia, caricando i lati "sporgenti" dei rispettivi, vanesi, personaggi. Scenografie e, soprattutto, coreografie poi rendono inaspettatamente bene, con sfarzo e spettacolarità che non stonerebbero in un film 'serio' (basti vedere i bellissimi titoli di testa) e gli elementi per una parodia cult ci sono tutti. Tranne uno: il film non fa ridere, se non sporadicamente e più per le buffe situazioni che per i dialoghi, scritti in maniera abbastanza goffa e banale. È un po' come vedersi servire un sontuoso hamburger all'americana con patatine, doppio cheddar, verdurine fresche e poi scoprire che la svizzera all'interno del panino è bruciacchiata. Rimanerci un po' delusi è normale.

Spy Paul Feig, dopo Corpi da reato, torna all'action comedy con una parodia dei classici spy movies molto ben realizzata da un punto di vista "tecnico" (basti citare il cast perfettamente in parte e le ottime coreografie di combattimento) ma purtroppo carente di veri momenti di ilarità, soprattutto a causa di una certa povertà di idee in fase di scrittura. Ne esce fuori un prodotto apprezzabile per i motivi sbagliati, un po' troppo tirato per le lunghe e che meritava una maggior verve e sagacia nel copione: gli interpreti salvano la baracca ma speriamo che un eventuale seguito di Spy vanti battute migliori.

6

Che voto dai a: Spy

Media Voto Utenti
Voti: 1
7
nd