Ralph Spaccatutto, il colorato film Disney in alta definizione

Ralph spacca tutto anche in alta definizione: la recensione del Blu-ray Disney.

recensione Ralph Spaccatutto, il colorato film Disney in alta definizione
Articolo a cura di

In una grande sala giochi americana (di quelle che, ahinoi, in Italia sono solo un ricordo) convivono decine di videogiochi diversi: per genere, pubblico, periodo di uscita sul mercato. Accanto ai cabinati più moderni abbiamo un reparto vintage di tutto rispetto, in cui fa bella mostra di se Felix Aggiustatutto Felix (Fix-it Felix, Jr.) un tipico arcade dei primi anni '80 in cui il giocatore, nei panni del buffo e solerte Felix, deve riparare i danni arrecati al palazzo in cui vive dal rozzo omaccione Ralph, che sfrattato dai costruttori del condominio di Belposto nella vicina discarica, sfoga rabbia e frustrazione sugli infissi dello stabile, puntualmente riparati dal simpatico protagonista del gioco.
Gloria, onore e torte fatte in casa per Felix, fango e un letto di mattoni scartati per Ralph, sia nel gioco che nella sua “vita reale” di ogni giorno, quando si spengono le luci in sala e i personaggi dei videogiochi sono liberi di vivere come vogliono... o possono. Ogni sera, da trent'anni, Ralph è costretto, dopo un giorno di faticosa e reiterata distruzione, ad invidiare la bella vita di Felix. Ogni giorno per il carpentiere dotato di martello magico c'è una medaglia, perché è bravo ad aggiustare le cose. Ma per chi è programmato per spaccarle, le cose, anche se “a regola d'arte”, non è previsto nessun riconoscimento. Anzi: il suo status sociale di cattivo “sfigato” lo costringe ad essere ostracizzato a priori dai cosiddetti “buoni” ed essere relegato in basso alla scala sociale. Come se il ruolo di “cattivo” se lo fosse scelto da solo. Nonostante il conforto del suo “gruppo d'ascolto per cattivi dei videogiochi” (che comprende gente del calibro di Bowser, M. Bison e il Dr. Eggman) Ralph sente che gli manca qualcosa, e si imbarca in un periglioso viaggio alla ricerca del riscatto che crede di meritare, per tardivo che sia.

Abbiamo parlato tanto di Ralph Spaccatutto, nel corso del 2012, e abbiamo continuato a farlo anche nel 2013. Eppure sembra sempre ci sia qualcosa di nuovo da dire, qualche considerazione a posteriori dell'ennesima visione, qualche interessante aneddoto da raccontare o farsi raccontare (come nell'occasione della nostra intervista al produttore, che potete rileggere qui). Rich Moore e il suo staff non hanno solo realizzato un bel film d'animazione ricco di riferimenti alla cultura nerd e, nello specifico, videoludica: hanno portato in scena un film con un cuore, che non si limita a divertire e accontentare il pubblico sfruttando uno scenario insolito per delle gag, ma dando un senso ultimo a quello che vediamo su schermo. In molti hanno travisato la morale del film, ma noi crediamo che il messaggio sia ultrapositivo: la realizzazione e l'attenzione degli altri, che spesso cerchiamo affermandoci in qualcosa che non ci appartiene, deve in realtà provenire da noi, da quello che siamo intimamente, tirandone fuori il meglio possibile. A Vanellope non interessa essere una principessa, così come non è il raggiungimento di una medaglia di latta il salvacondotto di Ralph per una vita migliore. E, dunque, più che tagliare il traguardo (comunque simbolico e a suo modo significativo) quello che conta è correre, fosse anche con uno sgangherato go kart fatto di dolciumi. Noi, per questo e mille altri motivi (tra cui la squisita attenzione ai dettagli videoludici, su cui torneremo prestissimo con degli speciali ad hoc) abbiamo adorato il film: e l'avere finalmente fra le mani il Blu-Ray dedicato, per potercelo gustare ancora e ancora, con la possibilità di fermare l'immagine lì dove l'occhio scorge una citazione quasi invisibile, be', è stato quasi emozionante.

