Recensione L'ultima Porta - The Lazarus Child

Due storie, un'unica via...

Articolo a cura di

Cosa c'è dietro...

Tratto dal romanzo del 1998 di Robert Mawson, The Lazarus Child: L'Ultima Porta è un thriller/horror soprannaturale prodotto nel 2004 e arrivato solo ora nelle nostre sale. Scritto dal premio Oscar Ron Bass (Rain Man), è diretto dall'esordiente Graham Theakston.

... l'ultima porta?

La struttura della pellicola si snoda attorno ad un assunto piuttosto chiaro, nonchè ampiamente utilizzato in ambito cinematografico: anche due vicende che non condividono alcuna corrispondenza, grazie all'ambiguo gioco delle coincidenze, possono intrecciarsi e sovrapporsi in una sola. Jack Heywood (Andy Garcia), padre di due bambini e marito della bella Alison (Frances O'Connor II), si ritrova a vivere un grave dramma: a causa di un incidente stradale, l'amata figlia Frankie (Daniella Byrne) finisce in coma. Il maggiore dei due fratelli, Ben(Harry Eden), si sente in colpa per l'accaduto, sostenendo che l'incidente sia avvenuto per una sua distrazione. La loro ultima speranza risulta essere un centro sperimentale gestito dalla dottoressa EliZabeth Chase (Angela Bassett), che nasconde una storia che sembra avere molto in comune con quella dei due fratellini. L'incontro con Ben e Frankie riaprirà in lei una ferita mai chiusa...

Il Nulla...

Sono pochi gli aspetti di questa pellicola che riescono a salvarsi; in realtà, forse, non ce n'è neanche uno. Il film è lento, piatto, ricolmo di sbavature e con un cast decisamente mediocre. L'interpretazione degli attori rasenta il livello della recita scolastica: sembra quasi che si trovino lì per caso, ignorandone il motivo. La figura trascinante del film è quella del ragazzino che, carico di sensi di colpa, cerca in ogni modo di salvare la sorella. Comprensibile, se non fosse per il fatto che in lui risulta totalmente assente il carisma - insieme alla bravura - sufficiente per caricarsi sulle spalle l'intero film. La sua recitazione, infatti, risulta scadente, quasi di terzo ordine: poco di impatto, molto spicciola e di bassa lega. Stesso discorso per Andy Garcia. L'attore che ritroviamo ne L'Ultima Porta sembra molto lontano da quello che avevamo apprezzato senza riserve ne Gli Intoccabili. Soggetto ad una regressione spaventosa, è inconcepibile che un attore del suo talento si sia ridotto a ricoprire il ruolo del padre di famiglia divorziato, nonostante tutto ancora innamorato della moglie: inutile dire che la piattezza del personaggio non aiuta Garcia a darne un'interpretazione interessante. A tratti, sembra quasi che voglia fare di più, ma che comunque non ci riesca. Dalla sua recitazione non traspare nulla: è piatta, amorfa, priva di contenuto. Il suo rapportarsi al ruolo appare talmente approssimativo che risulta noiosa anche solo la sua presenza.
Persino la colonna sonora è così anonima da entrare nelle nostre orecchie senza lasciare alcuna traccia di sè: mai una nota che sottolinei la scena, mai un accordo che comunichi pathos, quel pathos che vien lungamente cercato in tutto il film ma che, come Godot, non arriverà mai.
L'intera pellicola sembra un festival delle buone intenzioni, ma tutte, puntualmente, disilluse. E' un horror ma non fa paura; vuole esser un thriller ma è soporifero; vuole avere attori rinomati ma alla lunga questi si dimostrano inadatti: sembra quasi che il regista stesso abbia trascurato e preso molto alla leggera questo film. E nemmeno la trama, poi, offre spunti degni di nota, o per lo meno un qualcosa che renda il film appena sufficiente. E' capitato di vedere durante la proiezione gente presa dal sonno più profondo: niente di male (o quasi...) se non fosse per il fatto che si trattava di una pellicola annunciata come horror. Ci sono tanti modi per usare bene i soldi del biglietto del cinema, uno di questi è sicuramente non vedere L'ultima Porta. E' un film che ci sentiamo di sconsigliare a tutti. Nessuno escluso.

L'ultima porta - The Lazarus Child L'Ultima Porta entra sicuramente nell'albo dei film peggiori dell'anno. E' raro trovare titoli che raggiungono un livello di insufficienza tale ma a volte capita. In definitiva, evitatelo.

3

Quanto attendi: L'ultima porta - The Lazarus Child

Hype
Hype totali: 0
ND.
nd

Altri contenuti per L'ultima porta - The Lazarus Child