Recensione Sex and Zen Extreme Ecstasy 3D

Anche in Blu-Ray 3D il bizzarro wuxia erotico che ha spopolato in Cina

Articolo a cura di

Trattasi di un bizzarro adattamento cinematografico a tre dimensioni del racconto "La preghiera di carne", incentrato sulle disavventure sessuali di un giovane allievo della dinastia Ming, nell'antica Cina.

Giovane e ricco, Wei (Hiro Hayama) si sposa con la fascinosa Yuxiang (Leni Lan), ma la coppia vive con difficoltà il sesso, dal momento che Wei è normodotato e soffre di eiaculazione precoce. Frustrato e col rischio di perdere la moglie, Wei parte alla ricerca di una soluzione rivolgendosi alla persona sbagliata, il principe Ning (Tony Ho). Il ricco individuo di malaffare è circondato da uno stuolo di disinibite concubine, vive protetto da soldati dentro una montagna e organizza orge ospitando aristocratici e potenti. Superate le difficoltà per ottenere l'ingresso, in cambio di dieci anni di servigi Wei ha possibilità di giacere per una sola volta con una delle più eccitanti amanti di Ning e dopo una notte e un giorno di prolungato piacere grazie all'agopuntura, realizza di essere l'unico a non potersi vantare degli intimi attributi. Desideroso di un membro più virile, si reca presso uno strampalato laboratorio dove due cialtroni lo operano con l'idea di impiantargli il pene di un cavallo. Nel frattempo Yuxiang si rincuora con quello che apparentemente sembra essere un servo, mentre nessuno immagina la tela di inganni che per vendetta il principe Ning sta tessendo...

Le (poche) fantasie estreme hanno poco appeal, per giunta inserite nel contesto di un racconto bislacco, con doppiaggio senza carisma, improbabili battute e interpreti, scivolando involontariamente nel ridicolo. L'opera è nativa in 3D, con elementi efficaci che ‘bucano' lo schermo grazie a interessanti trovate, presenti in maniera più massiccia nei concitati combattimenti verso la risoluzione del racconto.

La qualità del blu-ray è eccellente, codifica video MVC con retro compatibilità
AVC/MPEG-4 per sistemi solo 2D. BD-50, formato immagine 1.78:1. La visione riserva diversi momenti in cui ci si ritrova a schivare pugnali, proiettili e corpi contundenti e, almeno da questo punto di vista, la tecnica non manca di sorprendere. Doppia traccia DTS-HD Master Audio 5.1 canali italiano/cinese, entrambe dinamiche e ricche di elementi, compresi i due canali posteriori. Il subwoofer subisce ingaggi principalmente nello scontro finale tra le guardie dell'imperatore e quelle del principe Ning. Come extra è disponibile solo il trailer.

Sex and Zen 3D Tra banalità, elementi trash e la ricerca dell’effetto ottico, la visione lascia solo immaginare quali avrebbero potuto essere i risultati stereoscopici con una storia più interessante. Nonostante tutto, il film in Cina ha superato gli incassi di “Avatar,” mentre non sono mancate polemiche e segnalazioni relative a tagli censori. Di fatto l’edizione italiana passata nelle sale è quella di soli 90 minuti, contro gli oltre 120 dell'integrale. Grazie a LuckyRed la versione home video per l’Italia reintegra parte degli elementi inediti portando la durata a 105 minuti.

5.5

Che voto dai a: Sex and Zen 3D

Media Voto Utenti
Voti totali: 29
4.9
nd