Recensione Shrek - La collezione dei Blu-Ray 3D

Tutta la saga di Shrek, questa volta in Blu-Ray 3D!

Articolo a cura di

Dreamworks Animation è tra le poche major che nel tempo hanno saputo dimostrare capacità tecniche e artistiche seconde a nessuno, guadagnando posizioni all'interno del ricco mercato mondiale dell'animazione. La saga di Shrek ha raggiunto il ragguardevole traguardo dei quattro film, più vari corti sparsi nel tempo di cui uno addirittura in 3D 'analogico', ovvero da visionare indossando occhialini in cartoncino a lenti colorate. Dismessa quasi del tutto tale vetusta tecnologia (il recente Conan The Barbarian di 01 Rai Cinema è offerto in Blu-ray anche in tale versione 3D oltre che in Real 3D) l'occasione ghiotta per Universal/Dreamworks si è presentata nel momento del lancio del più recente episodio della serie, Shrek e vissero felici e contenti, con la riproposta di tutte e quattro le opere in versione Active 3D, destinate a coloro già in possesso di un impianto in cui è coinvolta l'intera catena digitale per la visione: lettore Blu-ray, televisore/videoproiettore e gli immancabili occhiali, in versione attiva (con lenti LCD a cristallo liquido) oppure passiva con lenti in plastica (come nel caso del sistema proposto da LG). Gli appassionati della serie possono finalmente assistere, per la prima volta in assoluto, a tutti i film nell'esclusiva versione stereografica.

Shrek

Single e felice di esserlo, l'orco Shrek vive tranquillo in prossimità di una palude, almeno sino al momento in cui molti personaggi delle fiabe più rinomate cercheranno rifugio presso di lui, cacciati e allontanati dal cattivo Lord Farquaad, che desidera raggiungere e liberare la principessa Fiona, segregata in una torre presidiata da un drago...femmina. Pur di ritrovare la pace perduta, l'innocuo mostro verde stringe un patto col malvagio regnante: consegnargli la futura sposa pur di vedere liberata la palude dagli odiati ospiti. L'impresa sembra facile e Shrek si mette subito in cammino, facendo ben presto la conoscenza di Ciuchino, quattro zampe petulante con cui stringerà amicizia. Una volta liberata Fiona, la situazione si complicherà non poco, dopo che Ciuchino realizza che la principessa è sotto un incantesimo che la notte la trasforma in orco.
È forse il film più amato e riuscito dell'intera saga, forte di omaggi al cinema e alle fiabe, oltre che di un formidabile cartello di attori e doppiatori che diedero letteralmente vita ai personaggi nella versione originale e in italiano. La proposta in 3D è essenziale, con la visione dell'opera unicamente in tale modalità. Nonostante la codifica video MVC (Multiview Video Coding) non c'è compatibilità 2D e in assenza dell'hardware per la visione tridimensionale un cartello avvisa dell'impossibilità a fruire dello spettacolo. Formato immagine 1.78:1, concepito all'origine in 2D, la stereoscopia si fa costantemente sentire, per un risultato divertente e la presenza di numerosi momenti in cui saggiare profondità di campo e distanza tra gli elementi in primo piano e background. Minimo il ghosting con rari passaggi in cui accorgersi di profili 'fantasma' in primo piano. La proposta per l'audio in italiano è la stessa dei precedenti DVD, con la traccia in italiano Dolby Digital 5.1 canali mediamente efficace. Tutta un'altra cosa il risultato dell'originale Dolby TrueHD 7.1 canali inglese, con una scena sonora spesso entusiasmante, rari momenti in cui la timbrica tende a flettere di poco. Nella stessa confezione anche il DVD con il film in SD e gli stessi extra delle vecchie edizioni.

Shrek 2

A tre anni di distanza, dopo l'enorme successo mondiale giunse il secondo film, che riuscì a stupire i molti che lo immaginavano incapace di superare il precedente per bellezza e divertimento. Dopo il prologo in cui Azzurro scopre che Fiona è già stata salvata da un mostro, ritroviamo la felice coppia di orchi in luna di miele e in seguito in viaggio assieme a Ciuchino alla volta del regno di Molto Molto Lontano per incontrare il re e la regina. Le aspettative dei genitori di Fiona sono però disattese una volta scoperto che la giovane non divide il suo cuore con Azzurro. Lo shock è tale che, dopo una burrascosa cena e lo sconforto di Fiona nell'assistere alle continue scaramucce tra marito e suocero, il re tende a Shrek una trappola, invitandolo a una battuta di caccia mattutina. L'orco si presenta all'appuntamento trovandosi di fronte il Gatto con gli stivali, spadaccino che dovrebbe eliminare il mostro verde con cui invece fa amicizia. Assieme a Ciuchino, invidioso per la nuova ingombrante presenza pelosa, Shrek si dirigerà alla volta dei laboratori di Fata Madrina, per trovare una pozione per la felicità di Fiona, ignaro di quanto l'incantesimo lo porterà lontano dall'amata.
Formato immagine 1.78:1, codifica video MVC con l'offerta in alta definizione unicamente stereoscopica e il disco incompatibile con catene digitali non 3D compliant. Lo spettacolo anche in questo caso non manca, con momenti in cui saggiare la profondità di campo e la ricchezza di dettagli che a ogni frame offre solidità e precisione degli elementi in computer grafica. Migliora, anche se di poco, il risultato per la traccia Dolby Digital 5.1 canali in italiano rispetto al primo film, divertente e ricca di momenti scoppiettanti l'originale Dolby TrueHD 7.1 canali che promette e mantiene una resa cinematografica senza riserve. Anche qui totale assenza di extra, se non presenti sul DVD in allegato con la versione del film in standard televisivo PAL.

