Recensione Kill Zone - Ai confini della giustizia

Tony Jaa e Jing Wu sono i protagonisti di Kill Zone - Ai confini della giustizia, esaltante action poliziesco ambientato tra Hong Kong e Thailandia non privo di sfumature drammatiche.

recensione Kill Zone - Ai confini della giustizia
Articolo a cura di

Thailandia. Chatchai è una guardia carceraria la cui figlia è gravemente malata di leucemia: l'unico modo perché sopravviva è quello di trovare in breve tempo un donatore compatibile. Un giorno nel carcere dove lavora viene recluso Hung, in realtà un poliziotto sotto-copertura di Hong Kong. Quest'ultimo, dopo esser stato infiltrato per anni in una banda specializzata nel traffico d'organi, ha visto saltare la sua copertura durante un blitz e ora, con la complicità del corrotto gestore del penitenziario che prende ordini proprio dal boss Hung Mun-Gong, sembra non avere possibilità di salvezza. Il gangster, in cerca da anni di un cuore nuovo, non ha esitato infatti a rapire il fratello minore per farsi espiantare l'organo; proprio durante il tentativo di cattura del consanguineo Hung è stato scoperto. Lo zio dell'infiltrato, l'ispettore di polizia Chan Kwok-Wah, è pronto a tutto pur di riportare a casa il nipote e si reca in Thailandia contro gli ordini dei superiori. Per tutti i protagonisti della vicenda, che si troveranno a formare inaspettate alleanze, comincerà una vera e propria corsa contro il tempo per salvare i propri cari.

A Time for Consequences

Nel 2005 il grande regista Wilson Yip diresse Saat po long (meglio conosciuto con la sigla accorciata SPL), action poliziesco con protagonisti Donnie Yen e Wilson Yip. Dieci anni dopo il cineasta si occupa solo della produzione per sfornare un sequel soltanto nominale, visto che le vicende e i personaggi si distaccano completamente dalla trama dell'originale. SPL 2, distribuito da noi col titolo Kill Zone - Ai confini della giustizia, vede come protagonisti principali Tony Jaa e Jing Wu (già presente, in un altro ruolo, nel film originale) e puà vantare un gustoso parterre di comprimari del calibro di Louis Koo, Jin Zhang e Simon Yam (un altro ritorno), volti ben noti agli appassionati del cinema dell'ex-colonia britannica. In questa nuova incarnazione le atmosfere si fanno più cupe sin dall'inizio, dove viene introdotto il dramma del traffico d'organi, trama criminale al centro dell'intera narrazione, che spinge il contesto su tematiche più adulte e violente, seppur sempre consolidate al genere d'appartenenza. Soprattutto la parte centrale, con l'opprimente ambientazione carceraria, regala i momenti più tesi e serrati, con la sequenza di massa nella quale i detenuti escono dalle loro celle scontrandosi con gli agenti che ricorda il frenetico e preciso caos coreografico del recente The Raid 2: Berandal. In mezzo a questa violenza fisica e morale si muovono passaggi melodrammatici forse un po' scontati ma dal buon impatto emozionale, capaci di appassionare ai destini dei vari personaggi in gioco. Cheang Pou-soi, già autore dello splendido Accident , dirige con una verve istintiva e immediata, trovando nei venti minuti finali un'apoteosi action di rara ispirazione: Tony Jaa, Wu Ming e Jin Zhang, più un sacco di comprimari, si adoperano in acrobazie incredibili e precise, quasi memori della danza classica per la loro furente armonia: non è un caso che la colonna sonora a tema accompagni nel migliore dei modi questa lotta all'ultimo sangue di anime e corpi.

Kill Zone - Ai confini della giustizia Sequel solo nel titolo (originale) Kill Zone - Ai confini della giustizia è una delle più gradite sorprese action dell'anno appena trascorso. Tra Thailandia e Hong Kong si muove una storia che, introducendo la tematica "forte" del traffico illegale di organi, coniuga in maniera efficace dramma e coreografie marziali di altissimo livello, con le performance strabilianti di Tony Jaa e Jing Wu che tengono letteralmente incollati allo schermo. La narrazione è a tratti un po' forzata e caotica, ma il divertimento di certo non manca in un potenziale nuovo cult per gli amanti del filone.

7.5

Quanto attendi: Kill Zone - Ai confini della giustizia

Hype
Hype totali: 0
ND.
nd