Pawn - Fai la tua mossa, la recensione del film di David A. Armstrong

Un diner viene preso d'assalto da tre rapinatori armati in un gioco di corruzione che vede legati la polizia e la malavita locale.

recensione Pawn - Fai la tua mossa, la recensione del film di David A. Armstrong
Articolo a cura di

Nick Davenport è appena uscito di prigione dopo aver scontato qualche mese per un reato di poco conto ed è intenzionato a seguire una retta vita, anche perché prossimo a diventare padre di un bambino con la moglie Amanda. Solo dodici ore dopo aver riottenuto la libertà il ragazzo si trova però coinvolto in un tentativo di rapina all'interno di un piccolo ristorante dove tre uomini armati fino ai denti prendono in ostaggio personale e clienti con l'obiettivo di rubare qualcosa nascosto all'interno della cassaforte in loco. La serratura però, collegata a un timer esterno, non si apre fino alla mezzanotte e nei trenta minuti che separano dall'arrivo dell'ora X la situazione degenera sempre di più, con la polizia e i corpi speciali che circondano il locale. In Pawn - Fai la tua mossa Nick scoprirà come la verità abbia molte sfumature e diventerà suo malgrado pedina centrale degli eventi a venire.

Tutti contro tutti

Sono sempre più numerose le produzioni a basso budget che recuperano noti caratteristi e vecchie glorie passate del piccolo e del grande schermo all'interno di una narrazione giocata sull'interazione tra diversi ed eterogenei personaggi, spesso costretti a dividersi equamente lo spazio del minutaggio. È proprio questo il caso di Pawn - Fai la tua mossa, esordio dietro la macchina da presa del direttore della fotografia David A. Armstrong, che si rifà a una formula tanto semplice quanto aperta a suggestive sfumature: un'ambientazione unica che sorregge la quasi totalità della visione, numerose figure principali e una storia che vive su un continuo di colpi di scena relativi proprio alle dinamiche di sospetti e tradimenti tra le suddette. Un impianto inizialmente affascinante, con tanto di "immaginazioni" che prendono vita salvo poi tornare alla realtà dei fatti, che si sfalda pian piano in una serie di forzature che peccano in diverse inverosimiglianze nella resa dei conti finale, lasciando l'amaro in bocca su una vicenda ricca di ben più ampie potenzialità. La tensione è palpabile in più occasioni grazie anche all'efficace alchimia del cast all-star, contante tra gli altri nomi del calibro di Ray Liotta, Forest Whitaker, Stephen Lang, Marton Csokas e Michael Chiklis in ruoli più o meno corposi e vedente un non del tutto convincente Sean Faris nel ruolo di malcapitato protagonista.

Pawn - Fai la tua mossa Un diner di provincia, una situazione con ostaggi e intrighi di vario genere tra i ranghi della polizia e la malavita locale: Pawn - Fai la tua mossa trascina sin da subito in una vicenda via via più complessa con lo scorrere dei minuti che, pur introducendo interessanti dinamiche tra i vari personaggi in gioco, si riserva un finale poco credibile. Il cast ben amalgamato, ricco di volti noti del piccolo e del grande schermo, e una tensione su livelli più che discreti permettono di chiudere un occhio su imperfezioni narrative non del tutto convincenti.

5.5

Che voto dai a: Pawn - Fai la tua mossa

Media Voto Utenti
Voti: 3
3.7
nd