Netflix

Skater Girl, la recensione del film Netflix

La regista indiana Manjari Makijany esordisce nel lungometraggio con un potente e drammatico percorso di formazione ambientato nell'India più remota.

Skater Girl, la recensione del film Netflix
INFORMAZIONI FILM
Articolo a cura di

In un remoto villaggio nello Rajasthan, una regione dell'India, la giovane Prerna appartiene alle classi più povere della società ed è sotto stretto controllo dei genitori; solo il suo fratellino comprende i suoi sentimenti. Siamo in un ambiente ancorato alle antiche tradizioni e fatica a procurarsi divisa e libri per frequentare la scuola locale.
La sua vita sembra poter cambiare da un giorno all'altro quando in zona arrivano Jessica, cresciuta all'estero ma di origini indiane, e un suo amico, i quali decidono di regalare ai bambini e ragazzi del villaggio dei moderni modelli di skateboard: ben presto la passione per questa attività si diffonde a macchia d'olio e la stessa Prerna comincia a prenderci la mano, nonostante la ferma opposizione del padre.
Opposizione che ben presto trova spazio anche tra le aule scolastiche, con i dirigenti che decidono di vietare l'utilizzo dello skate. Un'imposizione che causa malumore e spinge gli alunni a non frequentare più le lezioni. La situazione rischia di diventare un caso e soltanto l'intervento di una donna dell'alta società, che sa bene quanto bisogni dare risalto alla figura femminile in una realtà così patriarcale, potrà cambiare le cose. Questa finanzia infatti la costruzione di uno skate park che sarà gestito in prima persona proprio da Jessica, promotrice dell'idea.
Ma per Prerna il percorso da affrontare per realizzare il proprio sogno sarà ancora lungo e ricco di sofferenze.

Un altro mondo

Il film d'esordio della regista indiana Manjari Makijany, anche co-autrice della sceneggiatura ispirata a una storia vera, ci accompagna alla scoperta di una realtà che in tanti non conoscono, quella dell'India più povera e rurale. Un viaggio affascinante non solo per la scoperta di certe tradizioni arcaiche, purtroppo ancora esistenti nelle zone più remote del Paese, ma anche per l'amaro e avvincente percorso di formazione della giovane protagonista.
Adolescente, ma già destinata come molte sue coetanee a un matrimonio combinato che la separerà per sempre dai propri cari, Prerna lotta giorno dopo giorno per far valere le proprie idee e la sua diventa una sorta di miccia che scatena la pacifica rivolta dei piccoli allievi maschi della scuola locale, sin da subito appassionati dello skateboarding.
Un dettaglio non da poco il sesso, in quanto il fatto di essere donna nega, secondo le crudeli etiche locali, qualsiasi hobby: le sole cose di cui deve occuparsi sono la cura della casa e dei genitori.

Coraggio e determinazione

Nuova esclusiva del catalogo Netflix, Skater Girl convince quindi per il suo crudo ma limpido sguardo antropologico su un tipo di cultura che fortunatamente sta scomparendo in favore di un'evoluzione della società, per mettersi al passo coi tempi. L'attenzione al comparto ambientale, con i rumori esterni in tempo reale ad accompagnare gesta e dialoghi dei protagonisti, ci trasporta letteralmente in questo mondo a noi così lontano, aumentando il fascino di un titolo che acquista progressivamente forza col passare dei minuti.
La tensione drammatica è a tratti estrema, con una manciata di incidenti/tragedie che rischiano di spezzare definitivamente la figura principale, ma il coraggio e l'ostinazione dimostrati proprio nel momento in cui tutto sembrava ormai finito la rendono un personaggio unico e complesso, impossibile da non amare per tutte le sofferenze subite e la forza con la quale è sempre riuscita a rialzarsi.
Il merito è anche dell'autenticità delle interpretazioni, dato che pressoché l'intero cast è interpretato da "attori veri", al loro debutto assoluto su quel grande schermo che mai avrebbero sognato di vedere. Rachel Saanchita Gupta è straordinaria nella sua toccante naturalezza, quasi che abbia vissuto realmente sulla pelle le vicissitudini del proprio alter-ego cinematografico.

Skater Girl Siete pronti a scoprire l'India più remota, dove la popolazione vive in condizioni di estrema miseria e vigono ancora leggi arcaiche legate a una visione patriarcale del mondo? Se la risposta è si, Skater Girl è il film che fa per voi. Un drammatico percorso di formazione e una storia di lotta contro le ingiustizie sociali e i pregiudizi vigenti, ispirata a una vicenda realmente accaduta. La giovane protagonista, appartenente alle caste più povere, si appassiona allo skateboarding dopo che un paio di stranieri appare nel suo piccolo villaggio, regalando skate ai più piccoli che da subito impazziscono per tale nuova attività. Lei, di qualche anno più grande, è la sola donna ad appassionarsi, ma l'essere figlia di un padre ancorato a una visione arcaica non le rende per nulla semplici le cose. Tra mille sofferenze e colpi di scena, vi sarà infine quella giusta catarsi, che si pone quale monito contro ogni tipo di discriminazione.

7

Che voto dai a: Skater Girl

Media Voto Utenti
Voti: 4
7.2
nd