Reach Me - La strada del successo, il film con Stallone su Prime Video

L'uscita di un libro motivazionale, diventato subito un best-seller, finisce per legare il destino di numerosi personaggi estranei tra loro.

recensione Reach Me - La strada del successo, il film con Stallone su Prime Video
Articolo a cura di

Un nuovo libro motivazionale, dal titolo Reach, è sulla bocca di tutti: diventato un vero e proprio caso editoriale, ha incollato alle pagine milioni di lettori, delle più disparate etnie e condizioni sociali. L'autore ha però sempre voluto rimanere misterioso, per paura di mostrarsi alle masse, anche se è prossimo a un'intervista nella quale potrebbe finalmente rivelare la sua reale identità.
Nel frattempo il volume ha cambiato, in meglio, le vite di molte persone: tra queste vi sono un'ex detenuta appena uscita di galera, un giornalista e il suo editore, una celebrità dell'hip-hop, un attore e un poliziotto sotto copertura. In particolare quest'ultimo si trova ad affrontare crisi di coscienza, con relative confessioni al prete della sua parrocchia, in seguito al gran numero di omicidi che compie durante il suo lavoro.
In Reach Me - La strada del successo l'esistenza dell'agente si rivelerà incredibilmente connessa con quella degli altri protagonisti, dando il via a una serie di rapporti interpersonali che andranno a cambiare per sempre la quotidianità di tutte le figure coinvolte.

Tutti insieme appassionatamente

Il regista e sceneggiatore John Herzfeld, prevalentemente operativo sul mercato televisivo, aveva bazzicato il grande schermo solo quattro volte in quasi trent'anni di carriera, con risultati non certo memorabili: tra i suoi titoli più famosi ricordiamo 15 minuti - Follia esplosiva a New York (2011), poliziesco con Robert De Niro, e il crime-movie Bobby Z, il signore della droga (2007). Il Nostro sarà prossimamente al timone dell'annunciato Escape Plan: The Extractors, nuovo capitolo del prison-franchise con protagonista Sylvester Stallone, con il quale è amico da anni fin da quando erano compagni di stanza all'inizio delle rispettive carriere.
Questo film del 2014 è stato fortemente voluto dal leggendario interprete di Rocky, il primo a entrare nell'affollato cast di star, che ha messo parte delle finanze e la cui presenza ha spinto la raccolta fondi sulle piattaforme di crowdfunding.

Peccato che Reach Me - La strada del successo (disponibile nel catalogo filmico di Amazon Prime Video), dopo tutto l'impegno profuso in fase di produzione, si sia rivelato una pellicola fiacca e inconsistente, tutta imbastita su una trama corale i cui vari tasselli vanno a incrociarsi nei modi più assurdi e improbabili possibili, senza mai suscitare un minimo sussulto emotivo o un qualsiasi istinto metaforico nascosto.

Una trama nulla

Ci troviamo davanti a un'operazione il cui fine è alquanto confuso, con il vorticoso script per nulla certo del significato che vuole trasmettere allo spettatore, sempre più assillato dalla varie sottotrame il cui filo logico non si trova neanche nella "resa dei conti" finale. Il leit-motiv del libro motivazionale, che fa da sorta di elemento cardine attorno a cui ruotano le svariate esistenze del racconto, è il centro focale di questo collage di sequenze casuali: da registi nascosti in squallidi motel con l'amante di turno ad attori provoloni sul set, da timidi giornalisti ai loro superiori fino all'ex detenuta e al poliziotto dal grilletto facile (probabilmente i due personaggi più "vivi" pur nelle loro palesi forzature caricaturali), tutto sembra avvenire per puro caso, lasciando al pubblico il compito di individuare un potenziale nesso che vada aldilà del mero gratuitismo.
Incredibile inoltre come sia stato possibile sprecare nel caos generale il talentuoso e folto roster di star a disposizione che conta, oltre a Sly in una parte discretamente riuscita, nomi del calibro di Thomas Jane, Kyra Sedgwick, Lauren Cohan, Tom Berenger, Danny Aiello, Terry Crews e Danny Trejo, alcuni impegnati in semplici cameo e altri in ruoli ben più corposi ma comunque privi di anima e identità.

Reach Me - La strada del successo Un cast delle grandi occasioni, capitanato da Sylvester Stallone e Thomas Jane, si trova coinvolto in questo film corale nel quale le storie dei numerosi personaggi coinvolti sono legate dall'uscita di un libro motivazionale, diventato un vero e proprio caso editoriale in grado di cambiare in meglio la vita di una moltitudine di individui dalle provenienze più disparate. Reach Me - La strada del successo tenta l'approccio tipico di certo cinema indipendente d'Oltreoceano, tra toni più leggeri e ironici e un vago senso da dramma introspettivo, ma si basa su una sceneggiatura inconsistente in cui i destini dei diversi personaggi si intersecano senza ragioni apparenti, arrivando a un finale che li fa forzatamente riunire per la "catartica" resa dei conti. Novanta minuti di visione in cui è proprio il senso logico a mancare all'interno di una narrazione frammentaria e sopra le righe, alla quale è difficile trovare una ragion d'essere, con tanto di inutile epilogo ambientato un anno e mezzo dopo a informarci sul destino di protagonisti cambiati per sempre dal suddetto evento clou: loro in meglio, lo spettatore probabilmente no.

4

Che voto dai a: Reach Me - La strada del successo

Media Voto Utenti
Voti: 2
2.5
nd