La signora di Purity Falls, la recensione del thriller erotico

Trasferitosi con la madre in una nuova cittadina, il giovane Jason diventa un gigolò alle dipendenze della subdola e misteriosa vicina di casa.

recensione La signora di Purity Falls, la recensione del thriller erotico
Articolo a cura di

A un anno dalla scomparsa del marito, morto per infarto durante un pranzo all'aperto, Nicole è intenzionata a ripartire da zero e si è trasferita coi figli adolescenti, Justine e Jason, nella cittadina di Purity Falls, speranzosa che l'aria nuova offra modo di veicolare meglio la tragica perdita. La loro vicina è l'affascinante Courtney, una donna di mezz'età che è solita intrattenere avventure con ragazzi più giovani e proprio Jason finisce nel suo mirino. Questi viene sedotto dalla dirimpettaia, la quale gli offre anche un lavoro ben pagato nascondendo però le reali mansioni dell'incarico: da un giorno all'altro Jason diventa così un gigolò richiestissimo dalle mogli infelici della comunità.
Courtney gestisce infatti un giro di toy-boy, nel quale si trova spesso a ricattare i propri "dipendenti" pur di obbligarli a restare, ma quando una serie di delitti sconvolge la zona Jason scopre di essere finito in un gioco molto pericoloso, dove l'incolumità sua e dei suoi cari viene messa a rischio.

La banalità del male

La produzione targata Lifetime farà storcere il naso a molti, ben consci della qualità media e della tipologia di prodotto al quale ci troviamo di fronte. L'emittente via cavo americana è infatti specializzata da lungo tempo in thriller per il mercato televisivo con canoniche linee guida, caratterizzati da una messa in scena monocorde che guarda al piccolo schermo di metà anni '90, nelle sue divagazioni più infelici.
La signora di Purity Falls rispetta in pieno il pronostico e il patinato erotismo di maniera che permea i passaggi chiave della vicenda poco concede alla varietà tematica e stilistica.
Le scene sexy sono in scarsa quantità e avare di sussulti scandalistici a tema, mero espediente per far procedere la storia su un binario prestabilito scosso qua e là da segreti e delitti che forzano la tensione in maniera del tutto piatta e involontariamente ridicola, resa dei conti finale inclusa.

Chi non muore si rivede

I punti di maggior interesse per il pubblico cinefilo e per gli spettatori cresciuti a cult anni '80 risiede nella presenza nei panni della villain di Olivia d'Abo, che i più ricorderanno per il ruolo della Principessa Jehnna in Conan il distruttore (1984) e nella serie in sei stagioni Blue Jeans, qui cinquantenne ai tempi delle riprese. Allo stesso modo nei panni della madre del protagonista troviamo un'altra più giovane ex-eroina action come Kristanna Loken, splendida nemesi di Terminator 3 - Le macchine ribelli (2003) la cui carriera non ha mai definitivamente spiccato il grande balzo.
Il cast giovane risulta invece anonimo e stereotipato secondo la peggior tradizione dei teen-drama d'Oltreoceano e alla fine dei novanta minuti di visione l'impressione è quella di aver assistito a una fiera del nulla, un film indirizzato esclusivamente a platee voeyuristiche prive di gusto, critico ma non solo.

La signora di Purity Falls MILF, toy-boy e improvvisati gigolò in un thriller pensato per il piccolo schermo che palesa sin dai primi istanti tutti i suoi limiti concettuali e di relativa messa in scena. Una madre devota si trasferisce con i figli adolescenti in una nuova città per cercare di superare la morte del marito, ignara che la cura sia peggiore del male. Il primogenito viene infatti sedotto dalla vicina di casa, che lo ricatta al fine di coinvolgerlo in un losco giro di prostituzione. La signora di Purity Falls accenna un erotismo "a prova di bambino" all'interno di una vicenda ricca di forzature e incongruenze, recuperando rispettivamente nei ruoli di subdola villain e di madre affranta due attrici - potenziali ma inespresse star di diverse generazioni - come Olivia d'Abo e Kristanna Loken, qui impiegate in vesti più o meno coprenti ma prive di reale interesse. Il film andrà in onda mercoledì 7 giugno alle 21.20 su RAI2 in prima visione tv.

4

Che voto dai a: La signora di Purity Falls

Media Voto Utenti
Voti: 2
4
nd