Professor Marston & the Wonder Women, la recensione: così nasce Wonder Woman

L'attore inglese Luke Evans sarà presto nelle sale nei panni del creatore dell'eroina più famosa al mondo: Wonder Woman.

recensione Professor Marston & the Wonder Women, la recensione: così nasce Wonder Woman
Articolo a cura di

Avete presente l'eroina più famosa al mondo? La donna che ha rivoluzionato l'immaginario collettivo sdoganando l'idea che gli eroi potessero essere soltanto uomini, quella bellissima, affascinante e succinta? Si proprio lei, Wonder Woman. Il fumetto (prima che la serie e il film), nato negli anni '40, rivoluzionò l'idea di femminismo, donando alle donne il potere di rafforzare le loro idee, collocandosi direttamente come una delle tre icone della DC Comics insieme a Batman e Superman. Vi siete mai chiesti cosa si è nascosto dietro la sua creazione? A chi sia venuto in mente un personaggio tanto complesso e rivoluzionario per un'epoca come quella degli anni '40?

La storia

La pellicola diretta da Angela Robinson, "Professor Marston & The Wonder Women", ne è la risposta. Luke Evans presta il volto al Professor Marston, docente di psicologia nella prestigiosa università di Harvard e inventore della macchina della verità, con lui lavora a stretto giro la moglie Elizabeth, assai più talentuosa del marito ma pregiudicata dal maschilismo lavorativo di quegli anni. Il Professore è un uomo affascinate, carismatico e pieno di idee, le sue classi sono sempre gremite di giovani studentesse che pendono dalle sue labbra, fra tutte spicca la bella Olive Byrne, che il Professore, padre della teoria dei quattro quadranti dell'agire umano (Influente, Dominante, Stabile e Coscienzioso), decide, con il lascia passare della moglie, di studiare.
Olive diventa la loro assistente, ma quello che è iniziato come un esperimento comportamentale, sfocerà in un menagé à trois. Il rapporto fra i tre si intensifica talmente tanto da far insospettire l'ateneo, che li allontana dalla facoltà rovinando la carriera dei coniugi. L'amore, che hanno appena scoperto di provare, viene visto dai protagonisti come una forma di rivoluzione che li porterà a vivere insieme e creare una famiglia. Da questa personale esperienza il Professore ne trarrà fuori Wonder Woman, unendo le due donne della sua vita in un'eroina fuori dal comune, oggi famosa in tutto il mondo. Quello che la pellicola ci mostra sono i retroscena della genesi della Principessa Diana Prince, di quanto i tre si siano spinti nell'universo dell'erotismo e del bondage, di come proprio questa esperienza abbia fatto accendere la lampadina al suo creatore. Non è un racconto sul personaggio che noi tutti conosciamo, ma sulla vita del suo inventore, che è stata di per sé una vera e propria rivoluzionaria, idealistica, lotta per l'indipendenza. Oltre a combattere per l'affermazione del loro poliamore, il professore si è dovuto difendere dall'accusa della commissione del Child Study Association of America, che giudicava oscene le vignette nel fumetto in cui l'eroina torturava e legava i suoi nemici, con un chiaro riferimento sessuale. Il film pone l'accento proprio sull'aspetto del bigottismo, dell'indipendenza del femminismo e di come la famiglia creata dal Professor Marston attraverso le sue esperienze sia andata oltre, pioneristicamente, a un'idea di libertà e di società che si aveva in quel periodo storico.

Gli attori

Le protagoniste femminili sono Bella Heathcote e Rebecca Hall, diversissime e bellissime, che insieme a Luke Evans creano un perfetto quadro da osservare. Le scene di sesso non sono mai esagerate, il perverso non viene neanche accennato, al contrario l'amore fra i tre individui e la possibile soluzione di una convivenza a tre sotto lo stesso tetto, con tanto di prole condivisa, è visibile per tutta la durata del film.
Una storia che arriva nello stesso anno in cui Gal Gadot ha riportato Wonder Woman all'attenzione di tutti, ma che differisce completamente sia per i contenuti che per il messaggio che si è voluto comunicare. Una pellicola scritta e girata dalla regista Angela Robinson che ha trascorso molto tempo nella ricerca e nella sceneggiatura del soggetto, portando al cinema un film sull'amore, sull'emancipazione e sulle dinamiche sociali che ancora oggi ci troviamo a combattere. Per fortuna che ora le donne hanno un'eroina come Wonder Woman da prendere come esempio.

Professor Marston & The Wonder Women Il film che non vi aspettereste di vedere su chi ha dato vita all'amazzone più famosa al mondo: Wonder Woman. Una pellicola intensa e sorprendente sulla lotta all'amore ad ogni costo, contro ogni perbenismo e imposizione sociale. Un professore universitario, la moglie e una “terza incomoda” danno vita a un ménage à trois scandaloso e inedito per gli anni ‘40, uno strappo alla regola che ha portato alla creazione di un personaggio unico e selvaggio, oggi più attuale che mai. Ne rimarrete piacevolmente sorpresi.

8

Quanto attendi: Professor Marston & The Wonder Women

Hype
Hype totali: 7
69%
nd