Netflix

Jim & Andy: The Great Beyond, la recensione del documentario con e su Jim Carrey

Il documentario Jim & Andy: The Great Beyond ci mostra la totale immedisimazione di Jim Carrey nel ruolo di Andy Kaufman sul set di Man on the moon.

recensione Jim & Andy: The Great Beyond, la recensione del documentario con e su Jim Carrey
Articolo a cura di

Era il 1999 quando Man on the Moon, film biografico sulla compianta figura del comico Andy Kaufman, vede la luce delle sale, diretto da un maestro come Milos Forman e interpretato da un Jim Carrey allora ancora sulla cresta dell'onda. Un'opera che ha garantito il Golden Globe al suo straordinario protagonista e di cui ora, a quasi vent'anni di distanza, veniamo a conoscere molti segreti di quanto realmente accaduto sul set. Grazie a Jim & Andy: The Great Beyond (ma il titolo completo ed enciclopedico è Jim & Andy: The Great Beyond - Featuring a Very Special, Contractually Obligated Mention of Tony Clifton), documentario di Chris Smith presentato con il plauso della critica all'ultimo Festival del cinema di Venezia e distribuito in esclusiva da Netflix, scopriamo infatti la totale immedesimazione dell'attore nel ruolo in novanta minuti di visione che alternano una lunga intervista all'odierno e barbuto Carrey stesso a filmati di repertorio del vero Kaufman, spezzoni di altri titoli vestiti dall'Ace Ventura e, soprattutto, numerosi video d'archivio registrati durante le riprese.

The Mask

Affascina e inquieta al contempo il mimetismo messo in campo da Jim Carrey per entrare nel ruolo di Kaufman, una vera e propria simbiosi che prende letteralmente sempre più campo sin dal primo giorno di riprese in cui il personaggio finisce per sostituire in maniera totale l'attore, caso più unico che raro di una annullante simbiosi in cui anche regista e colleghi stessi erano impossibilitati a dialogare con il vero Jim, dovendosi "accontentare" di riferire messaggi al fittizio Kaufman in una sorta di accettazione di un dato di fatto impossibile da prevedere. "Voglio solo parlare con Jim" sono le parole pronunciate da Forman, cadute nel vuoto in quanto l'interprete non ha mai smesso i panni della parte, suscitando ilarità a più riprese ma anche astio (e con conseguenze fisiche) come nell'aspro rapporto col wrestler Jerry Lawler. E ancora la trasformazione nell'alter-ego di Kaufman, la figura gretta e senza peli sulla lingua di Tony Clifton, in un gioco tra realtà e finzione che travalica ogni immaginazione. Visti i risultati finali una scelta ardita, controversa ma senza dubbio funzionale, che ha permesso al film di risultare quanto mai fedele e veritiero e che qui viene ripercorsa dal Carrey di oggi con un tono sia critico che comprensivo, in quanto come specifica egli stesso la totale immedesimazione in un personaggio è stata la costante di tutta la sua carriera.
Emergono così anche lati amari e dolenti di una personalità sempre e comunque fuori dai canoni, in cui la recitazione diventa una sorta di fuga dalla vita di tutti i giorni, e il Nostro si mette letteralmente a nudo davanti alla telecamera, commuovendosi quando parla della figura del padre scomparso o delle scelte fatte in passato, figlie di quell'effetto farfalla che lo hanno portato alla condizione odierna. Ne esce una persona vera e sincera, con tutti i suoi pregi e i suoi difetti, che non ha paura di mettersi a nudo di fronte ad un sistema che l'ha messo in sordina davvero troppo presto.

Jim & Andy: The Great Beyond Si rimane senza parole di fronte alla totale immedesimazione con cui Jim Carrey si è calato nei panni di Andy Kaufman durante le riprese di Man on the Moon (1999), in una perenne simbiosi durata per tutto l'arco delle riprese esasperando regista e colleghi: Jim & Andy: The Great Beyond riporta alla luce filmati d'archivio girati proprio dentro e fuori dal set che mostrano questa sorta di recitazione catartica e totalizzante, in cui l'attore sparisce lasciando spazio solo al personaggio. Ad alternarsi a questo show nello show una lunga intervista al Carrey odierno, folta barba e sagge parole, e video di repertorio del vero Kaufman in un collage ispirato ed equilibrato che mantiene sempre alto l'interesse di una prova così estrema e libera da ogni logica ingabbiante.

8

Che voto dai a: Jim & Andy: The Great Beyond

Media Voto Utenti
Voti: 4
8
nd