Pets - Vita da Animali, i segreti degli amici a 4 zampe: la recensione

Pets- Vita da animali, cosa fanno i vostri animali quando non siete a casa? La recensione dell'attesissimo lungometraggio di Illumination Entertainment.

recensione Pets - Vita da Animali, i segreti degli amici a 4 zampe: la recensione
Articolo a cura di

Dopo che la saga Toy Story ha svelato al pubblico in ben tre lungometraggi (con un quarto episodio delle avventure di Buzz e Woody in arrivo) la vita segreta dei nostri giocattoli, dopo che Inside Out ci ha mostrato come interagiscono le emozioni nella nostra testa e dopo che Il Viaggio di Arlo ci ha fornito un'idea di cosa sarebbe potuto accadere se l'asteroide che ha portato i dinosauri all'estinzione non avesse mai toccato toccato il pianeta Terra, ecco che la casa di produzione Illumination Entertainment con il cartoon Pets- Vita da Animali ci rivela tutto quello che sono in grado di combinare i nostri migliori amici quando noi, padroni inconsapevoli, non siamo in casa.

Vi siete mai chiesti cosa fanno i vostri animali quando non siete in casa?

Max è un terrier legatissimo alla sua Katie. Tutto sembra andare per il meglio tra loro, almeno fino a quando la dolce Katie non decide di adottare il randagio Duke. La gelosia di Max nei confronti del nuovo arrivato si fa sentire immediatamente, ma la rivalità tra i due si trasforma in complicità nel momento in cui i protagonisti di Pets - Vita da Animali escono dal loro confortevole appartamento e si ritrovano costretti a scappare da Nervosetto, un coniglio abbandonato che detesta gli umani, e dal suo terribile gruppo di Sciacquonati. Intanto, la scomparsa di Max mette in allerta Gidget, un volpino segretamente innamorato di lui. Da cagnolina all'apparenza viziata e superficiale, Gidget si trasforma nel capo branco di un variegato gruppo di simpaticissimi animali riuniti al solo scopo di salvare il loro amico.

Come una Toy Story

Fin dall'incipit Pets - Vita da Animali sembra attingere dalla saga di Tory Story. L'iniziale contrasto tra Max e Duke, infatti, ricorda non poco quello che ha fatto innamorare il pubblico del cowboy Woody e dell'astronauta Buzz Lightyear. E se l'inizio del lungometraggio animato di Illumination Entertainment si ispira al primo dei film della casa di produzione di Lasseter, il resto della pellicola ricorda, nel plot, il terzo capitolo. Queste "similitudini" non rendono di per sé Pets - Vita da Animali una pellicola poco godibile, anche se in ogni momento fanno trasparire quella fastidiosa sensazione di "già visto" che non è di certo marchio di fabbrica della casa di produzione la quale, in passato, è stata capace di portare sul grande schermo originali sceneggiature, come quelle che hanno reso il Cattivissimo Me Gru e i suoi aiutanti Minions ineguagliabili icone dell'animazione che gli stessi Pets omaggiano all'interno del film.

Il potere dell'ironia

La sensazione che Pets - Vita da Animali abbia "rubato" qualche idea dalla saga più amata della Pixar (e anche alcuni momenti "on the road" da classici Disney come Lilli e il Vagabondo e Gli Aristogatti), fa sì che l'ultima fatica di Illumination Entertainment risulti meno apprezzabile dei precedenti lavori. In ogni caso, il lungometraggio ha comunque dalla sua una deliziosa caratterizzazione della moltitudine di personaggi che lo colora. Oltre ai vari comprimari e all'apparentemente tenero villain Nervosetto - che come tutti i cattivi dal passato burrascoso empatizzerà immediatamente con il pubblico - anche le mere comparse del film diretto dal papà di Cattivissimo Me Chris Renaud insieme a Yarrow Cheney, hanno la capacità di fare breccia nel cuore degli spettatori, grazie alla loro simpatia e alle loro bislacche abitudini segrete. E il potere dell'ironia, quando si parla di lungometraggi realizzati in virtù del puro intrattenere, a volte - come in questo caso - può essere più forte di quello dell'originalità.

Pets - Vita da animali Nonostante le similitudini fin troppo palesi con la saga di Toy Story, punta di diamante della casa d’animazione Disney Pixar, Pets - Vita da Animali riesce comunque a fare il suo dovere, ovvero a intrattenere il pubblico e a strappare agli spettatori più di qualche sincera risata. I protagonisti, tutti caratterizzati alla perfezione, sicuramente entreranno nelle grazie di grandi e piccini in virtù della loro ironia sincera e della capacità di veicolare importanti messaggi di amicizia e uguaglianza senza, però, risultare mai invadenti pedagoghi.

6

Che voto dai a: Pets - Vita da animali

Media Voto Utenti
Voti: 6
4.8
nd