Solar Attack, la recensione del film catastrofico

Paul Ziller dirige un disaster-movie in cui la Terra viene minacciata da esplosioni di plasma che avvengono sul Sole e causano gravi conseguenze.

Solar Attack, la recensione del film catastrofico
INFORMAZIONI FILM
Articolo a cura di

Un satellite dello SNEL, compagnia spaziale che si occupa di studi sul Sole, viene distrutto da un'improvvisa eruzione della stella.
Un evento anomalo, che dà il via a una serie di accadimenti ancora più inquietanti e spaventosi che coinvolgono direttamente il nostro pianeta: delle palle infuocate cominciano infatti a cadere dal cielo, alcune di dimensioni molto contenute e altre più grandi, tali da distruggere intere nazioni. La Nuova Zelanda, ad esempio, viene spazzata via in un batter d'occhio.
Il multi-miliardario Lucas Foster, a capo di un innovativo programma che ha l'obiettivo di combattere il riscaldamento globale, scopre che l'atmosfera terrestre è ora composta per il 5% da metano. Una situazione potenzialmente esplosiva, tanto che i cieli iniziano progressivamente a riempirsi di fuoco, una visione apocalittica che prospetta un'imminente fine per l'umanità.
Con l'aiuto dell'ex moglie e scienziata Joanna Parks, Foster cercherà di far valere le sue ragioni con il Presidente degli Stati Uniti, al momento alle prese con una sorta di nuova guerra fredda con lo storico avversario sovietico. Ma sarà proprio un sottomarino russo a rivelarsi fondamentale nel tentativo di evitare la catastrofe.

Non c'è mai limite al peggio

Non vi è come potenzialmente prevedibile la sempre "mitica" Asylum dietro questo ennesimo disaster-movie a basso budget, ma Solar Attack mette in chiaro sin da subito la sua anima da z-movie duro e puro, in cui lo spettacolo e gli effetti speciali sono ai minimi storici e si sprecano le risate involontarie, all'interno di un'ora e mezza di visione durante la quale accade di tutto e di più senza una reale logica alla base.
Chi è feticista di questo tipo di operazioni avrà già immaginato il risultato finale dopo aver letto il nome del regista, quel Paul Ziller che, prima della più recente svolta sentimentale, ha firmato scult del calibro di Stonehenge Apocalypse (2010) e Missione Mercurio (2011), solo per citare un paio dei tanti titoli a tema girati.

Occhi al cielo

Disponibile nel catalogo di Amazon Prime Video e in onda stasera in prima visione su CIELO TV, Solar Attack parte infatti da una premessa scientificamente poco plausibile e continua imperterrito in forzature di vario genere, fino a un epilogo in cui la salvezza risiede proprio dove meno te lo aspetti.
La verosimiglianza è certamente l'ultimo dei problemi di un film che vive su una pochezza estetica a tratti desolante, con esplosioni realizzate in una pessima CGI e i cieli coperti da un color rossastro a simulare la minaccia scaturita dal sole nei confronti della Terra. Allo stesso modo le rocambolesche scelte di montaggio e una regia totalmente asettica non fanno che evidenziare ulteriormente i difetti in fase di messa in scena, imperdonabile anche considerando i limiti di budget.
Come spesso accade in operazioni di questo tipo, il cast può contare su vecchie glorie resuscitate per l'occasione: troviamo il mitico Louis Gossett Jr. nei panni di uno svogliato Presidente USA e la star action Mark Dacascos, recentemente tornata alla ribalta nel terzo capitolo di John Wick, che nelle vesti del protagonista si trova in un ruolo per lui inevitabilmente statico.

Solar Attack Il nostro pianeta è in pericolo ma questa volta non è un'invasione aliena o qualche cataclisma climatico la causa scatenante, bensì la stella a cui tutti dobbiamo la vita: il Sole. Paul Ziller, specialista del filone catastrofico a bassissimo budget e zero inventiva, dirige nel 2006 l'ennesimo film copia-incolla, con effetti speciali difficili da commentare e una profondità narrativa pari allo zero. Solar Attack infila anche un'ipotetica guerra fredda, con una tensione mai così alta tra Russia e Stati Uniti, per aggiungere un po' di pepe a una trama comunque irricevibile, e recupera volti noti del cinema anni '80 e '90 come Louis Gossett Jr. e Mark Dacascos in ruoli più o meno predominanti ma ugualmente anonimi. Novanta minuti di visione consigliati esclusivamente a coloro che di questo tipo di produzioni hanno fatto ormai un appuntamento imperdibile per ridere sul trash involontario. Il film andrà in onda mercoledì 7 aprile alle 21.15 su CIELO TV in prima visione tv per il ciclo Disaster night: I 4 elementi - Fuoco.

3

Che voto dai a: Solar Attack

Media Voto Utenti
Voti: 3
1.7
nd