Secret Team 355 Recensione: l'action con Jessica Chastain non convince

Jessica Chastain guida un gruppo di spie all'interno di un film d'azione claudicante, che non porta del tutto a termine il suo compito.

Secret Team 355 Recensione: l'action con Jessica Chastain non convince
Articolo a cura di

In madre patria Secret Team 355 - in originale The 355 - è stato massacrato dalla critica specializzata. Il film è uscito in America nel 2021, stesso anno del trionfo di Jessica Chastain per il suo Gli occhi di Tammy Faye, opera che l'ha portata alla vittoria dell'Oscar stringendo così tra le mani la statuetta per la Migliore attrice - se volete potete recuperare la nostra recensione di Gli occhi di Tammy Faye, oltre a ripassare l'elenco di tutti i vincitori degli Oscar 2022.

Una dicotomia, dunque, tra una pellicola che ha siglato il talento dell'interprete ed un'altra che invece l'ha affossata assieme alle sue compagne di squadra Penélope Cruz, Lupita Nyong'o, Diane Kruger e Fan Bingbing. Ma la domanda da farsi è se davvero questo Secret Team 355 è poi un film tanto tremendo o se la storia si ripete quando c'è di mezzo una donna - in questo caso, un team -, la quale deve fare il doppio dello sforzo pur di arrivare alla sufficienza.

Pro e contro di Secret Team 355

La prima cosa da dire è che, ovviamente, se la ricezione è stata tanto pessima significa che il film non poteva che partire da una base compromessa.

E in effetti Secret Team 355 non è un lavoro meritevole. Di certo presenta un racconto e una costruzione mediocre e ha delle criticità che si rivelano evidenti e si susseguono nei luoghi e negli scontri in cui si ritrovano invischiate le protagoniste. Una pellicola non degna di riconoscimenti urlati a gran voce, ma nemmeno di vedersi privata di quel minimo di intrattenimento che riesce a restituire al pubblico. Indubbiamente uno svago claudicante, ma non meno efficace di quello di tante altre opere del medesimo genere che nel tempo sono riuscite a ricevere se non proprio il plauso degli spettatori, almeno la loro comprensione e accondiscendenza. Questo perché Secret Team 355 si dimostra nella propria struttura la più tipica delle storie di spionaggio; la narrazione più canonica che gli sceneggiatori Theresa Rebeck e Simon Kinberg - quest'ultimo anche regista - potessero escogitare per riportare le dinamiche di potere all'interno dei ruoli di genere e che cercano di essere superati attraverso missioni, strategie e sparatorie.

Al netto di un paio di colpi di scena comunque fiutabili e di alcune evoluzioni che giungono inaspettate al pubblico, la pellicola non eccelle per originalità di scrittura, ma al contempo si dimostra un film action che si lascia guardare. Magari distrattamente, forse in maniera superficiale, ma rimane in ogni caso una visione semplice pur senza slanci o picchi creativi.

Il destino di una donna

Il tutto rimanendo consapevoli delle enormi pecche che è giusto sottolineare.

Gli stunt di Secret Team 355, che dovrebbero essere fondamentali in un'operazione simile, si rivelano ben sotto la media rispetto alle produzioni di questo tipo e le sequenze di maggior adrenalina (con annessi combattimenti corpo a corpo) si svolgono con farraginosità letale, portando a compimento l'obiettivo, pur riuscendoci con difficoltà. Anche la recitazione, inoltre, subisce una battuta d'arresto non indifferente. La stessa Chastain, che ricordiamo esce con Secret Team 355 nello stanno anno del suo film da Oscar, sembra momentaneamente dimenticarsi cosa significa cercare di sembrare naturali di fronte alla macchina da presa, colpa probabilmente dell'eccessiva presenza di frasi ad effetto che appesantiscono i dialoghi, ma ancor più le performance delle attrici. Evidenziati i suoi difetti e coscienti dell'enorme lavoro che Secret Team 355 avrebbe dovuto fare per rivelarsi realmente un film inappuntabile, rimane un mistero l'eccessivo accanimento contro una pellicola che, cosciente dei suoi limiti, porta in ogni caso a termine il proprio compito. Allora il quesito torna: è perché essendo donne il minimo non basta? Bisogna eccellere per tutti i motivi? Ci sono occasioni in cui si deve ammettere di non aver svolto il proprio dovere al meglio. Ma ce ne sono anche altre in cui l'indulgenza sembra non venir nemmeno contemplata, soprattutto quando si tratta dell'universo femminile.

Secret Team 355 Dopo le critiche aspre ricevute dalla stampa americana ci si aspettava un film pessimo e inguardabile. In realtà Secret Team 355 si rivela una pellicola semplice e da guardare per un momento di svago. Un'opera senza picchi creativi e con delle criticità evidenti come negli stunt discutibili e in alcune performance delle attrici, ma che porta comunque a termine il proprio lavoro, ossia intrattenere lo spettatore.

6

Quanto attendi: Secret Team 355

Hype
Hype totali: 2
40%
nd