Life of the Party, Una mamma al college recensione: una commedia anonima

Melissa McCarthy, diretta dal marito Ben Falcone, è la protagonista di una commedia sullo scontro generazionale ricca di cliché.

Life of the Party, Una mamma al college recensione: una commedia anonima
Articolo a cura di

Una coppia che scoppia quella formata dal regista Ben Falcone e dall'attrice Melissa McCarthy, marito e moglie nella vita di tutti i giorni. Il primo, con esperienze anche davanti alla macchina da presa seppur in ruoli perlopiù secondari, ha diretto la compagna in diverse occasioni con risultati quasi sempre mediocri, basti pensare tra i tanti al loro ultimo lavoro insieme, ossia la parodia supereroistica Thunderforce (2021) - leggete qui la nostra recensione di Thunderforce.

Life of the party - Una mamma al college è la terza collaborazione tra i coniugi e non certo una delle migliori: come suggerisce il titolo italiano si cerca infatti di mescolare le diversità generazionali tramite un racconto nel quale una donna di mezz'età sta per rimettersi a studiare proprio nell'istituto frequentato dalla figlia, con tutte le conseguenze del caso. Una storia per la quale i due sono stati addirittura accusati di plagio da una certa Eva Kowalski, la quale sosteneva che la sceneggiatura sia stato copiata dal suo trattamento registrato alla WGA (Writers Guild of America) e intitolato College Mom. Non certo qualcosa di cui vantarsi ad ogni modo...

Life of the Party - Una mamma al college: ritorno a scuola

All'inizio del film infatti la giovane Maddie si è appena trasferita nel campus universitario quando sua madre Deanna viene lasciata dal marito, che intende chiedere il divorzio. L'uomo si è infatti innamorato di un'altra donna e ha intenzione di vendere la casa dove vivevano, intestata a suo nome. Deanna è devastata dalla notizia, per lei del tutto inaspettata, e prende una decisione drastica nel tentativo di dare una svolta alla propria vita, indirizzandola verso un nuovo percorso.

Si iscrive anch'essa nella stessa scuola di Maddie, con l'intenzione di laurearsi finalmente in archeologia. Aveva infatti abbandonato anni prima gli studi dopo essere rimasta incinta e ora è determinata a riprendere da dove aveva lasciato. Ma il ritorno al college non sarà per nulla semplice e i primi giorni Deanna deve affrontare lo sbalzo generazionale...quando grazie ai consigli di Maddie riuscirà ad entrare in sintonia con le più giovani compagne, tutto prenderà una piega imprevista...

Una mamma per amica

Chi conosce la comicità di Melissa McCarthy sa già probabilmente cosa aspettarsi e se si è affini a un certo tipo di humour, sboccato e demenziale, si potrà anche apprezzare una pellicola come questa. Peccato che Life of the Party - Una mamma al college rispetto ad altri titoli epigoni sia fin troppo equilibrato nella gestione di toni e atmosfere, mai realmente cinico e cattivo ma anzi pregno soprattutto nella seconda metà di un poco consono moralismo di fondo.

I buoni sentimenti fanno infatti capolino in mezzo alle risate più sguaiate, in un mix che convince poco e si rivela privo di una vera e propria identità, tanto che il ritorno all'università della protagonista persegue step visti e rivisti: dalle feste dove l'alcool scorre ai fiumi alle torte di marijuana, dal sesso con i ragazzi più giovani all'entrata nella confraternita, l'immaginario tipico dei campus americani viene rispettato in pieno, con tutti i luoghi comuni del caso. E la presenza nelle vesti di guest-star della pop-star Christina Aguilera nelle fasi finali del racconto non fa che confermare quest'impressione di assoluta medietà che caratterizza i cento minuti di visione.

L'ironia si affida così per gran parte a gag fisiche e battute di bassa lega, con alcune scene madri che giocano tutto sull'imbarazzo - vedasi l'ansia provata dalla protagonista quando deve discutere di fronte all'aula intera - ma risultano paradossalmente imbarazzanti. Il tema della crisi di mezz'età, così come quello della rivalsa femminile nei confronti di un mondo prettamente maschilista, sono una sorta di specchietti per le allodole, approfonditi al minimo sindacale per poter essere effettivamente efficaci a fini altri, che avrebbero potuto variare almeno parzialmente le coordinate di una commedia a conti fatti troppo debole per risultare divertente.

Life of the Party - Una mamma al college Al solito Melissa McCarthy si prende tutta la scena e non solo per il suo fisico prominente ma proprio per la sua smaniata necessità di essere costantemente al centro dell'attenzione, prontamente spalleggiata da chi siede dietro la macchina da presa come, in questo caso, Ben Falcone ossia suo marito. Che per evitare problemi coniugali di sorta continua a dirigere la moglie e porla come assoluta protagonista dei film da lui diretti che si rivelano pressoché sempre delle commedie sgangherate, che tentano di variare tra più generi mantenendo in comune una bassa qualità di idee. Life of the Party - Una mamma al college vede la bionda attrice nei panni di una madre pronta a tornare al college, lo stesso ora frequentato dalla figlia, per rimettere in piedi la propria vita disastrata, con tutte le conseguenze del caso. Gag e situazioni improbabili caratterizzano una visione ricca di cliché e luoghi comuni, raramente incisiva nel versante comico e pressoché nulla nei potenziali risvolti esterni al genere. Il film andrà in onda venerdì 18 febbraio alle 23.40 su CANALE5 in prima visione tv.

5

Che voto dai a: Life of the Party - Una mamma al college

Media Voto Utenti
Voti: 2
3
nd