Recensione Scream 3

Wes Craven dirige ancora una volta, nell'allora presunto capitolo finale della trilogia di Ghostface, Neve Campbell, Courteney Cox e David Arquette: e in Scream 3 l'incubo ha di nuovo inizio.

Recensione Scream 3
Articolo a cura di

Il male non muore mai recita un vecchio detto e così all'alba del nuovo millennio Scream 3 si pone come capitolo finale della trilogia, come poi ben sappiamo espansa undici anni dopo con la realizzazione di un quarto e, ahinoi vista la scomparsa del regista, realmente definitivo epitaffio della saga. Visti i clamorosi successi al botteghino della saga Wes Craven e la produzione optarono per la regola "squadra che vince non si cambia", ma cozzarono nella loro scelta con gli impegni dell'allora richiestissimo sceneggiatore Kevin Williamson, qui autore solo di un pre-script modificato in larga parte dal subentrato collega Ehren Kruger, di cui si era apprezzata la mano nell'efficace Arlington Road - L'inganno (1997). Fortunatamente gli interpreti che ormai il pubblico aveva cominciato ad amare fanno di nuovo ritorno nei loro iconici ruoli: Neve Campbell, Courteney Cox e David Arquette (più la breve partecipazione iniziale di Liev Schreiber) infatti dovranno vedersela nuovamente con il "risorto" serial killer mascherato.

Un, due, tre, tocca a te!

Cotton Weary ha raggiunto il successo tramite un programma televisivo, e vive felicemente con la fidanzata Christine quando una sera un nuovo Ghostface fa irruzione nella loro casa uccidendoli entrambi. Sidney, che abita isolata in una casa di campagna sperando che tutto fosse finito, comprende come l'incubo sia sul punto di ricominciare e decide di recarsi proprio alla Mecca del Cinema, dove stanno avendo luogo le riprese di Squartati 3, l'ennesima pellicola ispirata agli omicidi di Woodsboro. L'assassino sta infatti prendendo di mira gli attori del film, che vengono ritrovati assassinati uno dopo l'altro: solo Sidney, con l'aiuto degli inseparabili compagni Gale e Dewey, potrà fermare una volta per tutta la scia di sangue, scoprendo al contempo nuovi e inquietanti segreti sul passato di sua madre.

L'ora della verità?

Non è facile mantenere alto il livello qualitativo di una saga che ha vissuto buona parte delle sue fortune sull'incredibile numero di colpi di scena registrati nelle sue prime incarnazioni. E Craven, che odiava ripetersi in una corrosiva stagnazione, opta in questo caso per altre vie, buttandola su un imprinting comico che regala una certa freschezza ad una narrazione che in più passaggi denota certe forzature. Le circa due ore di visione, durata comune di tutti e quattro i capitoli, cercano infatti di riscrivere la genesi di Ghostface, così come per altro sostenevano le tre regole di Randy (che compare in un vecchio filmato pre-morte) riguardanti il capitolo finale di una trilogia. E' interessante come in questo prosieguo nuovamente metacinematografico, che gioca col mondo di Hollywood e le sue manie, la strada intrapresa strizzi fortemente l'occhio proprio ai topoi classici dell'horror ottantiano che Scream aveva abilmente aggiornato nel primo titolo: uno specchio riflesso che, trovandosi costretto ad evolversi, retrocede con furbizia proprio a quei primordi precedentemente presi di mira. Il risultato finale funziona, seppur in maniera meno sorprendente rispetto al passato, grazie anche alle solide interpretazioni sia del cast riconfermato (la Campbell buca lo schermo come non mai) che delle new entry, con camei gustosissimi come quelli della coppia Kevin Smith - Jason Mewes nei panni dei mitici Jay & Silent Bob e di Carrie "Principessa Leila" Fisher.

Scream 3 Sembrava la fine e invece il quarto capitolo ha rimescolato di nuovo le carte. Ma Scream 3 rimane comunque una piacevole conclusione dell'allora trilogia che a dispetto di una sceneggiatura sin troppo veicolata all'improbabile si fa apprezzare come solido intrattenimento di genere, questa volta aumentando la verve comico-ironica e smussando la brutalità degli omicidi. La genesi di Ghostface ha qui un volto, seppur provvisorio, ufficiale che chiude momentaneamente il cerchio mettendo in mostra una Sidney più bella e combattiva che mai.

6.5

Che voto dai a: Scream 3

Media Voto Utenti
Voti: 3
7
nd