Per non farci mancare nulla abbiamo visionato il Disney Blu-Ray nella sua edizione più completa, quella Blu-Ray 3D + 2D, a due dischi, ma sono comunque disponibili anche le versioni DVD e Blu-Ray 2D a disco singolo. In tutte e tre le versioni è presente il cortometraggio animato vincitore del Premio Oscar Paperman, piccolo gioiello che merita assolutamente di essere visto e apprezzato (6 minuti e mezzo circa di durata). In più le versioni Blu-Ray vantano diversi ulteriori extra.
Abbiamo, difatti, diverse scene eliminate e/o alternative, visionabili con o senza il commento audio aggiuntivo (naturalmente sottotitolato, se si desidera) di Rich Moore e gli altri creativi del suo staff. Il tutto introdotto dallo stesso Moore in un breve video esplicativo. Le scene, nel dettaglio, sono quattro:
Ralph nella prigione di Hero's Duty (5 minuti circa): nella versione preliminare, la sezione di Hero's Duty era ben più lunga, e prevedeva un paio di personaggi in più e una presenza già inizialmente più attiva di Felix. ;
Il labirinto di mais (2 minuti e mezzo circa): nell'idea originale, Ralph e Felix avrebbero dovuto aiutare Vanellope a recuperare i vari pezzi del Go Kart tramite tutta una serie di minigiochi, tra cui questo particolare labirinto... ;
Il vulcano di Vanellope (3 minuti circa): in questa versione della presentazione della “casa” di Vanellope era presente anche Felix, e dava una visione decisamente particolare di come i due siano accomunati nell'essere degli outsider, che Felix non può capire. ;
Extreme EZ Livin' 2 (3 minuti circa): in questa sequenza Ralph giunge in una sorta di The Sims ad ambientazione estiva, dove tutti fanno la bella vita e si va avanti a suon di “mi piace”. Una sorta di paese dei balocchi 2.0, dal quale Ralph deve scappare per tornare dai suoi amici.

Abbiamo poi il documentario Bit dopo bit: creare i mondi di Ralph Spaccatutto, della durata di circa 17 minuti, in cui il regista e il suo staff ci raccontano l'idea, la produzione e la realizzazione del film, lasciandoci scoprire alcuni dettagli e ispirazioni ancora poco noti.
Chiudiamo con i curiosi fake spot televisivi dei tre videogiochi principali del film, Felix Aggiustatutto Felix, Sugar Rush e Hero's Duty, sponsorizzati dalla sala giochi del signor Litwak. Gli spot durano in tutto due minuti, ma sono decisamente spassosi e ricreati con gusto, come se fossero veri spot anni '80, '90 e 2000. con alcune gustose chicche. In più c'è anche il breve ma divertente spot dedicato al “miracoloso” martello di Fix-it Felix Jr. Restando in tema di mockumentary, sulla fascetta dell'edizione 3D è segnalata la presenza del mediometraggio spin-off Garlan Hulse: storia di un campione, in realtà non presente su disco. Poco male: potete visionarlo integralmente e gratis sul canale ufficiale Disney del film, come vi avevamo segnalato in questa news.
Infine, il disco è corredato di un discreto numero di teaser e trailer Disney, come da tradizione: abbiamo il Teaser di Monsters University (1 minuto circa); quello di Planes (1 minuto circa); uno spot relativo a DisneyLand Paris (mezzo minuto circa); Una preview del prossimo film di Trilli (1 minuto circa) e lo spot del videogioco Epic Mickey 2: L'avventura di Topolino &Osvald (mezzo minuto circa);

Ralph Spaccatutto La qualità tecnica, non c'è neanche bisogno di dirlo, è al top, soprattutto per quanto riguarda il video, che permette davvero di mettere in pausa per scovare ogni citazione pixel per pixel: un'esperienza unica sia nella speciale versione stereoscopica che nella canonica, ma non per questo meno bella, versione 2D tradizionale. Una discreta quantità di contenuti speciali (tra cui il favoloso corto Paperman, vincitore del Premio Oscar), inoltre, fanno contenti tutti i fan che vogliono scoprire “qualcosa in più”. Un film da vedere e rivedere.

8.5

Che voto dai a: Ralph Spaccatutto

Media Voto Utenti
Voti: 76
8.4
nd