Shrek Terzo

Il terzo episodio risale al 2007 e vede Shrek diviso tra i problemi familiari, ma soprattutto l'impegno richiesto nella gestione di Molto Molto Lontano. Di fronte agli affari di palazzo e di stato l'orco si dimostra più che apatico, sognando la pace e la semplicità dei giorni in cui viveva nell'amata palude. Unica soluzione per fare un passo avanti, ma in realtà due indietro, è quella di passare il governo del regno ad altro successore, Artù, giovane e allampanato cugino di Fiona. Preoccupato dopo aver scoperto che la moglie è incinta, Shrek si imbarca assieme a Ciuchino e Gatto con gli stivali alla volta di Artù, cui abdicare. Il liceale, inizialmente alle stelle per la proposta ricevuta, realizza ben presto di non avere la più pallida idea di come gestire un regno ma il suo tentativo di invertire la rotta e tornare indietro si risolverà nel naufragio sugli scogli di un'isola in cui ha riparato Merlino, che ha più di una rotella fuori posto causa esaurimento nervoso. Nel frattempo Azzurro ordisce un complotto per usurpare i regnanti raccogliendo il favore di personaggi ben poco raccomandabili presso una mefistofelica locanda.
Dei quattro film è forse quello più debole dal punto di vista delle gag e dell'impatto di una storia che ha meno trovate e colpi di scena del passato. Anche in questo caso l'offerta 3D rimane relegata a tale ambito, impedendo la visione a chi non in possesso della catena digitale 3D compatibile. Tecnicamente siamo invece un gradino sopra i due precedenti film, con una stereoscopia ancora più marcata ed efficace, rari momenti di ghosting per uno spettacolo tutto da gustare. Codifica video MVC, formato immagine 1.78:1. Identico il risultato per l'offerta audio con traccia Dolby Digital 5.1 canali in italiano di buona dinamica ma imbattibile è nuovamente l'originale Dolby TrueHD 7.1 canali che riserva molte sorprese, timbrica elevata, passaggi panning fronte retro, profondità del subwoofer. A parte il DVD con una manciata di vecchi extra non vi è traccia di approfondimenti ad hoc.

Shrek E vissero felici e contenti

L'ultimo capitolo della saga torna indietro nel tempo per raccontarci cosa stava per accadere al regno di Molto Molto Lontano e ai suoi abitanti per colpa della decisione sbagliata di re Harold e della regina Lillian, disposti anche a cedere tutto pur di salvare Fiona dall'incantesimo. Di fronte a loro un misterioso e malvagio folletto, Tremotino, quasi riuscito a diventare il nuovo sovrano in cambio di un potente sortilegio. All'ultimo istante la mancata firma salva dalla catastrofe grazie alla notizia del salvataggio di Shrek di quella che sarebbe poi divenuta l'amata. Tempo dopo ritroviamo Shrek e famiglia nella palude e Tremotino, caduto in disgrazia, che approfitta di una vivace discussione tra moglie e marito per offrire all'orco uno scambio: un giorno della sua vita da single contro uno della sua infanzia. Considerando lo scambio equo, il mostro verde firma, cadendo in trappola: Tremotino ha infatti scelto di prendere il giorno in cui Shrek è nato, il quale si ritrova in una terribile versione di Molto Molto Lontano, in cui Tremotino è un impietoso e cattivo re, mentre l'orco ha solo ventiquattro ore per risolvere la situazione o scomparire per sempre.
Anche in questo caso il divertimento non cambia, anche se la storia è più cupa, con situazioni ilari originali ma più diluite all'interno dei 93 minuti del film. L'offerta 3D questa volta cambia: sparito il DVD con la versione SD PAL, il Blu-ray, formato 2.35:1 con codifica video MVC, è compatibile anche con i lettori BD '2D only'. Rispetto alla resa d'immagine questo quarto film si conferma il migliore in assoluto, un prodotto prossimo al riferimento per uno spettacolo 3D di maggiore resa, grazie anche al fatto che questa è l'unica produzione stereoscopica nativa. Purtroppo totale assenza di extra, tutti presenti nell'edizione Blu-ray 2D.

Shrek - La collezione dei Blu-Ray 3D L'offerta 3D della serie di Shrek si è rivelata una lieta sorpresa sotto l'aspetto prettamente tecnico, soprattutto se disposti a visionare ogni film in lingua inglese sfruttando le notevoli doti della traccia lossless Dolby TrueHD 7.1 canali. Peccato, tuttavia, per il mancato supporto dei sottotitoli, assenti ingiustificati per i primi tre film. Peccato anche per il blocco imposto alla sola visione 3D per i primi 3 capitoli e l'assenza di un secondo disco Blu-ray 2D incluso nella confezione del quarto film che avrebbe impedito il (forzato) acquisto anche dell'altra edizione per recuperare il lungo stuolo di supplementi, molti dei quali in HD.

7.5

Quanto attendi: Shrek - La collezione dei Blu-Ray 3D

Hype
Hype totali: 0
ND.
nd